Barletta - Trani
Barletta - Trani
Cara Barletta ti scrivo

Barletta contro Trani, nuova "disfida" per la cultura

Il giornalista Nino Vinella scrive una pubblica lettera al Sindaco Mino Cannito

«Caro Sindaco, la nuova "Disfida" fra Barletta e Trani per la candidatura a Capitale italiana della Cultura 2021 deve andare oltre gli strilli mediatici, gli annunci, i veleni e la rissosità degna (o indegna) dell'anno appena iniziato sotto il segno della prossime elezioni regionali.

Essa merita quel necessario e responsabile approfondimento tecnico, che trova la sua ragion d'essere nell'articolo 5 del bando a firma del ministro Franceschini, dove si stabiliscono i dieci criteri per il conferimento del titolo. E che invito tutti i Concittadini a leggere attentamente: a) coerenza del progetto rispetto alle finalità di legge e alle altre iniziative di valorizzazione del territorio nonché il grado di coordinamento e la sinergia degli interventi proposti; b) efficacia del progetto come azione culturale diretta al rafforzamento della coesione e dell'inclusione sociale, con particolare riferimento alle giovani generazioni; c) previsione di forme di cofinanziamento pubblico e privato, condivisione progettuale con altri enti territoriali e con soggetti pubblici e privati portatori di interesse presenti sul territorio; d) efficacia della struttura incaricata per lo sviluppo e l'attuazione del progetto contenuto nel dossier di candidatura e per il monitoraggio dei risultati; e) innovatività e capacità delle soluzioni proposte di fare uso di nuove tecnologie, anche al fine del maggiore coinvolgimento dei giovani e del potenziamento dell'accessibilità; f) capacità del progetto di incrementare il settore turistico, anche in termini di destagionalizzazione delle presenze; g) realizzazione di opere e infrastrutture di pubblica utilità destinate a permanere sul territorio a servizio della collettività; h) coerenza del cronoprogramma; i) effetto di "completamento", inteso quale capacità di favorire la piena realizzazione di progetti già avviati ma non ancora conclusi; l) coerenza degli obiettivi del progetto con quelli stabiliti dall'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell'ONU.

Caro Sindaco, tutti questi dieci criteri, nessuno escluso, dovranno essere tenuti presente da chi dovrà redigere il cosiddetto "dossier di candidatura" da presentare entro il prossimo 2 marzo, ovvero fra poco più di una quarantina di giorni sul calendario, molti di meno se consideriamo i lavorativi. Scommessa, e dunque un'altra nuova… disfida: quella sulla Cultura del capitale vero, quello che conta davvero, il capitale umano e sociale.

Domandiamoci però: e chi dovrà redigere il dossier al Comune di Barletta, fra assessorato alla Cultura e settore dei servizi e beni culturali? E chi avrà magari il buonsenso di coinvolgere il Consiglio comunale tramite le specifiche Commissioni Consiliari (Cultura e Attività produttive) o perfino le apposite Consulte rimaste finora sulla carta?

Caro Sindaco, occorre coinvolgere invece tutta intera la Cittadinanza per pareggiare i conti con la Tua veemenza delle dichiarazioni rilasciate ai media, dichiarazioni che riportano all'impressione del cosiddetto "uomo solo al comando", immagine vincente consacrata dall'esito della campagna elettorale ma sbiaditasi via via ed annacquata dalle più recenti vicende assessorili. Coraggio e audacia ci vogliono, ancora di più.

Forse è arrivato il momento di volere più bene a Barletta che a certi barlettani…»

Nino Vinella, giornalista
  • Patrimonio culturale
  • cultura
  • Lettera aperta
Altri contenuti a tema
1 Barletta celebra la cultura ebraica: «Dalla Puglia è nata l’Europa ebraica» Barletta celebra la cultura ebraica: «Dalla Puglia è nata l’Europa ebraica» Si è conclusa ieri la due giorni di eventi della XXI edizione della giornata europea della cultura ebraica
"Intra Moenia", la fortezza di Barletta osservata dal basso verso l'alto "Intra Moenia", la fortezza di Barletta osservata dal basso verso l'alto Successo per il primo appuntamento dell'evento “Intra et Extra Moenia"
Turismo e cultura in crisi: dalla Regione 50 milioni a fondo perduto Turismo e cultura in crisi: dalla Regione 50 milioni a fondo perduto Dei 50 milioni stanziati, 40  sono al comparto  del Turismo e 10 a quello  della Cultura
Sky Arte alla scoperta delle bellezze di Barletta Sky Arte alla scoperta delle bellezze di Barletta Quanto girato andrà in onda nel programma televisivo “Sei in un Paese Meraviglioso”
Eventi estivi a Barletta, il Comune propone di utilizzare i fondi della Disfida Eventi estivi a Barletta, il Comune propone di utilizzare i fondi della Disfida Il settore Cultura del Comune di Barletta sta lavorando ad un bando rivolto agli operatori del settore
1 Settore cultura dimenticato, «la programmazione deve coinvolgere imprese, associazioni e lavoratori» Settore cultura dimenticato, «la programmazione deve coinvolgere imprese, associazioni e lavoratori» Il commento di Rosa Cascella, segretaria cittadina del Partito Democratico
Canne della Battaglia, un video sullo storico scontro sui canali del Mibact Canne della Battaglia, un video sullo storico scontro sui canali del Mibact La cultura non si ferma. Così il Ministero ha reso fruibili online le bellezze italiane
Cultura e spettacolo, dalla Regione Puglia 17 milioni di euro per il settore Cultura e spettacolo, dalla Regione Puglia 17 milioni di euro per il settore Il Piano per sostenere imprese e operatori è stato approvato oggi dalla Giunta regionale
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.