Nuvole
Nuvole
La città

Monitoraggio qualità aria, nuova collocazione per una centralina

I dati saranno resi noti da Arpa Puglia che elaborerà i dati rilevati in viale Leonardo Da Vinci

Si è conclusa la prima campagna di monitoraggio della qualità dell'aria avviata a gennaio scorso con la nuova centralina mobile collocata nel parcheggio di viale Leonardo Da Vinci. Quel laboratorio mobile, in grado di misurare, oltre ai parametri meteorologici, diversi inquinanti (fra cui Pm10, Pm 2.5, ossidi di azoto, ozono, idrocarburi btex, radioattività naturale, idrogeno solforato e biossido di zolfo), è stato trasferito nell'area del cortile della scuola "Renato Moro", in via Dimiccoli, dando seguito a quanto concordato nelle conferenze di servizio svoltesi nei mesi scorsi fra Comune di Barletta, Arpa Puglia e associazioni ambientaliste cittadine. Nei prossimi giorni, non appena Arpa Puglia elaborerà i dati delle rilevazioni del laboratorio mobile, essi saranno resi noti.

Si ricorda che la campagna di monitoraggio della qualità dell'aria è prevista da una convenzione sottoscritta a gennaio 2018 fra Comune di Barletta e Arpa Puglia alla quale l'amministrazione Cannito ha dato corso individuando con le parti succitate zone e siti del monitoraggio. Si ricorda inoltre che tale controllo della qualità dell'aria è garantito dalla presenza di altre due centraline, fisse, quella di via Casardi e quella di via Trani.

"Questo percorso, avviato dalla precedente Amministrazione comunale – hanno detto il sindaco Cosimo Cannito e l'assessore all'Ambiente Ruggiero Passero – è oggi una realtà che ci consentirà, insieme agli altri strumenti messi in campo, vedi i piezometri, il biomonitoraggio delle unghie dei bambini, il controllo costante del territorio (i vigili urbani hanno avviato un percorso formativo anche per l'uso di droni), di verificare lo stato e la salubrità dell'ambiente in cui viviamo ed è un risultato che è stato possibile grazie alle sollecitazioni delle associazioni ambientaliste, con le quali condividiamo un percorso che testimonia un grande impegno civico".
  • Ambiente
Altri contenuti a tema
1 Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri I piezometri sono dei pozzi che consentono di prelevare campioni di acqua a diverse profondità
Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta L'iniziativa è stata realizzata dal Comune con il contributo della Bar.S.A.
Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Inizierà domani la promessa distribuzione delle borracce, toccando in tre giorni diversi plessi
Lapidi abbandonate ad Ariscianne, individuati e denunciati i responsabili Lapidi abbandonate ad Ariscianne, individuati e denunciati i responsabili Prescrizioni anche per azienda di Trani che provocò emissioni moleste ad agosto
A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice Il consigliere Dileo illustra le caratteristiche della "Paulownia tomentosa"
Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” L'associazione culturale ScartOff parteciperà alle "Giornate Ecologiche 2019"
Barletta invasa da fumo e puzza, due incendi tra Ariscianne e Salinelle Barletta invasa da fumo e puzza, due incendi tra Ariscianne e Salinelle Numerose le lamentele dei cittadini sui social: arriva risposta ufficiale dal Comune
Parte la seconda fase del monitoraggio ambientale della città di Barletta Parte la seconda fase del monitoraggio ambientale della città di Barletta Interviene il consigliere regionale Filippo Caracciolo
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.