Via Tatò
Via Tatò
La città

La Nuova Aurora replica su via Tatò: «Non subiremo passivamente questa immotivata revoca»

La società interviene dopo la revoca della convenzione di adozione dell'area verde

«In relazione alla revoca dell'affidamento dell'area a verde di via Tatò e alle notizie che si stanno diffondendo, la società Nuova Aurora srl, ritiene sia doveroso ringraziare preliminarmente i residenti di via Tatò per la vicinanza dimostrata sia opportuno ricostruire l'intera vicenda amministrativa». Ad intervenire, ricostruendo la vicenda, è la società con cui il Comune di Barletta ha prima siglato una convenzione di adozione dell'area verde di Don Michele Tatò e poi l'ha revocata.

«Con delibera di giunta comunale n.149/2020 veniva approvato il disciplinare per l'adozione di aree verdi, che dava la possibilità di adottare tutte le aree verdi di Barletta, ad esclusione dei giardini del Castello, di quelli di villa Bonelli e della Scuola "Musti". Veniva consentito, quindi, di adottare l'area a verde di via Tatò, consentendone l'uso pubblico e l'accesso a tutti. Pertanto, la Nuova Aurora srl ha inviato ritualmente al Comune di Barletta apposita istanza di adozione dell'area verde di Via don Michele Tatò, in data 3 settembre 2020, con annesso progetto.

Dopo un'attenta disamina e alcuni sopralluoghi congiunti con la Amministrazione Comunale, trascorsi oltre tre mesi, con provvedimento del 28.12.2020 è stata sottoscritta con il dirigente dell'ufficio tecnico Arch. Lamacchia specifica convenzione. Dopodiché, abbiamo avviato gli interventi di manutenzione e pulizia dell'area e acquistato alberi da piantumare, riscontrando piacevolmente la vicinanza dei residenti, per aver iniziato a prenderci cura di uno spiazzo abbandonato da decenni.

Si iniziava, insomma, a restituire dignità e decoro all'intero quartiere. Sta di fatto che, in data 22.01.2021, l'Amministrazione comunale ha revocato, sempre per mano dello stesso dirigente che l'aveva concesso, l'affidamento della suddetta area, con la seguente motivazione: "A seguito di verbale di seduta pubblica del 31.12.2020 si prende atto della aggiudicazione provvisoria delle procedura aperta per la progettazione definitiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione… per la progettazione preliminare per la realizzazione di una scuola materna a tre sezioni sull'area di cui alla concessione della adozione in oggetto; pertanto, come già annunciato per le vie brevi dallo scrivente (!), a seguito di tale verbale su detta area saranno eseguite tutte le attività, indagini e sondaggi, scavi e quant'altro necessario per la definizione del progetto".

Al di là di ogni giudizio sulla apparente schizofrenia dell'operato del Comune di Barletta, che appalesano la sua incapacità di comprendere quali siano i bisogni e le reali esigenze dei cittadini di Barletta, siamo sinceramente dispiaciuti. L'area, a questo punto, rischierebbe di rimanere abbandonata chissà per quanti altri anni e condannata ad essere ricettacolo di immondizia e rifiuti di ogni genere. Infatti, al momento, non è dato sapere quando si darà effettivamente corso alla realizzazione della scuola materna, atteso che, leggendo il provvedimento di revoca apprendiamo che al massimo verrà eseguito qualche saggio preliminare che, peraltro, sarebbe assolutamente compatibile con la presenza di un'area a verde.

Purtroppo il Sindaco riferisce una inesattezza nel suo odierno comunicato allorquando, basandosi "sul sentito dire", lascia intendere che fosse volontà della Nuova Aurora stravolgere lo stato dei luoghi con giochi e attività sportive. Ciò non corrisponde al vero! In realtà nel nostro progetto, approvato dal competente dirigente, vi era – oltre le attività di pulizia – la realizzazione di un percorso sensoriale con essenze e fiori. Non corrisponde altresì al vero che la revoca dell'affidamento possa avvenire a completa discrezione della Pubblica Amministrazione ma solo per l'inadempimento alle obbligazioni assunte e in caso di "cantierizzazione" di opere.Non è intenzione della Nuova Aurora stabilire se sia giusto o sbagliato prevedere in quell'area un asilo nido, ma, sollecitati da numerosi residenti del quartiere, abbiamo deciso di non subire passivamente questa immotivata revoca e, pertanto, avvieremo ogni opportuna iniziativa legale, per combattere questo ingiusto laddove eventuali attività di indagini e sondaggi, "preliminari" alle fasi "preliminari" della progettazione "preliminare" (perché in questa fase ci troviamo!), siano del tutto compatibili con la permanenza dell'area a verde. Che dire, ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere per la città di Barletta!».
  • Verde pubblico
Altri contenuti a tema
Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» La sezione barlettana dell'associazione: «Nonostante il pino non sia ancora salvo, nulla é perduto»
Via Vittorio Veneto, la Soprintendenza: «Nessun vincolo per il pino secolare di Barletta» Via Vittorio Veneto, la Soprintendenza: «Nessun vincolo per il pino secolare di Barletta» Rigettata la richiesta della Consulta barlettana, si attende la pronuncia del giudice
3 Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» L'intervento del primo cittadino dopo la revoca della concessione dell'area verde
3 Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Dopo aver concesso l'area verde in adozione il Comune l'ha revocata
13 No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni Revocata l’adozione aggiudicando la gara per il cantiere di una scuola materna, ma il quartiere si ribella
1 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Quasi 33mila euro per interventi sulle aree verdi cittadine
5 Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Legambiente: «Non è ancora certezza matematica, ma crediamo fortemente nel lieto fine»
1 Pino via Vittorio Veneto, la perizia: «Non è in condizioni di imminente schianto» Pino via Vittorio Veneto, la perizia: «Non è in condizioni di imminente schianto» «Nessun rischio se ben gestita visto il suo grande valore paesaggistico e di monumentalità»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.