Gesù con apostoli
Gesù con apostoli
Religioni

Accogliere Gesù nella propria vita per vincere ogni paura

Il vangelo di oggi con don Vito Carpentiere

Dal Vangelo secondo Marco: "In quel giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all'altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com'era, nella barca. C'erano anche altre barche con lui. Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t'importa che siamo perduti?». Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, calmati!». Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?». E furono presi da grande timore e si dicevano l'un l'altro: «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?».

Nel vangelo di Marco Gesù, dopo aver proclamato alcune parabole del Regno, decide di passare all'altra riva del mare di Galilea, ovvero passa dalla zona "santa" a quella pagana, perché le pecore perdute non si trovavano solo nella casa d'Israele, ma c'erano altre pecore che Gesù "deve" condurre. "Lo presero con sé". Solitamente è Gesù che prende i discepoli con sé, questa volta sono loro, che lo prendono sulla loro barca. Prendere Gesù nella barca della propria vita, accoglierlo e fargli spazio in tutte le nostre situazioni e affari: un programma di vita!

Probabilmente Gesù era stanco a causa del ministero della predicazione e si addormenta a poppa (lui si pone alle nostre spalle per proteggerci e difenderci). A un certo punto il mare si fa grosso e la paura fa gridare, anche in modo irriverente, i discepoli verso Gesù. Ora, il mare nella tradizione biblica evoca le potenze del male da attraversare per passare dalla schiavitù alla libertà, una sorta di sinonimo per indicare le prove della vita. "Maestro, non t'importa che moriamo?" Dicono così perché la morte è la madre di tutte le paure. E Gesù, destatosi, letteralmente "risorgendo", ordina al mare di tacere, di calmarsi. Taci: le paure ci parlano svelandoci la nostra fragilità e, a partire dalle nostre cadute, operano un dialogo volto a scoraggiarci. Calmati: ogni male provoca in noi agitazione. "Non avete ancora fede?" Ecco l'unico, il solo, efficace antidoto alla paura, la fede, la fiducia, in Lui e negli altri!

Questo episodio anticipa quello che sarà la il momento supremo, l'ora di Gesù, quando per la paura tutti scapperanno. Soltanto la fede nel Cristo Risorto darà ai discepoli il coraggio della testimonianza nell'affrontare anche la persecuzione. E questo perché? Per continuare a gridare al modo e all'uomo di oggi: sei amato da Gesù!

Buona domenica a tutti!

[don Vito]
  • Chiesa cattolica
  • Vangelo
Altri contenuti a tema
40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida 40 anni dalla scomparsa di don Peppuccio, il prete barlettano innamorato della Disfida Contribuì a innestare il fervore per la rievocazione. «Fu conosciuto amato dai barlettani per il bene che fece»
Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Ave Maria in classe: tra laicità e tutela dei propri diritti Una riflessione di Michele Grimaldi, direttore dell'Archivio di Stato
Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il Giovedì Santo a Barletta: tra tradizione, devozione e suggestione (FOTO) Il nostro percorso nelle chiese di Barletta nella sera dei “Sepolcri”, ma qualche bellissima chiesa resta purtroppo chiusa
Prossima la beatificazione della venerabile Madre Elisa Martinez Prossima la beatificazione della venerabile Madre Elisa Martinez Lo annuncia il postulatore della causa Mons. Sabino Amedeo Lattanzio
L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi Dal racconto di Don Sabino Lattanzio il perché di questo momento
A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto A Barletta la festa della Beata Vergine Maria di Loreto Appuntamento da oggi nella Chiesa Santa Maria di Nazareth
Don Mauro Dibenedetto nominato segretario del Centro di azione liturgica Don Mauro Dibenedetto nominato segretario del Centro di azione liturgica Mons. Giovanni Di Napoli è stato nominato vicepresidente
Madonna del Pozzo: dopo due anni ritorna la storica processione Madonna del Pozzo: dopo due anni ritorna la storica processione Il triduo di preparazione prenderà il via nella giornata di venerdì 9 settembre con la Santa Messa solenne delle ore 19.00
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.