Giuseppe Tupputi
Giuseppe Tupputi
Politica

Restrizioni a Barletta, Giuseppe Tupputi: «Cannito non fomenti l'odio sociale»

La nota del consigliere regionale Giuseppe Tupputi (Con Emiliano)

«Le dichiarazioni del sindaco Cannito, di questa mattina, sinceramente mi lasciano basito». Anche il consigliere regionale Giuseppe Tupputi attacca il primo cittadino. Dopo la manifestazione di questa mattina, infatti, Cannito ha fatto appello al presidente Michele Emiliano affinché rivedesse la zona rossa per la provincia Bat.
«Ancora una volta - prosegue Tupputi - il sindaco della città di Barletta affronta i problemi nascondendo la testa sotto la sabbia e demandando le responsabilità a chicchessia. Senza volermi ergere a docente, mi permetto di ricordare a Cannito che la Regione Puglia, in questo momento, può fare ben poco rispetto alle riaperture delle attività commerciali.

Mi preme, infatti, per mero spirito di chiarezza, ricordare che i poteri in tal senso sono totalmente in capo al governo nazionale che redige la classificazione delle regioni, in base all'indice RT, sentito il parere del CTS. Pur comprendendo la protesta degli esercenti, e condividendo preoccupazioni e difficoltà, sono a dichiarare e non certo a declinare la nostra totale mancanza di poteri rispetto a scelte governative.

Questo però non mi esonererà dal chiedere al Presidente Emiliano, neo eletto vice presidente della Conferenza Stato Regioni, di farsi promotore di eventuali iniziative in merito ad un alleggerimento delle misure restrittive, qualora si certificasse un significativo rallentamento della diffusione del virus. Ricordo inoltre che la Regione Puglia, nella scorsa estate, ha prima di altre potuto allentare autonomamente le restrizioni governative consentendo anzitempo la riapertura di numerose attività quali, parrucchieri, barbieri, centri estetici, lidi, discoteche e quant'altro, forte di miglioramenti significativi dei contagi, dimostrando coraggio in tal senso.

Oggi, al contrario, è impossibile per le regioni assumere autonomamente decisioni che prevedano alleggerimenti delle disposizioni del DPCM. Di rimando invito Cannito ad evitare di fomentare, incomprensibilmente, l'odio sociale scaricando responsabilità nei confronti di chi al momento, come l'organo regionale, ha le mani legate, e al contrario pensi ad amministrare una città che oggi più che mai ha bisogno di risposte concrete e non di scusanti generiche e scaricabarili».
  • Coronavirus
  • Giuseppe Tupputi
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1865 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid, 25 casi nella BAT e nessun decesso Covid, 25 casi nella BAT e nessun decesso I casi positivi di oggi sono 232 in Puglia
Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Nella provincia Bat il 50% ha completato il ciclo vaccinale
Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Si rialza la curva del contagio, ma non si registrano decessi
In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia Adesso si lavorerà sulle modalità di somministrazione
Nuova ondata pandemica? Risponde l'assessore Lopalco Nuova ondata pandemica? Risponde l'assessore Lopalco «La variante delta si sta sviluppando tra adolescenti e giovani adulti. Vacciniamoci»
Casi Covid in aumento nella Bat, sono 42 i nuovi positivi Casi Covid in aumento nella Bat, sono 42 i nuovi positivi Nelle ultime 24 ore sono stati 151 i nuovi casi in Puglia
Continuano le vaccinazioni nell'Asl Bt anche tra i 12 e i 19 anni Continuano le vaccinazioni nell'Asl Bt anche tra i 12 e i 19 anni Il 95% dei soggetti tra gli 80 e gli 89 anni ha ricevuto la prima dose
Nuovi casi Covid in Puglia, oggi sono 163 su più di 12mila tamponi Nuovi casi Covid in Puglia, oggi sono 163 su più di 12mila tamponi Di questi, 16 nella Bat. Si registra un decesso nel foggiano
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.