Disfida di Barletta 2019
Disfida di Barletta 2019
Associazioni

140mila per la rievocazione della Disfida 2021, e per le associazioni di Barletta?

Le realtà unite nell'associazione “Settore cultura e spettacolo Barletta” si rivolgono con un appello al sindaco e al ministro Franceschini

Quasi 350mila per la prossima rievocazione della Disfida, con una deliberazione approvata oggi che prevede un impegno del Comune di 140mila euro. Nel frattempo però le associazioni culturali barlettane e i professionisti del mondo dello spettacolo rimangono ancora senza risposte, dopo mesi di attese e mobilitazioni che ad oggi non hanno avuto riscontri concreti.

Così l'associazione "Settore cultura e spettacolo Barletta" che riunisce decine di realtà attive a Barletta si rivolge con un appello all'amministrazione comunale con una lettera indirizzata al sindaco Cannito, agli assessori Carbone e Cilli, al segretario generale Domenico Carlucci e ai dirigenti Santa Scommegna e Michelangelo Nigro, comunicando inoltre che il contenuto della missiva sarà sottoposto anche al ministro Franceschini.

Di seguito il testo della loro comunicazione.

"L'Associazione di categoria "Settore cultura e spettacolo Barletta", che raccoglie un centinaio di iscritti tra liberi professionisti, artisti, freelancers, associazioni no profit e imprese della cultura, dello spettacolo e della formazione che hanno sede e/o operano a Barletta,

dopo numerose missive, incontri presso la sede comunale e l'occupazione simbolica del Teatro Curci - subito rientrata, a fronte alla promessa dell'Amministrazione di prendere in carico le nostre richieste - torna a scrivere per chiedere di chiudere il cerchio su una situazione che non trova, dopo mesi di tentata concertazione, alcuna risposta, umiliando di fatto la nostra categoria.

Questa lettera, non viene inviata per caso, oggi: leggiamo, infatti, l'approvazione e deliberazione del progetto BARLETTA DISFIDA OPERA VIVA, a cura del Direttore Artistico Sergio Maifredi, che prevede la realizzazione di un musical attraverso la creazione della "Grande orchestra popolare della Disfida" per una costo totale di euro 334.590,00 di cui l'impegno del Comune è di euro 140.000,00, cifra per cui è prevista una variazione di bilancio, come si legge nella delibera di riferimento.

Questa scelta appare un affronto alle richieste circostanziate e sofferte della nostra categoria, tanto più perché gran parte del gruppo di lavoro - di cui si legge nella bozza di progetto e sul quale ricadrà il corposo finanziamento - è di fuori Barletta, aspetto che non ci colpirebbe se si trattasse di nomi di chiara fama del panorama nazionale o internazionale: invece trattasi di professionisti del territorio…un altro, però. L'importante è che non sia il nostro: basta a tal proposito guadare il promo, in cui il narratore mostra un evidente accento settentrionale. Manca, pertanto, fin d'ora anche la supervisione dei prodotti che dovrebbero rappresentarci se è vero che sono strumenti di promozione turistico-culturale di Barletta.

Peraltro il budget, a noi esperti dei settori, appare madornale per la realizzazione di un musical che diventerà un prodotto video; un budget che probabilmente sarà impegnato prevalentemente per la promozione attraverso canali che non ci vedranno coinvolti, con ulteriore "storno" di soldi pubblici della città e del Ministero che dovrebbero invece diventare opportunità di lavoro in ambito territoriale. Specie in questo tragico momento.

Non dimentichiamo che anche l'AFC impone che una gran fetta dei finanziamenti, per la realizzazione dei film sostenuti, venga investita a favore di realtà con sede in regione; e in tutta Italia, da nord a sud, si stanno per promuovere festival d'arte, cultura e spettacolo organizzati da operatori locali.

Tali scelte, quindi, appaiono "scollegate" dalle reali esigenze del territorio oltre che lesive della dignità di noi operatori della città di Barletta che vantiamo – nella maggior parte dei casi – un pedigree analogo se non migliore rispetto a quello prospettato per la realizzazione del musical; salvando - sia ben chiaro - il direttore artistico, del quale non mettiamo in dubbio professionalità e notorietà.

Inoltre tali affidamenti avverrebbero al di fuori dell'approvazione di un albo di operatori e di un nuovo REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI PER ATTIVITÀ' CULTURALI E DI SPETTACOLO, a cui abbiamo contribuito con l'apporto di correttivi (inviati via PEC, come richiesto dall'amministrazione con avviso pubblico), frutto di un lavoro certosino, accompagnato da competenze tecniche, di molti dei nostri associati.
Anche per questo, nessuna risposta e l'incertezza di come si procederà.

Alla luce di quanto scritto, chiediamo, pertanto, oltre che il chiarimento definitivo e urgente di quanto il Comune potrà impegnare per il cartellone estivo e i relativi criteri, anche l'approvazione del regolamento tenendo conto dei nostri correttivi, prima della messa in campo del "progetto Disfida" per cui si chiede si proceda attraverso la trasparenza degli affidamenti - quelli diretti, gli appalti di servizi, la selezione delle collaborazioni professionali - e che nessuna attività avvenga attraverso l'uso strumentale del volontariato ma qualsiasi contributo lavorativo sia retribuito.

Si comunica, altresì, che tale lettera sarà inviata, per conoscenza, ai Consiglieri comunali e regionali, diffusa presso gli organi stampa e sottoposta all'attenzione del Ministro Franceschini".
  • Disfida di Barletta
  • Spettacolo
Altri contenuti a tema
"Cabaret di Stelle", per Fondazione S.E.C.A. arriva Franco Spadaro "Cabaret di Stelle", per Fondazione S.E.C.A. arriva Franco Spadaro Il 1° marzo va in scena a Trani il suo “ROMEOEGIULIETTA”
Istituita con legge regionale n. 3/2024 la Fondazione Disfida di Barletta Istituita con legge regionale n. 3/2024 la Fondazione Disfida di Barletta Emiliano: «L’istituzione della Fondazione della Disfida di Barletta darà un rinnovato impulso alle attività della Rievocazione Storica»
Domenica 18 febbraio il corteo per il 521° anniversario della Disfida di Barletta Domenica 18 febbraio il corteo per il 521° anniversario della Disfida di Barletta Tutti i divieti temporanei per consentire il passaggio dei figuranti
La Disfida di Barletta e la storia del suo monumento La Disfida di Barletta e la storia del suo monumento Il racconto dell'archivista di Stato Michele Grimaldi
5 Omaggio alla Disfida con una camminata all'Epitaffio in contrada Sant'Elia Omaggio alla Disfida con una camminata all'Epitaffio in contrada Sant'Elia Successo (nonostante il tempo incerto) per l'iniziativa promossa dagli "Amici del Cammino"
Disfida di Barletta, gli eventi in programma per il 521° anniversario Disfida di Barletta, gli eventi in programma per il 521° anniversario Gli eventi promossi dall'amministrazione comunale
"Il Cammino dei Cavalieri", l'11 febbraio raduno all'Epitaffio della Disfida "Il Cammino dei Cavalieri", l'11 febbraio raduno all'Epitaffio della Disfida L'iniziativa promossa dagli "Amici del Cammino" per l'anniversario della sfida
Istituita la Fondazione della Disfida di Barletta Istituita la Fondazione della Disfida di Barletta Via libera del consiglio regionale, la nota del capogruppo di "CON" Giuseppe Tupputi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.