Viaggio
Viaggio
Turismo

Vacanze 2019: aumentano gli spostamenti in traghetto

Oltre un milione le rotte disponibili per Italia ed estero

Anche quest'anno molti turisti si sono avvalsi di servizi traghetto per raggiungere i luoghi di vacanza al mare. Isole, mete esotiche in Italia ma anche all'estero, con oltre 1 milione di rotte disponibili. Un trasbordo in traghetto è come una mini-crociera e offre tutti i comfort, incluso il trasporto di veicoli o le cabine per dormire durante un viaggio notturno.

I costi sono solitamente molto contenuti, soprattutto se ci si affida a portali specializzati che propongono diverse soluzioni, come ad esempio Direct Ferries. Ormai effettuare la prenotazione si rivela un'operazione facile e veloce, da eseguire direttamente tramite web ed è proprio grazie ad internet che è possibile avere una panoramica sempre più ampia delle tratte coperte.

Le tipologie di traghetto sono diverse, e ognuna dispone di servizi differenti. Il Ferry-Boat, ad esempio, è un'imbarcazione di dimensioni più modeste, ma che può ospitare sia mezzi che passeggeri. Si utilizza per i tratti di mare più brevi o persino lungo il corso dei fiumi e sui laghi. La stiva appare aperta per consentire l'accesso e lo scarico in maniera più agevole persino se si viaggia in bicicletta.

Vi sono poi tipologie di traghetto che trasportano mezzi pesanti o merci, che sono adibiti o meno anche al trasbordo di passeggeri. Su alcune imbarcazioni possono salire persino i treni: è il caso del traghetto ferroviario, utilissimo quando si viaggi in treno e si debba affrontare un tratto di mare, come ad esempio lo stretto di Messina. Il vantaggio principale è rappresentato dal fatto che è possibile proseguire il viaggio su rotaie senza dover cambiare mezzo.

Il Cruise-Ferry, come dice il nome, è il più simile a una vera nave da crociera, e ha servizi interni (bar, ristoranti e cabine) molto similari. Può trasportare sia mezzi che persone e, per le sue comodità, può essere impiegato per trasbordi più lunghi.

Tra i più veloci in assoluto troviamo, invece, i Fast-Cruise Ferry e i cosiddetti Superveloci. Hanno dimensioni notevoli atte a trasportare mezzi, persone e persino merci e viaggiano tra i 25 e i 45 nodi (ovvero tra i 47 e gli 83 chilometri orari). Possono coprire tratte più o meno lunghe in breve tempo.

Se l'imbarco dei passeggeri risulta molto semplice, per caricare mezzi quali automobili o treni, l'operazione occorre disporre di pedane atte al passaggio di veicoli che colleghino la banchina al ponte della nave. Nel caso dei treni, poi, il ponte anteriore presenterà dei binari dove le varie carrozze verranno suddivise opportunamente per entrare negli spazi disponibili in maniera omogenea; robusti tiranti saranno predisposti nel caso in cui il mare sia particolarmente agitato.

Per assicurarsi il biglietto del traghetto a prezzi più convenienti, il suggerimento è quello di acquistarlo quanto prima perché, come tutte le operazioni di prenotazione, una finestra temporale anticipata di 30-90 giorni può assicurare tariffe inferiori. Al momento dell'acquisto sarà anche necessario assicurarsi di poter usufruire di modifica o cancellazione della prenotazione, per poter intervenire laddove necessario con una piccola spesa aggiuntiva. I documenti indispensabili per imbarcarsi potranno essere il semplice documento d'Identità, per le rotte nazionali o europee, o il passaporto in quelle internazionali. Può essere persino possibile portare il proprio animale domestico, purché si conoscano le specifiche condizioni del territorio in cui si sta viaggiando.

Viaggiare in traghetto, di qualunque tipologia esso sia, rappresenta quindi sia un vantaggio di natura pratica che una parte stessa della vacanza. Di sicuro è uno degli spostamenti più utilizzati sia per brevi che per lunghe traversate.
  • Viaggio
Altri contenuti a tema
Alla scoperta della grande avventura di Antonella Gentile Alla scoperta della grande avventura di Antonella Gentile La viaggiatrice di Barletta si racconta durante un incontro alla libreria Einaudi
1 Antonella di nuovo in bici da Barletta fino al Giappone per sostenere l'Amref Antonella di nuovo in bici da Barletta fino al Giappone per sostenere l'Amref «Stare a contatto con la natura insegna anche a rispettarla»
In bicicletta da Barletta a Capo Nord, il racconto di Antonella Gentile In bicicletta da Barletta a Capo Nord, il racconto di Antonella Gentile Un viaggio tra avventura e solidarietà per l'associazione umanitaria AMREF
5 Micheal fa tappa a Barletta: da aprile percorre a piedi l'Italia Micheal fa tappa a Barletta: da aprile percorre a piedi l'Italia «Ogni giorno è un'avventura e nel viverla ti senti libero»
36 Barletta-Capo Nord in sella, Antonella Gentile sostiene il progetto Amref Barletta-Capo Nord in sella, Antonella Gentile sostiene il progetto Amref Ha percorso 5 mila chilometri in compagnia della sua bicicletta Olimpia
Andrea Ludovici, «La mia sfida su due ruote dalla Puglia all'Andalusia» Andrea Ludovici, «La mia sfida su due ruote dalla Puglia all'Andalusia» Un 27enne barlettano e il suo viaggio in bici
Piccole avventure meridionali: il rientro di Angelo Chiarazzo Piccole avventure meridionali: il rientro di Angelo Chiarazzo «E’ quando le cose si mettono al peggio che non devi mollare»
Believe in youself: continua il diario di viaggio di Angelo Chiarazzo Believe in youself: continua il diario di viaggio di Angelo Chiarazzo Da Barletta oltre il confine, con obiettivo Valencia
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.