Barletta ricorda la resistenza civile e militare all’occupazione nazista​
Barletta ricorda la resistenza civile e militare all’occupazione nazista​
La città

75 anni dopo Barletta ricorda la resistenza civile e militare all’occupazione nazista​

Oggi il ricordo delle vittime. Cannito: «Auspico su questi temi maggiore vicinanza da parte delle giovani generazioni»

Barletta rinnova il suo legame con la memoria nel 75° anniversario della resistenza, civile e militare, all'occupazione nazista della città. Oggi, puntuale, il ricordo delle vittime della rappresaglia tedesca del 1943 e di quanti combatterono, sino al sacrificio della vita, per i valori di democrazia, libertà e pace.

Il programma, promosso dall'Amministrazione comunale e organizzato a cura dell'Archivio della Resistenza e della Memoria, si è aperto nella cattedrale di Santa Maria Maggiore con il rito religioso celebrato da Mons. Filippo Salvo. A seguire, presso il rivellino del Castello, gli onori ai soldati caduti nel settembre 1943, con deposizione di omaggi floreali sulle note del silenzio intonato dal trombettiere del picchetto, schierato sull'attenti, dell'82° Reggimento Fanteria "Torino". Dal maniero è poi sfilato verso il centro città il corteo delle autorità, con i gonfaloni dei Comuni del territorio e dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'arma. Tappa conclusiva in piazza Monumento per la deposizione di una corona d'alloro ai caduti di tutte le guerre e al bassorilievo in memoria dei vigili urbani e delle vittime dell'eccidio nazista. A suggellare l'omaggio istituzionale, l'inno di Mameli.

Così il sindaco Cosimo Cannito, presente agli eventi odierni: «Il doveroso ricordo del 12 settembre a Barletta è un capitolo indelebile della storia cittadina. Il sacrificio dei militari e dei civili non deve configurarsi solo come una commemorazione, bensì tradursi nell'energico richiamo al rispetto incondizionato dei valori democratici, del bene comune e del buon senso che devono caratterizzare l'agire della collettività: è importante non vanificare il sacrificio di chi ha lottato nel nome dei princìpi fondanti della Costituzione repubblicana. Auspico su questi temi maggiore vicinanza e interesse da parte delle giovani generazioni, affinché sappiano che interpretando i valori artefici della rinascita e dello sviluppo sociale del Paese, ai quali devono responsabilmente ispirarsi, tramandano una preziosa eredità civile».
  • Commemorazione
Altri contenuti a tema
In ricordo di Salvatore Livrieri, dirigente scolastico a Barletta In ricordo di Salvatore Livrieri, dirigente scolastico a Barletta 25 anni fa la scomparsa in un incidente stradale
Barletta ricorda Giuseppe Marchisella, ucciso nel 1975 Barletta ricorda Giuseppe Marchisella, ucciso nel 1975 Domani mattina una cerimonia commemorativa al cimitero
Crollo di via Magenta 66 anni dopo, Barletta non dimentica Crollo di via Magenta 66 anni dopo, Barletta non dimentica Il ricordo del giornalista Nino Vinella: furono 17 i morti e 12 i feriti
Il ricordo dell’eccidio di Murgetta Rossi alla caserma di Barletta Il ricordo dell’eccidio di Murgetta Rossi alla caserma di Barletta Questa mattina un incontro a cui parteciperanno anche le scolaresche
59 anni dal crollo di via Canosa, Barletta ricorda le 58 vittime 59 anni dal crollo di via Canosa, Barletta ricorda le 58 vittime Domenica sera una messa in suffragio di coloro che persero la vita nella tragedia
La Resistenza e l'impegno civile di Barletta, le iniziative per il 75° anniversario La Resistenza e l'impegno civile di Barletta, le iniziative per il 75° anniversario Oggi pomeriggio si svolgerà la "Fiaccolata della Memoria"
Barletta festeggia il 66° anniversario della nascita di Pietro Mennea Barletta festeggia il 66° anniversario della nascita di Pietro Mennea La commemorazione avrà inizio il 28 giugno in via Porta Reale
Crollo di via Magenta, una lapide in ricordo delle vittime Crollo di via Magenta, una lapide in ricordo delle vittime Oggi una santa messa di commemorazione a Sant'Agostino
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.