Costanza Corcella e Davide Lattanzio
Costanza Corcella e Davide Lattanzio
La città

Tornano dietro le quinte di Sanremo Costanza e Davide di Barletta

«Per noi si tratta di un grande trampolino di lancio e linfa per il nostro lavoro»

Elezioni Regionali 2020
Un sogno che si concretizza per gli artisti emergenti e grande vetrina per i veterani del palco scenico dell'Ariston. Sanremo è tutto questo ma non solo, perché dietro le quinte del Festival della Canzone Italiana si nascondono molte altre professionalità che si prendono cura degli artisti in gara. Un team corposo che anche quest'anno vedrà la partecipazione della make-up artist Costanza Corcella e hair-style Davide Lattanzio di Barletta. Partiranno per la città di Sanremo fra qualche giorno, in vista della prima puntata fissata per il 4 febbraio.

Quando nasce la vostra passione per il mondo del beauty?
«Io e Davide siamo figli d'arte, cresciuti tra extension e ombretti colorati. Dopo essermi diplomata come grafico pubblicitario, ho deciso di intraprendere la "strada del cuore" frequentando l'accademia di acconciatori. Al termine del mio percorso di studi ho cominciato a lavorare presso "I Davi acconciatori" dove ho conosciuto Davide, titolare del salone, oggi mio marito. Diplomato alla Nouvelle esthetique accademie di Bari con esperienze in saloni a Milano, Roma, Napoli e Lignano Sabbiadoro, Davide è sempre stato determinato, sempre pronto al sacrificio. Oggi segue l'accademia più prestigiosa in Italia: "GO Coppola", ha acquisito competenze specifiche nel mondo della colorimetria e tutte le anomalie di cute e capelli. Come Davide anche io ho trovato la mia strada. Dopo aver frequentato diverse accademie con truccatori importanti e aver fatto esperienza nel mondo dello spettacolo: Sanremo, l'Anno che Verrà, Festival di Castrocaro, Milano fashion week e Claudio Baglioni e Gianni Morandi in tour, ho deciso di diplomarmi ulteriormente presso l'accademia Nazionale del Cinema a Bologna ottenendo il massimo del punteggio. In due portiamo il peso di una grande valigia colma di esperienze, ma non siamo ancora sazi».

Far risplendere l'immagine di una donna è una forma d'arte, e ogni truccatore e parrucchiere ha la sua "pennellata" e tecnica che lo contraddistingue. Qual è la vostra?
«Prendersi cura della donna è un'arte antica. I tempi dettano nuove mode e icone di bellezza, per questo occorre essere sempre al passo e investire sulla formazione. Per noi, ogni volto e acconciatura deve trasmettere freschezza. Niente impalcature strampalate e trucchi che invecchiano la pelle. Per i capelli ci affidiamo allo "scratching" che permette di enfatizzare il colore naturale o colorato, mentre per il make-up utilizziamo la nuova tecnica denominata: "strobing" che sostituisce il noto contouring, per scolpire e illuminare i lineamenti del viso. Le nostre competenze arrivano da molto lontano perché col passare del tempo abbiamo intuito quanto fosse importante imparare dai più grandi. Non si tratta di tagliare i capelli o mettere il semplice mascara, ma di essere un attento esperto che ascolta e interpreta le più svariate esigenze, rispettando la personalità e l'estetica della nostra cliente».

Anche quest'anno parteciperete alla nuova edizione di Sanremo. Quali artisti vorreste seguire dietro il palco?
«Sanremo rappresenta un grande trampolino di lancio e ogni edizione è linfa per il nostro lavoro. Ci piacerebbe tantissimo curare i look di Elodie, Giordana Angi e perché no: Alberto Urso e Francesco Gabbani. Sono in molti a pensare che realizzare il make-up per l'uomo sia poca roba, ma non è affatto così in quanto deve risultare impercettibile. Raggiungere quella naturalezza è sempre una grande sfida. Occuparci dei look degli artisti che saliranno sul palco dell'Ariston è ogni anno motivo di grande orgoglio».

Lacca, spazzole e trucchi sono riposti nella vostra valigetta, ma quali progetti futuri nasconde?
«Vorremmo aprire a Barletta un'accademia di acconciatori e truccatori. Ci piacerebbe poter trasmettere ai ragazzi innamorati di questa professione la nostra esperienza, conoscenza del settore e passione. Quest'ultima non deve mai mancare. Vogliamo ampliare i nostri orizzonti e continuare a crescere insieme».
  • Festival di Sanremo
Altri contenuti a tema
La Disfida di Barletta a Sanremo, Assoimprese: «Al Festival già dal 2019» La Disfida di Barletta a Sanremo, Assoimprese: «Al Festival già dal 2019» «Grazie ad imprenditori intraprendenti già lo scorso anno Barletta è stata presente a Sanremo»
La Disfida di Barletta a Sanremo 2020 La Disfida di Barletta a Sanremo 2020 «Promuovere la città e la storia di Barletta in un contesto come quello di Sanremo è una occasione che offre grande visibilità»
Sanremo 2019, c'è anche Barletta in vetrina Sanremo 2019, c'è anche Barletta in vetrina Due ospiti barlettani, Francesco e Nicola Barbaro, e un approfondimento sulla nostra città
Casa Sanremo apre le porte di Barletta ai talenti Casa Sanremo apre le porte di Barletta ai talenti Gli iscritti alle preselezioni si esibiranno davanti alla giuria di qualità
5 Casa Sanremo: al Festival le pizze sono "made in Barletta" Casa Sanremo: al Festival le pizze sono "made in Barletta" Francesco Barbaro è l’unico pugliese chiamato da Casa Sanremo per preparare le sue pizze
Sanremo secondo Baglioni Sanremo secondo Baglioni Le pillole di Ma... l'erba
1 Sanremo 2018: dietro le quinte dell’Ariston Angelo Calò, hair stylist barlettano Sanremo 2018: dietro le quinte dell’Ariston Angelo Calò, hair stylist barlettano Intervista all’hair stylist Angelo Calò: «porterò la mia terra nella città dei fiori»
Sanremo... prima di Sanremo Sanremo... prima di Sanremo Intervista a Maurizio Campo direttamente dall'orchestra del Festival di Sanremo 2018
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.