Mare di Barletta
Mare di Barletta
Associazioni

ZES Adriatica, Assinpro: «Barletta deve esserci!»

L'invito dell'Associazione Industriali a partecipare al bando: «Una ghiotta opportunità»

E' stato di recente pubblicato il bando relativo all'assegnazione di nuove aree ZES. L'Avviso pubblico della Regione Puglia è rivolto agli Enti Locali della Regione Puglia per l'attribuzione delle aree residue e non assegnate delle Zone Economiche Speciali Interregionali Ionica e Adriatica. Tale 'riconoscimento' persegue le finalità dei Piani di Sviluppo Strategici delle stesse ZES.

I Piani di Sviluppo Strategici approvati promuovono la competitività delle imprese, l'incremento delle esportazioni e dei traffici portuali, la creazione di nuovi posti di lavoro e il rafforzamento del tessuto produttivo e logistico attraverso stimoli alla crescita industriale e all'innovazione.

L'area candidata dovrà configurarsi come porto, area retroportuale anche di carattere produttivo ed aeroportuale, piattaforma logistica o interporto e non potrà includere aree residenziali.

"Le zone ancora disponibili sono pari a 261,10 ettari - spiegano da ASSINPRO - e vedrebbero Barletta in piena linea con i criteri fissati dal bando proprio in considerazione della sua area portuale. Ricordiamo che la Città della Disfida non rientrò nella prima attribuzione e quella attuale rappresenterebbe una ghiotta occasione per lo sviluppo economico-produttivo cittadino e del territorio tutto".

"Il bando parla chiaro: la Zes può comprendere anche aree non territorialmente adiacenti purché presentino un nesso economico e funzionale con l'area portuale individuata nella perimetrazione della Zona Economica Speciale e adeguate infrastrutture di collegamento con la stessa. Tra i criteri di preferenza, per questo motivo, vi è anche la possibilità di candidature 'congiunte' tra più Comuni/Enti Locali. Il Sistema Territoriale Integrato comprende le aree appartenenti ad Enti Locali diversi che condividono, per ragioni territoriali o economiche, fattori come piani di sviluppo, servizi alle imprese, attività di promozione territoriale, dotazioni infrastrutturali e logistiche esistenti o programmate, siti produttivi intesi come filiere, distretti di produzione, distribuzione e consumo specifici. Le domande, redatte con le modalità fissate nell'Avviso, dovranno essere inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata entro 90 giorni dalla pubblicazione dell'Avviso nel Bollettino Ufficiale Regione Puglia".

"E' importante coinvolgere - concludono da ASSINPRO - tutti i soggetti, gli attori interessati, i cosiddettistakeholders (associazioni di categoria, sindacati, imprese, organizzazioni). Chiediamo per questo, considerate le dichiarazioni favorevoli del sindaco Cannito e dell'assessore Lanotte, di indire subito dei tavoli di confronto e di condivisione. Riteniamo che il Comune di Barletta debba esserci perchè ha tutte le carte in regola per farlo e comunichiamo sin da ora, quale associazione di categoria di imprenditori e industriali, la possibilità di offrire il nostro supporto gratuito alla Pubblica Amministrazione per il raggiungimento di un obiettivo comune di crescita della nostra Città, del nostro Territorio".
  • Porto
Altri contenuti a tema
1 Fondi per il porto di Barletta, interviene Assuntela Messina Fondi per il porto di Barletta, interviene Assuntela Messina «Opera importante, con un grande significato per l'economia del nostro territorio»
Stanziati 5 milioni per il porto di Barletta, la nota del senatore Damiani Stanziati 5 milioni per il porto di Barletta, la nota del senatore Damiani «Non si tratta di somme esaustive ma è un primo step utile per dare nuovo ossigeno»
Nel porto di Barletta una grande esercitazione di security portuale Nel porto di Barletta una grande esercitazione di security portuale Simulati interventi in operazioni antiterrorismo, antincendio e antinquinamento
1 Lavori nel porto di Barletta, Damiani presenta un emendamento Lavori nel porto di Barletta, Damiani presenta un emendamento Il senatore barlettano ha chiesto uno stanziamento di 16 milioni di euro per l'esecuzione dei lavori
2 Il porto di Barletta aperto in futuro alle mini crociere Il porto di Barletta aperto in futuro alle mini crociere Presentato a Bari il progetto Themis che coinvolge anche la nostra città
Porto di Barletta e Zes, il Partenariato economico incontra Patroni Griffi Porto di Barletta e Zes, il Partenariato economico incontra Patroni Griffi Confronto il prossimo 4 ottobre presso il Future Center
Salviamo gli antichi cannoni navali a Levante Salviamo gli antichi cannoni navali a Levante «Recuperare queste importanti testimonianze del passato al pari del Trabucco»
La Zes Adriatica è realtà, il premier Conte firma il decreto di istituzione La Zes Adriatica è realtà, il premier Conte firma il decreto di istituzione Borracino: «Obiettivo di straordinaria importanza. Puglia unica regione ad averne due»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.