Studenti
Studenti
Politica

Scuola, a Barletta Forza Italia propone test rapidi per tornare in presenza

«Amministrazione comunale e Asl BT si facciano carico di questo ulteriore sforzo, dando un segnale di supporto concreto alle famiglie»

«Il governo ha deciso di rinviare la riapertura delle scuole secondarie all'11 gennaio, consentendo il 7 gennaio la ripresa delle attività didattiche in presenza per le sole elementari e medie. Resta salva la possibilità per le regioni di modulare diversamente i rientri, in base alla situazione epidemiologica nei propri territori». Ad intervenire dalla segreteria cittadina di Forza Italia sono Giovanni Ceto, Marcello Lanotte, Giuseppe Losappio, Pierpaolo Grimaldi, Salvatore Lionetti, dott. Vincenzo Lasala, Francesco Piccolo e Giuseppe Dibenedetto.

«Si tratta - proseguono - di una questione certamente complessa, poiché riguarda la gestione di un gran numero di persone che devono tornare in piena sicurezza a poter svolgere la propria attività nei rispettivi ruoli, che siano di docente o di studente; che pertanto merita una pianificazione e uno sforzo organizzativo che purtroppo, a nostro avviso, finora è mancato, ad ogni livello istituzionale.

Da mesi assistiamo in ambito scolastico al rimpallo di decisioni fra governo e regioni, che hanno gettato nel caos più profondo famiglie e comunità scolastica, privati di chiari punti di riferimento normativo e gestionale e costretti spesso a farsi carico individualmente di scelte difficili, soprattutto quando in gioco c'è la salute dei propri figli. E' evidente l'inadeguatezza della gestione pubblica, incapace di garantire la tutela di due diritti fondamentali quali il diritto allo studio e il diritto alla salute: le promesse di attività didattiche in ambienti sicuri, poiché costantemente monitorati con appositi tracciamenti dei contagi, sono rimaste appunto promesse, presto vanificate dall'estrema confusione organizzativa.

Fra pochi giorni la problematica tornerà di urgente attualità, e allora ci chiediamo se non sia il caso di dare un contributo concreto attivando ogni competenza territoriale in materia. L'amministrazione comunale potrebbe, per esempio, come già proposto oltre un mese fa dal consigliere comunale capogruppo dott. Giuseppe Losappio, far eseguire sulla popolazione scolastica cittadina uno screening di massa attraverso test antigenici rapidi, che danno in circa mezz'ora un risultato di positività o negatività affidabile, in modo da fornire preziose indicazioni sulla presenza di casi di contagio prima del loro rientro a scuola.

Sarebbe un aiuto davvero utile, anzi fondamentale, per evitare che soggetti asintomatici, come spesso capita nella fascia di età più giovane, possano trasmettere inconsapevolmente il contagio ai compagni o ai docenti. Amministrazione comunale e Asl BT si facciano carico di questo ulteriore sforzo, dando un segnale di supporto concreto alle famiglie che in queste ore sono alle prese con ansie e perplessità legate ai rischi dell'imminente ritorno a scuola dei figli».
  • Scuola
  • Forza Italia
Altri contenuti a tema
L'ex vicesindaco di Barletta Marcello Lanotte nominato commissario provinciale di Forza Italia L'ex vicesindaco di Barletta Marcello Lanotte nominato commissario provinciale di Forza Italia Il commento: «Occorre lavorare ad un rafforzamento del partito»
Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte Nuovo parametro per le scuole, ecco perché a Barletta resteranno aperte L'analisi dei dati sui contagi in base alle nuove linee guida proposte dal Comitato tecnico scientifico al Governo
2 Forza Italia Giovani: «Vogliamo che il manto stradale della litoranea di Levante venga rimesso in sicurezza» Forza Italia Giovani: «Vogliamo che il manto stradale della litoranea di Levante venga rimesso in sicurezza» Un nuovo appello all'amministrazione comunale per chiedere soluzioni fattive
Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» Emiliano al Governo: «Se vogliamo la scuola in presenza dobbiamo vaccinarla» «Nel giro di 20 giorni al massimo, se ci impegniamo, potremmo vaccinare tutto il personale della scuola»
Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Scuola, gli psicologi pugliesi: «Famiglie nel caos» Vincenzo Gesualdo commenta la nuova ordinanza del governatore Emiliano dopo il ricorso al Tar del Codacons
1 Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Scuola in Puglia, ecco cosa prevede la nuova ordinanza firmata ieri notte Resta la DDI al 100% ma sparisce la percentuale del 50% di alunni in presenza per ragioni non diversamente affrontabili
4 Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar Scuola, in arrivo nuova ordinanza: Emiliano reagisce alla decisione del Tar «Dobbiamo tutelare la salute degli insegnanti e del personale scolastico»
In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano In Puglia si torna a scuola, il Tar sospende l'ordinanza di Emiliano Si dovrebbe tornare in classe domani seguendo quanto stabilito dal Dpcm
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.