Editalia Barletta
Editalia Barletta
Calcio a 5

Grande festa per l'Editalia Barletta, promozione in serie B

Successo contro l'Ostuni tra le mura del PalaBorgia

Finisce con un "lieto fine" la favola dell'Editalia C5 nella stagione 2018/2019. I biancorossi di Ciccio Vaccariello, dopo aver conquistato a gennaio la Coppa Puglia, si ripetono in quello considerato da due anni il grande sogno della società presieduta da Vito Cervello: la promozione in Serie B. Vittoria doveva essere e vittoria è stata: l'Editalia doma per 5-2 l'Ostuni e fa festa in un "PalaBorgia" che ha risposto, come sempre, presente, trascinando il team barlettano in una partita mai in discussione.

1500 gli spettatori presenti per il "big match" dell'ultima giornata. Dopo una sostanziale fase di studio, i biancorossi passano in vantaggio al 5′: Pedro Silva ruba palla in banda destra e serve un "cioccolatino da scartare" ad Acocella che, con freddezza, supera Bussunda. Il gol fa esplodere il pubblico di casa in un boato liberatorio. L'Ostuni prova ad affidarsi alle iniziative di Schiavone e Lisi, ma la difesa del team locale, presieduta da un "Zazzà" Dibenedetto recuperato a tempi record, fa buona guardia. Nella seconda metà del primo tempo, è Faria a raddoppiare con un numero sull'out di destra e con una conclusione che accarezza il palo prima di infilarsi in rete. L'Editalia gioca sul velluto, ma la situazione falli premia l'Ostuni con due tiri liberi: sul primo Lisi accorcia per il 2-1, sul secondo Dibenedetto fa buona guardia.

Nella ripresa è monologo dei biancorossi che, dopo due minuti, triplicano. Pedro Silva raccoglie un lancio di Dibenedetto e scavalca Bussunda con un pregevole pallonetto che termina proprio sotto l'incrocio. Splendida prodezza per il giovane laterale portoghese, che fa da preludio alla grande parata di Dibenedetto su un colpo di tacco ravvicinato di Fiorentino. L'Ostuni sbatte contro l'attenta difesa barlettana che, in contropiede, trova il 4-1 con uno scatenato Pedro Silva: piattone che non dà scampo a Bussunda. Ultime battute: Acocella realizza su tiro libero il 5-1, mentre Salamida entra nelle statistiche con la rete del 5-2. Il neoentrato Salvatore Dibenedetto appoggia a Divincenzo che indietreggia per il countdown invocato da tutto il "PalaBorgia": l'Editalia è, per la prima volta nella sua storia, in Serie B. Tre trofei festeggiati nell'arco di tre stagioni, double nell'annata corrente, e non finisce di certo qui!

B…ENVENUTA EDITALIA!

  • Eraclio Calcio a 5
Altri contenuti a tema
L’Editalia C5 di Barletta torna al successo L’Editalia C5 di Barletta torna al successo Termina 3-0 il match contro il Monte Sant’Angelo
Non sarà Carovigno la sede delle finali regionali di Coppa Non sarà Carovigno la sede delle finali regionali di Coppa Clamorosa decisione del comitato pugliese della Federcalcio
Editalia C5, successo netto sul sintetico di Palo del Colle Editalia C5, successo netto sul sintetico di Palo del Colle Sabato prossimo tocca alla sfida contro il fanalino di coda ApuliaSport
Vittoria per l'Editalia Barletta: pokerissimo contro l'ex capolista Andria Vittoria per l'Editalia Barletta: pokerissimo contro l'ex capolista Andria Finisce 5-2 il match al PalaBorgia
Primo stop per l'Editalia, il Trulli espugna il PalaBorgia Primo stop per l'Editalia, il Trulli espugna il PalaBorgia Due espulsioni e tre assenze importanti bloccano i biancorossi
Editalia C5 pronta al debutto presso il "PalaBorgia" Editalia C5 pronta al debutto presso il "PalaBorgia" Appuntamento alle ore 16 per la partita contro Taranto
Editalia, si riparte con la prima di campionato a Castellaneta Editalia, si riparte con la prima di campionato a Castellaneta Il team barlettano ha voglia di migliorare il risultato ottenuto nella scorsa stagione
Stagione al termine, il bilancio dell'Eraclio Calcio a 5 Stagione al termine, il bilancio dell'Eraclio Calcio a 5 Il tecnico Vaccariello: «Rammarico per non aver raggiunto i playoff»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.