Emiliano Cannito
Emiliano Cannito
Politica

Verso la sfiducia: la politica si prepara già al dopo-Cannito

L'esperienza del primo cittadino sembra giunta al capolinea

Barletta è pronta a voltare pagina. I segnali, del resto, c'erano tutti. Ed era evidente che l'incontro con il presidente Michele Emiliano non avrebbe cambiato le cose. Le opposizioni hanno fatto fronte comune e mercoledì in Consiglio comunale firmeranno la mozione di sfiducia contro il sindaco Cannito. Il destino dell'amministrazione, insomma, è segnato. E la città, a breve, potrebbe già ritrovarsi commissariata. Nel caso, non sarebbe la prima volta.

Basti pensare all'esperienza dell'ex sindaco Nicola Maffei che si è conclusa anticipatamente nel 2012 dopo le dimissioni di numerosi consiglieri. Stavolta, però, lo scenario è diverso. E se è vero che le dimissioni di Cannito sono forse arrivate persino in ritardo rispetto alla crisi politica che continua a paralizzare Barletta, è anche vero che la mozione di sfiducia nei suoi confronti ha ribaltato la situazione. In altre parole, quel "ribaltone" che si pensava di poter ottenere spostando gli equilibri politici è comunque andato in porto ma in un'altra direzione: quella di decidere di mandare a casa il sindaco senza aspettare il termine ultimo previsto affinché le sue dimissioni diventino irrevocabili.

Un elemento, questo, che inizialmente non era così scontato. Invece, le opposizioni hanno anticipato i tempi, scegliendo di porre definitivamente fine all'amministrazione senza attendere eventuali ripensamenti del primo cittadino. Tra coloro che hanno firmato la sfiducia, di sicuro, proprio nessuno ci ha ripensato. Nemmeno il Movimento 5 Stelle, con il quale il sindaco aveva ipotizzato di costruire una nuova maggioranza di centrosinistra, rivolgendosi al governatore. Ma anche questo ha portato a un nulla di fatto.

E così, ora, si guarda già al dopo-Cannito. «Dovrà iniziare un percorso che possa dare alla città una vera opportunità di cambiamento - dicono i consiglieri comunali del M5S - evitando l'ennesima accozzaglia di partiti tenuti insieme solo dalla spartizione delle poltrone». E poi, la stoccata: «Siamo sempre stati contrari all'alleanza in Regione tra Movimento 5 Stelle e centrosinistra, avvenuta senza una decisione della base e che riteniamo innaturale perché successiva alle elezioni. Non abbiamo alcuna intenzione di ripetere lo stesso schema al Comune di Barletta, con l'unico risultato di salvare la poltrona al sindaco e alla sua maggioranza, vecchia o nuova che sia. Nei Comuni e nelle Regioni, le coalizioni e le maggioranze si fanno prima e non dopo».
  • Cosimo Cannito
A proposito di politica

A proposito di politica

Approfondimenti sulla politica cittadina, a cura di Federica Dibenedetto

7 contenuti
Altri contenuti a tema
9 Barletta si prepara alla nuova sfida elettorale Barletta si prepara alla nuova sfida elettorale La partita tra centrodestra e centrosinistra è ancora aperta. E potrebbe rivelare nuovi colpi scena
Barletta volta pagina. Inizia ora una nuova sfida per la città Barletta volta pagina. Inizia ora una nuova sfida per la città Il commento di Federica Dibenedetto
4 Finisce qui l'epoca Cannito, Barletta sarà commissariata Finisce qui l'epoca Cannito, Barletta sarà commissariata È stata votata con 19 voti la mozione di sfiducia contro il sindaco
Verso la risoluzione per la nuova scuola nel quartiere Patalini Verso la risoluzione per la nuova scuola nel quartiere Patalini Lo annuncia Cannito: «Risolto il cavillo burocratico tra l’ex Provincia Bari e la Provincia Bat che aveva portato al fermo dell’opera pubblica»
26 Dalle dimissioni di Cannito alla mozione di sfiducia. Ecco come la crisi politica è diventata irreversibile Dalle dimissioni di Cannito alla mozione di sfiducia. Ecco come la crisi politica è diventata irreversibile Il commento di Federica Dibenedetto
Tra 24 ore il voto sulla sfiducia, Cannito anticipa i saluti alla città Tra 24 ore il voto sulla sfiducia, Cannito anticipa i saluti alla città Il primo cittadino si rivolge ai barlettani: «Sarete voi a giudicare se ho fatto bene o ho fatto male»
Nuova bufera a Palazzo di Città. Il sindaco Cannito scarica la dirigente Scommegna Nuova bufera a Palazzo di Città. Il sindaco Cannito scarica la dirigente Scommegna Il commento di Federica Dibenedetto
Fuga dalla giunta Cannito: l’assessora Tupputi rassegna le dimissioni Fuga dalla giunta Cannito: l’assessora Tupputi rassegna le dimissioni Il commento di Federica Dibendetto
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.