Rapinatore
Rapinatore
Cronaca

Rapinò gioielleria in via della Spiga a Milano, arrestato 53enne barlettano

I fatti risalgono al 5 febbraio 2011. Giuseppe Marchisella, 53 anni, arrestato con altri tre uomini

C'era anche un 53enne di origini barlettane tra gli esecutori della rapina compiuta il 5 febbraio 2011 a danno della nota gioielleria Scavia, in via della Spiga, nel cuore di Milano. Le indagini della Squadra Mobile della Polizia di Stato, coordinate dal pm milanese Giuseppe D'Amico, dopo l'arresto degli organizzatori della rapina, avvenuto lo scorso 23 maggio, hanno condotto nella mattinata dell'11 dicembre all'esecuzione un'ordinanza di custodia cautelare in carcere anche nei confronti dei tre autori materiali. Salgono così a 17 le persone coinvolte nella rapina milionaria del Quadrilatero milanese.

Gli esecutori materiali del colpo sono stati individuati attraverso l'analisi dei tabulati telefonici e delle immagini riprese dalle telecamere. I tre fermati sono Giuseppe Vacca, 66enne di Ceglie Messapica residente a Corsico, Giuseppe Marchisella, 53enne nato a Barletta e residente a Milano e Andrea Giannetti, 71enne di Potenza e residente a Zibido San Giacomo. I tre sono indagati, a vario titolo, di rapina aggravata, sequestro di persona, porto abusivo di armi e ricettazione. In manette è finito il quarto complice, il 46enne Nicola Donato Gaetano Dapoto, ritenuto dagli investigatori l'intermediario tra i tre esecutori materiali e gli organizzatori. Il barlettano Marchisella, geometra, ha accumulato precedenti penali sin dal 1976 ed era già stato condannato per l'omicidio di una guardia giurata a Gaggiano. Tutti e tre gli arrestati hanno comunque lunghi precedenti alle spalle.

Secondo la ricostruzione fornita dalla Polizia di Stato, i rapinatori, nel dettaglio il Vacca e il Marchisella sarebbero entrati nella gioielleria fingendosi vigili urbani: attesero un dipendente nel vano scale, per poi spingerlo all'interno del negozio, minacciandolo e tenendogli legata alla gamba una finta bomba. Pochi minuti dopo sarebbe entrato in azione il Giannetti, che avrebbe saccheggiato l'attività per un'ora e mezza, fuggendo poi col bottino milionario per via Sant'Andrea. In base alle ricostruzioni della PS, gli organizzatori avevano utilizzato un gruppo esterno di rapinatori, al fine di evitare ogni collegamento diretto tra loro stessi e il colpo milionario.
  • Polizia di Stato
  • Arresto
  • Rapina
  • Situazione di pericolo
Altri contenuti a tema
Danni al bar della stazione. Minore scappa da comunità, ora in carcere Danni al bar della stazione. Minore scappa da comunità, ora in carcere Il giovane è stato ritrovato a Barletta. La polizia lo ha portato all’IPM “Fornelli” di Bari
Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni I due ragazzi erano stati già più volte segnalati all’Autorità Giudiziaria per altri reati
Prostituzione minorile in strutture ricettive della Bat: arresti della Polizia di Stato Prostituzione minorile in strutture ricettive della Bat: arresti della Polizia di Stato Per la gestione dell'attività venivano utilizzate utenze telefoniche dedicate, inserite in appositi annunci on line
Passaporti in città, nuova postazione mobile nella stazione di Barletta Passaporti in città, nuova postazione mobile nella stazione di Barletta Questa mattina l’inaugurazione: costante l'impegno della Questura per rispondere alle esigenze dei cittadini
La Polizia di Stato celebra la Madonna dello Sterpeto La Polizia di Stato celebra la Madonna dello Sterpeto Ieri mattina l'omaggio alla Santa Patrona
Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Segue un'anziana nel sottopassaggio di via Milano, poi la rapina Arrestato un barlettano di 27 anni: la donna è stata spinta per terra per rubarle la borsa
Scassinato distributore h24 a Barletta stanotte Scassinato distributore h24 a Barletta stanotte I responsabili sarebbero stati tre soggetti a volto coperto
1 "Questa è una rapina, demm i sold": arrestato barlettano "Questa è una rapina, demm i sold": arrestato barlettano Aveva tentato la rapina all'ufficio postale impugnando un cacciavite
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.