Moltiplicazione dei pani e dei pesci
Moltiplicazione dei pani e dei pesci
Religioni

Religiosi o credenti? Gesù pane di vita

Dal Vangelo secondo Giovanni, le parole di don Vito Carpentieri

Dal Vangelo secondo Giovanni: "In quel tempo, quando la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: «Rabbì, quando sei venuto qua?».Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell'uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo».

Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?». Gesù rispose loro: «Questa è l'opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato». Allora gli dissero: «Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai? I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: "Diede loro da mangiare un pane dal cielo"». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero. Infatti il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo». Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane». Gesù rispose loro: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!»".

Dopo aver compiuto il segno - non compreso - della moltiplicazione o condivisione dei pani e dei pesci, Gesù si è ritirato in solitudine perché volevano farlo re, riducendo le loro aspettative messianiche a un Cristo risolvitutto e barattando la liberazione e la salvezza con la pancia piena. Si snoda nel frattempo tra la folla e Gesù un dialogo in cui la gente si lascia prendere dalla tentazione della religione (i segni) mentre Gesù cerca di elevare la stessa col dono della fede. E afferma che c'è un pane che nutre la nostra vita biologica e un pane che, donandosi, permette la crescita della nostra vita interiore. L'esortazione di Gesù a darsi da fare per un cibo che nutre per la vita eterna suscita la domanda -lecita- su cosa si debba compiere per fare le opere di Dio.

E qui la risposta di Gesù è emblematica: la fede è un'opera che non è un'azione ma un atteggiamento che implica accoglienza, fiducia, vivere come Lui ha vissuto, facendo nostro il suo insegnamento e il suo esempio. Le parole di Gesù mettono a confronto il pane dato col pane che il Padre dà (oggi, sempre), il pane vero! E qui si rivela: Io sono il pane della vita, sono la piena sazietà di ogni tipo di fame del mondo e dell'uomo, sono la fonte inesauribile della fede. E, finalmente, qui sgorga la richiesta come una professione di fede: Signore, dacci sempre questo pane! Che possiamo imparare a cercare ciò che nutre non solo il corpo ma anche il cuore. Buona domenica.

[don Vito]
  • Religione
  • Vangelo
Altri contenuti a tema
Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Mercoledì 13 dicembre la tradizionale processione
Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Pubblicato il volume “Il sussurro di una brezza leggera” con gli scritti spirituali del sacerdote barlettano scomparso nel 2015
A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna Il programma degli incontri a cura della parrocchia Santa Maria della Vittoria
I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta Le celebrazioni della parrocchia Sant'Andrea culminano con la processione del 20 aprile
I Testimoni di Geova celebrano la commemorazione della morte di Cristo I Testimoni di Geova celebrano la commemorazione della morte di Cristo Appuntamento questa sera alle 19
Il viaggio culturale della Quaresima di Barletta: il "Cristo morto" Il viaggio culturale della Quaresima di Barletta: il "Cristo morto" Presente nella Chiesa di Sant’Andrea e frutto di restauro terminato nel 2021
Nella Parrocchia di Santa Lucia si festeggia Sant’Agata Nella Parrocchia di Santa Lucia si festeggia Sant’Agata Da oggi il via al triduo di preparazione per le solenni celebrazioni in onore di Sant’Agata
25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo 25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo Si terrà la messa dalle ore 11.00 alle ore 12.00 a cui seguirà la processione con le effigi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.