Esplosione gas in via Milano
Esplosione gas in via Milano
Cronaca

Morì per la fuga di gas in via Milano a Barletta, rinviati a giudizio gli accusati

L’esplosione fu violenta e scardinò le porte dell’esercizio commerciale che investirono in pieno Nicola Delvecchio

Il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Trani Ivan Barlafante ha rinviato a giudizio i 2 imputati ancora accusati per la morte del tecnico dell'Italgas Nicola Delvecchio, 56enne di Margherita di Savoia deceduto il 25 aprile 2015 per una fuga di gas in Via Milano: qui era intervenuto per riparazioni alla rete danneggiata dai lavori per l'installazione della fibra ottica Telecom.

Per Michele Di Gioia e Giuseppe Caforio, rispettivamente legale rappresentante della "S.I.R.E.T." e responsabile del servizio di prevenzione della stessa società, il processo inizierà il 25 settembre dinanzi al Tribunale monocratico di Trani. Avevano, invece, già patteggiato 2 anni di reclusione, col beneficio della pena sospesa, Massimo Marini e Antonio Pitardi, i dipendenti della "Phoenix Scarl" ritenuti responsabili della perforazione della condotta di gas. Del Vecchio era intervenuto per riparazioni alla rete danneggiata in Via Milano, insieme al collega Giuseppe Bizzoca. Quest'ultimo riportò gravi lesioni al volto ed alle mani. Andò decisamente meglio ad alcuni soccorritori: il vigile del fuoco Giovanni Cilli ed il comandante della polizia municipale Savino Filannino. Le opere erano state appaltate alla S.I.R.T.I. Spa e da questa subappaltate alla S.I.R.E.T. Spa presso cui erano stati distaccati gli operai della Phoenix: avrebbero perforato una condotta del gas che così si propagò in uno squarcio della rete fognaria fino a saturasi nella sala di acconciature situato al civico 146 di Via Milano. L'esplosione fu violenta e scardinò le porte in ferro dell'esercizio commerciale che investirono in pieno Delvecchio.

Nel corso dell'udienza preliminare il pubblico ministero Alessandro Pesce, sollecitato da un'istanza dell'avvocato Rinaldo Alvisi (legale degli eredi di Del Vecchio costituitisi parte civile), ha contestato ai 2 imputati rinviati a giudizio anche l'aver omesso, prima della sottoscrizione del contratto di subappalto, di verificare l'adeguatezza di alcuni documenti rispetto alle operazioni di installazione.
  • via Milano
Altri contenuti a tema
Dialoghi su via Milano, una crisi economica colpisce i negozianti Dialoghi su via Milano, una crisi economica colpisce i negozianti Si è tenuto un incontro tra il Comitato del Quartiere San Nicola e l'Amministrazione
1 Passaggio a livello di via Milano, avviati i lavori per il riposizionamento dei sottoservizi Passaggio a livello di via Milano, avviati i lavori per il riposizionamento dei sottoservizi Le operazioni sono iniziate questa mattina e hanno comportato l’interdizione al traffico automobilistico di via Turbine
Lavori di soppressione passaggio a livello via Milano, chiusura parziale di via Turbine Lavori di soppressione passaggio a livello via Milano, chiusura parziale di via Turbine Domani e dopodomani sarà chiusa al traffico veicolare per consentire la rimozione dei cavi elettrici dell’Enel
2 Bloccato il cantiere in via Milano, trovati sottoservizi non censiti Bloccato il cantiere in via Milano, trovati sottoservizi non censiti Sopralluogo del sindaco con tecnici e assessori: «Sono molto amareggiato»
Variazioni sensi di marcia per via Turbine e via Gallo a Barletta Variazioni sensi di marcia per via Turbine e via Gallo a Barletta L'intervento è finalizzato per consentire i lavori su via Milano per la realizzazione di un sottopasso pedonale
1 Nuova vita per via Milano, ascoltati i disagi dei residenti Nuova vita per via Milano, ascoltati i disagi dei residenti Iniziativa del commissariato prefettizio in seguito alla nota di esercenti e associazioni del quartiere
3 Via Milano terra di disagi, protestano residenti ed esercenti Via Milano terra di disagi, protestano residenti ed esercenti Edifici abbandonati, scarsa illuminazione e disagi per la viabilità determinano l'isolamento della via
Esplosione in via Milano, anche il Comune di Barletta si è costituito parte civile Esplosione in via Milano, anche il Comune di Barletta si è costituito parte civile Oltre ai familiari anche il collega di Nicola Del Vecchio, il comandante dei vigili urbani e la proprietaria del salone distrutto
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.