Falò dell'Immacolata
Falò dell'Immacolata
La città

Tutta Barletta abbraccia il fuoco dell'Immacolata

I cittadini si sono riversati in massa sul lungomare di Ponente per assistere allo spettacolo del falò

"A fanòv". Tradizione antica, ogni anno uguale, che pur non smette di affascinare quanti - piccoli e grandi - attendono questa notte per assistere alle fiamme dei falò. Questa sera tutta Barletta si è riversata tra le mura del Carmine e la litoranea di Ponente per partecipare a quello che possiamo definire un vero e proprio "rito collettivo".

Il falò dell'Immacolata, fortemente voluto dall'associazione "Barlett e Avest" e dalle parrocchie del centro storico, ha riscosso un successo oltre ogni misura, superando le aspettative. Ha rappresentato anche un momento di riscatto, simbolo della tenacia tutta barlettana di risorgere dalle fiamme come un'araba fenice: nonostante due notti fa ignoti avessero bruciato la catasta di legno costruita da tanti volontari, giovani e non, pronta per la notte dell'Immacolata, la città ha risposto con grande entusiasmo, costruendo un monumento di legna ancor più grande del precedente, richiamando persino gente dalle città vicine.

Questa sera lo spettacolo si è consumato, così come il legno, bruciato finalmente sotto il cielo stellato, con l'entusiasmo di tutti i cittadini che hanno assiepato le antica mura per guardare questo rituale antico e sempre affascinante.

Per il supporto fotografico si ringraziano Antonella Filannino e Rossella Vitrani. I video del falò sono disponibili sulla nostra pagina Facebook.
5 fotoFalò dell'Immacolata, tutta Barletta incantata
Falò dell'Immacolata, tutta Barletta incantataFalò dell'Immacolata, tutta Barletta incantataFalò dell'Immacolata, tutta Barletta incantataFalò dell'Immacolata, tutta Barletta incantataFalò dell'Immacolata, tutta Barletta incantata
  • Lungomare di Ponente
  • Barlettanità
Altri contenuti a tema
6 Barletta, zona "nera" per i rifiuti abbandonati sulla litoranea Barletta, zona "nera" per i rifiuti abbandonati sulla litoranea Inciviltà che rovina la nostra litoranea: tutte le immagini
2 Rifiuti di fast food abbandonati a due passi dal mare di Barletta Rifiuti di fast food abbandonati a due passi dal mare di Barletta Quarto: «Lo spettacolo di oggi è diverso, più desolante»
Niente "fanove" a Barletta, il Covid interrompe il tradizionale rito Niente "fanove" a Barletta, il Covid interrompe il tradizionale rito «Mancheranno a tutti i fanov da Macul't, ma possiamo fare una cosa tutti noi in questa notte, la più buia dei nostri tempi: accendiamo un fuoco alla Vergine nel nostro cuore»
Edicola Curci addio, Barletta perde un altro tassello della propria tradizione Edicola Curci addio, Barletta perde un altro tassello della propria tradizione Uno spazio ristretto, ma tanto ampio nei ricordi dei cittadini
2 Degrado a Ponente, il Comune di Barletta avvia il recupero dell'area verde Degrado a Ponente, il Comune di Barletta avvia il recupero dell'area verde Cannito: «Un nuovo tassello per il più ampio processo di riqualificazione della litoranea di Ponente»
1 Oggi Legambiente Barletta in azione sulla spiaggia del Jova Beach Oggi Legambiente Barletta in azione sulla spiaggia del Jova Beach I volontari si occuperanno del ripristino di quell'area della costa di Ponente
1 Litoranea di Ponente, sequestrate opere abusive dalla Guardia Costiera Litoranea di Ponente, sequestrate opere abusive dalla Guardia Costiera Le costruzioni erano state realizzate su un’area demaniale marittima di circa 7000 mq
2 Perde la vita in spiaggia a Barletta: deceduto un ottantenne Perde la vita in spiaggia a Barletta: deceduto un ottantenne A nulla è valso l'intervento del personale del 118
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.