Barletta-Lavello. <span>Foto Cosimo Campanella</span>
Barletta-Lavello. Foto Cosimo Campanella
Calcio

T. Altamura-Barletta 0-0, le pagelle

Piersanti sugli scudi, bene la difesa

Un Barletta rimaneggiato e in sofferenza fisica torna a casa con un buon punto da Altamura. Lo 0-0 finale è frutto di una prova di sacrificio da parte di tutta la squadra, capace ancora una volta di andare oltre le difficoltà. Ecco le pagelle del match.

Piersanti, voto 7: Sbarra la strada a Sosa involato a rete dopo 3', risponde presente a tutti i tentativi dalla distanza (notevole quello di Dipinto nella ripresa), sicuro nelle uscite e preciso nel guidare la difesa. Impreciso a chi?

Milella, voto 6.5: All'inizio soffre la verve di Casiello e della catena di sinistra murgiana, poi, con mestiere comincia a risalire la china e ribatte colpo su colpo fino a chiudere definitivamente la porta. Stoico ed essenziale.

Pollidori voto 6: Gioca da grande ex senza alcun timore e con la consueta personalità. Tiene botta in difesa, soffre un po' quando nella ripresa viene avanzato a centrocampo.

Petta, voto 6.5: Pronti via, si lascia sfuggire Sosa e viene salvato da super Piersanti. Superata l'indecisione risale la china senza sbagliare praticamente nulla fino a fine partita.

Marangi, voto 6.5: Sguardo imperturbabile, convinzione nei propri mezzi, chiusure precise e puntuali. Garanzia di affidabilità.

Feola, voto 5.5: Alla prima da titolare, inizia bene con un grande salvataggio su Ganci. Con il passare dei minuti prede lucidità e cala di rendimento fino alla sostituzione (dal 12' st. Telera, voto 6: Respinge tutto quello che c'è da respingere senza alcun tipo di fronzolo. "C'era da fare macelleria" ha scherzato mister Farina in conferenza stampa, e Peppe è senza dubbio un gourmet della categoria).

Cafagna, voto 5.5: La personalità non manca mai, a volte però eccede in qualche controllo rischioso come quando nel primo tempo scivola pericolosamente in area. Lotta su ogni pallone ma fatica anche per la pesantezza del campo. (dal 27' st. Mininno, sv: una manciata di minuti per far legna a centrocampo).

Maccioni, voto 6.5: Continua il suo buon momento. Dopo il gol e l'assist contro il Lavello si produce in una prova vivace e ricca di spunti. Molto bene palla al piede, predisposto al sacrificio.

Russo, voto 6.5: Il cross per la testa di Lattanzio è un cioccolatino da scartare. Da solo mette in apprensione un'intera difesa e si produce in un duello rusticano con Bertolo con il quale condivide forza fisica (e pochi capelli). Da fine primo tempo gioca con una vistosa fasciatura alla coscia, ciò non gli impedisce di tenere botta, stoica la sua scivolata in ripiegamento difensivo prima di lasciare il posto a Zaldua allo scoccare del 90'. (dal 45' st. Zaldua, sv).

Lattanzio, voto 6: Ahi Ricky, lo meritavi tutto quel gol. Il movimento ad anticipare il difensore per colpire di testa sul cross di Russo è perfetto, da vero attaccante. Solo la bravura (e la fortuna) di Spina gli (e ci) strozzano l'urlo in gola. Tiene bene il campo soprattutto nel primo tempo, cala alla distanza. (dal 34. st. Visani sv).

Lavopa, voto 6: Dove lo metti, sta. Torna a fare l'esterno di sinistra in avanti per sostituire l'amico Loiodice e offre la consueta prestazione essenziale fatta di sacrificio e qualità. (dal 18' st. Loiodice, voto 6: Gioca Loiodice? L'interrogativo ha agitato la città alla vigilia della trasferta di Altamura più di quanto possa aver fatto l'imminente chiusura del sottovia Imbriani. Alla fine Nicola è partito dalla panchina e quando è entrato si è capito perchè. Non al meglio, si sacrifica per i compagni cercando uno spunto vincente che non arriva. Il suo sacrificio spiega al meglio la forza di questo gruppo).

Farina, voto 6.5: Di necessità, virtù. Deve fare a meno di Vicedomini squalificato e di Loiodice acciaccato, ma sa di poter contare su un gruppo coeso e disposto al sacrificio. La squadra gioca un gran primo tempo e meriterebbe il gol. Nella ripresa tutti in trincea pronti a ripartire. Il punto conquistato in casa di una squadra imbattuta da due mesi è davvero tanta roba.
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Con le unghie e con i denti, il Barletta batte il Bitonto in nove Con le unghie e con i denti, il Barletta batte il Bitonto in nove 2-1 al “Puttilli”, decide Pollidori
Barletta-Bitonto: conta solo vincere Barletta-Bitonto: conta solo vincere Il prossimo impegno dei biancorossi e il programma della quinta giornata di ritorno di Serie D
Francavilla-Barletta: un’altra occasione mancata, anche se nulla è perduto Francavilla-Barletta: un’altra occasione mancata, anche se nulla è perduto Il commento alla domenica biancorossa e alla 21esima di campionato
1 Ancora un pari, Barletta frenato a Francavilla Ancora un pari, Barletta frenato a Francavilla Al “Fittipaldi” finisce 0-0
Calcio, Francavilla-Barletta: come una finale Calcio, Francavilla-Barletta: come una finale Il prossimo impegno dei biancorossi e il quadro della 21esima giornata di Serie D
È sempre febbre biancorossa È sempre febbre biancorossa Dopo le code per la gara contro la Cavese, tutti a caccia dei mini-abbonamenti
9 Fumogeni e danni allo stadio "Puttilli" dopo Barletta-Cavese Fumogeni e danni allo stadio "Puttilli" dopo Barletta-Cavese Segnalati anche atti osceni in luogo pubblico: la condanna dell'ASD Barletta 1922
1 Barletta - Cavese il giorno dopo Barletta - Cavese il giorno dopo Sorpasso in vetta mancato per centimetri. Ma anche consapevolezza che la Serie C non è impossibile
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.