Barletta Calcio Acrobazia
Barletta Calcio Acrobazia
Calcio

Calcio, le pagelle di Barletta – Catanzaro

Muwana e Cavaliere migliori in campo

Insufficiente prestazione del Barletta nella semifinale d'andata del play off, disputata al "Puttilli" davanti a circa 4000 spettatori. I biancorossi sono entrati tardi in partita, lasciando troppo spazio alle incursioni catanzaresi. D'altro canto i calabresi sono apparsi più in forma e hanno battuto il Barletta con la loro stessa arma: la corsa e gli scambi veloci. Sciannimanico ha confermato che i problemi di gioco verificatisi domenica sono causati dai numerosi acciacchi che hanno colpito i biancorossi. Muwana, Infantino, Gambuzza e Cutrupi sono scesi in campo con infiltrazioni e sono ancora in dubbio per la gara di ritorno. Ciononostante, in casa biancorossa la speranza è l'ultima a morire. Occorre ora rimboccarsi le maniche e lavorare ancor più duramente per offrire un degno spettacolo al Ceravolo, per l'orgoglio della maglia, onorando la Città.

Ecco le pagelle del Barletta:

Di Masi 6: Incolpevole sul gol di Mosciaro, nel primo tempo vede sbucare catanzaresi da ogni parte e cerca di coprire le voragini lasciate dai compagni. Per una volta non perfetto con i piedi. Forse sente il peso di una stagione vissuta da protagonista assoluta, ma non deve mollare proprio ora. COMBATTIVO

Cutrupi 5: In difesa domenica è un disastro, sbaglia passaggi importanti, e in avanti non incide più di tanto. Sciannimanico lo tiene in campo nonostante i suoi problemi fisici ma si vede che è sottotono. Spinge poco ma sbaglia troppo. Torna lentamente in difesa dopo le folate offensive. CONFUSO

Gambuzza 5: Dove è finita la difesa rocciosa e impenetrabile di fine campionato? Anche lui non è certo al 100% ma sbaglia davvero tanto. Soffre il furetto Montella. Si spera in un suo recupero pieno per il ritorno per il Catanzaro. DISPERSO

Marchetti 5,5: Perde sicurezza, sbaglia troppo, ma almeno lui interviene su qualche palla in più. Spazza l'area in più di un'occasione, ma domenica lui e Gambuzza non convincono. DUBBIOSO

Legittimo 5,5: In attacco si propone più di Cutrupi ma in difesa stenta anche lui. Torna lentamente dalle incursioni offensive, creando grattacapi ai colleghi di reparto. Soffre il caldo e viene sostituito nel finale da Manganaro. ORDINARIO

Manganaro 6: sostituisce Legittimo per l'ultimo quarto d'ora e il cambio si nota sulla fascia. È più propositivo, meriterebbe forse più spazio. PROPOSITIVO

Rescio 5: sbaglia un'infinità di palle, non si trova a suo agio nel ruolo di vice Carozza e contro il Catanzaro emergono tutte le sue difficoltà. Gli manca anche il dribbling. Non illumina il gioco. SPENTO

Menicozzo 5,5: non è lui sul banco degli imputati per la prima mezz'ora disastrosa dei biancorossi, ma viene sacrificato per permettere l'ingresso di Cavaliere, che rende più vivace la manovra. Certo non rende al massimo e soffre la pressione avversaria. SACRIFICATO

Cavaliere 6,5: finalmente ritorna a pieno servizio il Cavaliere di inizio campionato. Si propone, dribbla, attacca, tira, fa sponde. Una pedina importante. Di sinistro mette i brividi a Vono. Sciannimanico ringrazia per il suo ritorno. TONICO

Muwana 6,5: il capitano perde smalto, ma rimane sempre la solita diga. Lotta come un leone e talvolta è troppo impulsivo. I suoi lanci non sono perfetti, ma almeno non molla mai. Gioca con un'infiltrazione, ma i suoi problemi fisici non si vedono affatto. RINGHIOSO

D'Allocco 5,5: in attacco lotta e si fa valere, ma gli manca lo spunto. Non incide con calci d'angolo e punizioni. SOTTOTONO

Infantino 5: dove è finito l'attaccante attivo e propositivo ammirato nelle ultime uscite biancorosse? Corre, si propone, ma appare troppo macchinoso. Offre un bell'assist a Simoncelli, ma lo si ricorda più per il giallo rimediato per fallo di mano e per il nervosismo. Esce al 58' per Shiba, ma è distrutto. Non è apposto fisicamente, e si vede. LEZIOSO

Shiba 6: il ragazzone albanese entra per l'ultima mezz'ora e si rende utile alla causa. Impegna la difesa calabrese, ma dovrebbe centrare di più i pali. Ha talento, sarebbe un campione se vedesse di più la porta. Fermato da un sospetto fuorigioco mentre si involava verso Vono. INTRAPRENDENTE

Simoncelli 5,5: stranamente contro il Catanzaro non è decisivo. Corre, si sfianca, dribbla, ma non è al 100%. Spreca un paio di palle gol. Potrebbe dare di più. FURETTO IN PAUSA

Sciannimanico 6: con l'organico ridotto all'osso e con 3 infortunati non poteva chiedere di più. I suoi cambi incidono favorevolmente nella partita. Ci crede ancora e ci crederà fino al fischio finale.
6 fotoBarletta - Catanzaro, sconfitta all'andata
Barletta - CatanzaroBarletta - CatanzaroBarletta - CatanzaroBarletta - CatanzaroBarletta - CatanzaroBarletta - Catanzaro
  • SS Barletta Calcio
  • Calcio
  • Sconfitta
Altri contenuti a tema
Il barlettano Francesco Divittorio è un nuovo calciatore della Città di Fasano Il barlettano Francesco Divittorio è un nuovo calciatore della Città di Fasano Il terzino classe 2003 riparte dalla provincia di Brindisi. Per lui esperienze con Fidelis Andria e Bisceglie
Irene Divittorio alla Sampdoria: ora è ufficiale Irene Divittorio alla Sampdoria: ora è ufficiale Dopo provini e successi, da oggi Irene Divittorio diventa una nuova blucerchiata
Barletta calcio 2022/23: entusiasmo a “mille” e oltre Barletta calcio 2022/23: entusiasmo a “mille” e oltre Campagna abbonamenti da record per una stagione, si auspica, da protagonisti
Memorial “Ruggiero Napoletano”: vince il Bari, Fidelis Andria al secondo posto Memorial “Ruggiero Napoletano”: vince il Bari, Fidelis Andria al secondo posto Il torneo in memoria del giovane calciatore barlettano vinto dalla società biancorossa
Eurogol di Sante Russo e il sogno di coppa del Barletta continua Eurogol di Sante Russo e il sogno di coppa del Barletta continua I biancorossi superano l’ostico San Marzano nel primo incontro del girone della fase nazionale di Coppa Italia
Tre gol, tre punti del Barletta dei giovani, con tanto di allungo in classifica Tre gol, tre punti del Barletta dei giovani, con tanto di allungo in classifica Marangi, Nannola e Cafagna trascinano i biancorossi contro un combattivo Canosa
1 Insulti alla speaker di Barletta. La solidarietà non basta più. Insulti alla speaker di Barletta. La solidarietà non basta più. È ora che chi sbaglia paghi: distinguiamo il tifo sano dall’idiozia
Barletta:  altro giro, altro poker Barletta: altro giro, altro poker I biancorossi schiantano quasi di inerzia anche il Borgorosso Molfetta
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.