Barletta-Team Altamura 0-2. <span>Foto Cosimo Campanella</span>
Barletta-Team Altamura 0-2. Foto Cosimo Campanella
Calcio

Barletta-Team Altamura 0-2: e adesso che succede?

Il KO interno contro la capolista pone fine agli ultimi sogni di gloria dei biancorossi, attesi ora da un futuro quanto mai incerto

Che dire, è bastata una Team Altamura appena discreta per riportare sulla terra in maniera definitiva un Barletta scarico, appannato, rassegnato e inconsistente, dal momento che a fine gara i guanti del portiere altamurano Fernandes avevano le dita appena velate dal solo colpo di testa del "Tato" Diaz, per l'unica occasione piuttosto favorevole capitata ai biancorossi scaturita per altro dall'unico schema che questa squadra è sembrata conoscere: il cross dagli esterni per la punta centrale. Non un imbucata infatti, non un inserimento da dietro dei centrocampisti, giammai provare il tiro da fuori.

Contro la Team Altamura si è visto un Barletta che non è andato oltre una sterile circolazione di palla e una quantità abnorme di cross dal fondo sistematicamente preda dei corazzieri altamurani Bertolo e Mattera. A ciò si aggiungano i due sanguinosi errori difensivi costati due gol, figli (specialmente il secondo) di quello che i vacui, e oggettivamente sempre più banali e fastidiosi, sacerdoti (o aspiranti tali) del cosiddetto "belgiuoco", definiscono come calcio "moderno e propositivo".
18 fotoBarletta-Team Altamura 0-2
Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2Barletta-Team Altamura 0-2
Sia chiaro, non è certo colpa di Ciro Ginestra se Inguscio perde una palla tanto banale quanto pericolosa al limite dell'area, e se il Barletta è solo l'ultima delle numerosissime vittime più o meno illustri della famigerata "costruzione dal basso". Al mister (di cui mentre scriviamo ignoriamo quale sarà la sorte, alla luce dell'ennesimo silenzio stampa proclamato dalla società) vorremmo solo chiedere come mai si è fatto a meno di Cafagna e non si è schierato sin da subito Russo (il più positivo contro l'Altamura, o il meno peggio, a seconda dei punti di vista) e Ngom. E inoltre, alla luce degli otto gol subiti in tre gare (cinque nelle restanti dieci) come mai si è abbandonata la difesa a quattro che, in mancanza d'altro, bene o male aveva dato discreta solidità a questa squadra?

Per tutto il resto tra qualche giorno sarà tempo di mercato di riparazione, un periodo nel quale il tifoso medio inizia a fantasticare su eventuali rinforzi da apportare a quest'organico.

Tuttavia, visto l'impietoso trend del Barletta contro avversari di un certo peso, e vista l'attuale posizione in classifica da "né carne, né pesce" occupata dai biancorossi, oltre ai possibili e auspicati rinforzi ci potrebbe essere purtroppo da mettere in preventivo eventuali mal di pancia e voglia di lottare per ben altre ambizioni di classifica e di carriera di più di qualche elemento in rosa, magari stanco di beccarsi fischi e improperi dai tifosi a fine partita. Uno scenario già verificatosi contro la Palmese, ripetutosi contro la Team Altamura e che con queste premesse quasi sicuramente non mancherà di ripetersi altre volte.

In tutto questo bailamme, quel che sarà del Barletta 1922 nel futuro a breve-medio termine ovviamente passa per le intenzioni del presidente Dimiccoli, probabilmente nel momento forse più difficile da quando è al timone della società.
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
Mario Dimiccoli rompe il silenzio: «Lotito? Qualcosa c'è, premiata la serietà della società» Mario Dimiccoli rompe il silenzio: «Lotito? Qualcosa c'è, premiata la serietà della società» Il presidente onorario intervenuto ai microfoni di Antenna Sud ha parlato anche della contestazione
1 Lotito: «Compro il Barletta? Mi arrivano 500mila proposte, poi lo vedremo» Lotito: «Compro il Barletta? Mi arrivano 500mila proposte, poi lo vedremo» Il patron della Lazio risponde circa il suo possibile interessamento al club biancorosso
1 Barletta-Matera 2-0. Finalmente tre punti. Finalmente una squadra Barletta-Matera 2-0. Finalmente tre punti. Finalmente una squadra Biancorossi vittoriosi dopo tre mesi di turbolenta agonia
Lotito a Barletta? Maneggiare con cura Lotito a Barletta? Maneggiare con cura L’interesse del patron della Lazio per il club biancorosso non è fantascienza, ma serve cautela
Finalmente Barletta! Camilleri e Diaz stendono il Matera Finalmente Barletta! Camilleri e Diaz stendono il Matera Primo successo e primi gol del 2024 per i biancorossi di Ciullo
Verso Barletta-Matera, Ciullo: «Dobbiamo dimostrare di poter vestire questa maglia» Verso Barletta-Matera, Ciullo: «Dobbiamo dimostrare di poter vestire questa maglia» Le parole del tecnico alla vigilia della sfida ai lucani
Barletta-Matera: cercasi con urgenza svolta della stagione Barletta-Matera: cercasi con urgenza svolta della stagione Biancorossi attesi da una partita bivio dopo due settimane a dir poco burrascose
1 Barletta 1922: la protesta del popolo biancorosso contro la proprietà Barletta 1922: la protesta del popolo biancorosso contro la proprietà Sfila per le vie della città la manifestazione pacifica del tifo organizzato Rabbia, delusion
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.