Mani guanti lattice
Mani guanti lattice
La città

Operatori non solo ecologici ma di umanità, lavoro invisibile ai tempi del Coronavirus

Papa Francesco: «Questi uomini stanno scrivendo gli avvenimenti decisivi della nostra storia»

"Siamo fragili, ci possiamo salvare solo insieme". Sono le parole buone e ricche di verità con cui ieri Papa Francesco ha accompagnato una preghiera rivolta a tutto il mondo, prima di impartire la Benedizione come farebbe un buon pastore.

Colpisce piazza San Pietro completamente deserta, il colonnato solenne come non mai, illuminato freddamente dai riflessi sulla pioggia battente con un Papa vestito di bianco, piccolo, al centro di una magnificenza artistica, in solitudine, come molti di noi si sentono, ma combattivo nelle richieste e nelle invocazioni. Quasi una metafora dell'umanità, abbattuta e sgomenta di fronte a un evento epocale come quello della pandemia da COVID-19 ma pronta a resistere, con piccoli e grandi gesti e, per una volta, riscoprendo la comunità, "è tempo di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è" ammonisce il Papa.

Non abbiamo bisogno di grandi filosofie nella vita di tutti i giorni, così cambiata nelle fondamenta di abitudini ormai radicate. Ma la riscoperta di questa "anormalità" diventa opportunità. Di riscoprire valori, amicizie, di rivedere i nostri familiari per capirne meglio gli sguardi. La vita prosegue, il mondo anche, perché se apparentemente sia tutto fermo, in realtà la macchina continua a girare anche a Barletta.

Ce lo ricorda proprio Papa Francesco: "Le nostre vite sono tessute e sostenute da persone comuni – solitamente dimenticate – che non compaiono nei titoli dei giornali e delle riviste ma stanno scrivendo oggi gli avvenimenti decisivi della nostra storia: medici, infermieri e infermiere, addetti dei supermercati, addetti alle pulizie, badanti, trasportatori, forze dell'ordine, volontari, sacerdoti, religiose e tanti ma tanti altri che hanno compreso che nessuno si salva da solo". E il Papa estende il suo pensiero anche ai giornalisti "contro la diffusione di false informazioni".

Mentre impariamo a usare meglio le tecnologie, i social network non più derogati solo a scambio di battute ma strumento effettivo di informazione e lavoro, "smart" direbbero alcuni, non dimentichiamo di quelle donne e uomini, con mascherina, che al supermercato sotto casa sono sempre aperti in orario continuato, con sorrisi ci fanno capire che la normalità è dietro l'angolo. O i sanitari, pronti in attesa del peggio ma senza tentennamenti. Affideremmo volentieri a loro la nostra vita. E mentre dormiamo, la nostra città rimane pulita grazie a uomini invisibili che continuano – come se nulla fosse successo – nell'attività di pulizia. Di notte nessuno può vederli ma la paura è tanta: nemmeno il coronavirus può essere visto ma solo temuto eppure loro sono sempre lì. Papa Francesco ricorda anche loro. Chi l'avrebbe fatto tra le grandi autorità del nostro tempo?

Nell'attesa di capire se sia lecito per questi operatori conoscere la lista dei positivi al COVID-19, per limitare la raccolta di materiale potenzialmente infetto da un virus che girerebbe agevolato nella città, può correre il pensiero a questi operatori, come ha fatto papa Francesco. «Un grazie di cuore a tutti i dipendenti Bar.S.A., operatori non solo ecologici ma di umanità» interviene l'amministratore avv. Michele Cianci, «conosco la storia di ognuno, sono uomini notturni, invisibili ma non invulnerabili. Abbiamo pensato a una Barletta senza il loro lavoro?».
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

636 contenuti
Altri contenuti a tema
Bollettino Covid-19: nella Bat un nuovo caso e due decessi Bollettino Covid-19: nella Bat un nuovo caso e due decessi Due in totale i nuovi casi positivi a livello regionale
La app "Immuni" è pronta, da metà giugno la sperimentazione in Puglia La app "Immuni" è pronta, da metà giugno la sperimentazione in Puglia Coinvolte anche altre due regioni, Liguria e Abruzzo. Permetterà di tracciare i contatti con chi è risultato positivo al Covid
Covid-19, Barletta inserita nell'elenco per l'indagine di sieroprevalenza Covid-19, Barletta inserita nell'elenco per l'indagine di sieroprevalenza Le persone selezionate saranno contattate al telefono dai centri regionali della Croce Rossa Italiana
Il virus tra movida e assembramenti: oggi in diretta su BarlettaViva Il virus tra movida e assembramenti: oggi in diretta su BarlettaViva Se ne discuterà con il sindaco Cosimo Cannito, Francesco Divenuto (Confcommercio) e Ruggiero Carella (Cafè Real)
L'82° Reggimento fanteria "Torino" nella "Fase 2" della provincia Bat L'82° Reggimento fanteria "Torino" nella "Fase 2" della provincia Bat Sono 30 i militari impiegati nella Bat per il controllo delle città in chiave anti-assembramento
3 Folle di «imbecilli» a Barletta? Mennea contro Ronzulli: «Solo protagonismo» Folle di «imbecilli» a Barletta? Mennea contro Ronzulli: «Solo protagonismo» «Avrebbe potuto chiedere al vicesindaco Marcello Lanotte come mai l’amministrazione comunale non riesce a disciplinare il traffico pedonale»
Rinegoziazione dei mutui CdP, Vitto (Anci): «Bene, ma i Comuni sono in sofferenza finanziaria» Rinegoziazione dei mutui CdP, Vitto (Anci): «Bene, ma i Comuni sono in sofferenza finanziaria» «In questa fase di ripartenza, inoltre, esprimiamo tutta la preoccupazione dei sindaci chiamati a mantenere la sicurezza dei luoghi pubblici»
Mercati ancora in bilico a Barletta, Cannito: «Le intese si fanno in due» Mercati ancora in bilico a Barletta, Cannito: «Le intese si fanno in due» La situazione per i mercati delle merci varie appare stagnante e sull'apertura di sabato prossimo non c'è ancora alcuna certezza
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.