Barletta-Lavello. <span>Foto Cosimo Campanella</span>
Barletta-Lavello. Foto Cosimo Campanella
Calcio

Barletta a Nardò per tornare a stupire

Il prossimo impegno dei biancorossi e il programma della 16a giornata del girone A di Serie D

L'ultima volta tra Nardò e Barletta al "Giovanni Paolo II" risale al 18 settembre 2005. Era il Barletta del presidente Flora, di mister Marcello Chiricallo, dei fratelli Lanotte, dei fratelli Rizzi e del bomber Daniele Medico. Una squadra che si avviava a stravincere il campionato di Eccellenza.

Per la cronaca, la trasferta di Nardò si concluse con successo biancorosso grazie ad una rete di Vincenzo Lanotte al culmine di una splendida azione corale.
Riguardo le statistiche generali dei confronti tra Nardò e Barletta, la bilancia pende decisamente dalla parte dei biancorossi con 10 vittorie, 2 pareggi e sole 2 sconfitte (0-3 in Salento nel 1967, e 0-1 al vecchio "Lello Simeone" nel 1969), entrambe in Serie C.

Tornando ai giorni nostri, il confronto tra il Barletta e i granata salentini giunge al termine di una settimana tra le più "lunghe" di questa stagione.
Del resto succede così ogni qualvolta i ragazzi di Farina non "soddisfano" in pieno le aspettative dei tifosi: che siano questi ultimi le solite poche ma fastidiose cassandre, o quelli semplicemente ansiosi di immediato riscatto.

Ma l'attesa per Nardò-Barletta è particolarmente sentita anche, se non soprattutto, per la grande importanza della posta in palio.
Dopo la sconfitta di Brindisi (la prima in questo campionato), il Nardò è praticamente quasi con le spalle al muro, e solo con un successo contro Pollidori e compagni gli uomini di mister Ragno possono continuare a coltivare ambizioni di primato.

Dal canto suo il Barletta, se vuole quanto prima raggiungere il tanto strombazzato "obiettivo salvezza" (chiamiamolo così per ora) non può permettersi di inciampare ancora. Ne è consapevole mister Francesco Farina, così come ne sono consapevoli i ragazzi, i cui volti tirati e delusi dopo il pareggio con il Matera non potrebbero costituire miglior manifestazione di voglia, determinazione ed attaccamento alla maglia.

Detto dell'impegno del Barletta a Nardò, il match clou della sedicesima giornata del girone H di Serie D è indubbiamente quello del "Simonetta Lamberti" di Cava dè Tirreni tra la Cavese capolista e il Brindisi terzo in classifica, reduce da tre vittorie di fila.
Il programma della giornata vede altri confronti molto interessanti, come ad esempio il derby tra il Molfetta (che in questi giorni è alla ricerca del successore dell'esonerato mister Bartoli) e una Team Altamura il cui obiettivo è non perdere contatto dalle prime.

Altra gara dal pronostico per nulla scontato è quella tra il Fasano e quel Matera che tanto ha impressionato al Puttilli.
Impegno esterno da dentro o fuori invece per un Casarano praticamente costretto a vincere in casa del Francavilla in Sinni se non vuole dire addio con mortificante anticipo ad ogni velleità lotta per il primato in classifica, che già oggi dista ben dieci punti.

Per quanto riguarda la zona salvezza, rischia seriamente il tracollo l'Afragolese, che non vince dal 9 ottobre ed è chiamata ad un impegno difficilissimo in casa di un Gladiator, che invece punta decisamente la zona play off.
Praticamente all'ultima spiaggia infine la Puteolana, che ospita un Lavello anch'esso in caduta libera, e per il Gravina, impegnato nel derby contro il Martina.
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
SSD Barletta 1922 o Barletta Calcio Sport? Questo è un problema… SSD Barletta 1922 o Barletta Calcio Sport? Questo è un problema… Romano (e Dimiccoli) incassano il no di Daleno. Dibenedetto prova a riesumare un glorioso passato. In m
Barletta 1922, tra ombre e divisioni Barletta 1922, tra ombre e divisioni La svolta societaria è arrivata (forse), ma le macerie da raccogliere sono tantissime
4 Michele Dibenedetto: «Riparto con il progetto Audace, fatto il possibile per prendere il Barletta» Michele Dibenedetto: «Riparto con il progetto Audace, fatto il possibile per prendere il Barletta» L'imprenditore barlettano in conferenza stampa
1 Barletta 1922, inizia l'era Romano: «Giudicatemi per ciò che farò» Barletta 1922, inizia l'era Romano: «Giudicatemi per ciò che farò» Prima conferenza stampa del nuovo presidente biancorosso
Cessione Barletta 1922, fatta con Marco Arturo Romano Cessione Barletta 1922, fatta con Marco Arturo Romano Alle 10 domani conferenza stampa
1 Torna a parlare Mario Dimiccoli: «Commessi errori in buona fede» Torna a parlare Mario Dimiccoli: «Commessi errori in buona fede» Annunciata domanda di ripescaggio, nessun accenno alla trattativa con Romano
Cessione Barletta 1922, Romano ad un passo dal club Cessione Barletta 1922, Romano ad un passo dal club L'imprenditore laziale sta per arrivare in città
Cessione Barletta 1922, l’ultimatum di Dibenedetto: «Non andremo oltre il 7 giugno» Cessione Barletta 1922, l’ultimatum di Dibenedetto: «Non andremo oltre il 7 giugno» La nota firmata dall’avvocato Michele Cianci
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.