Eventi

Mille e una storia

Intervista a Ferruccio Filipazzi, autore e voce narrante. Un tuffo nel passato

Ha avuto inizio Lunedì 9 Agosto ha avuto inizio la XII edizione del teatro di narrazione "Le Mille e una storia". In questa edizione, in programma non solo spettacoli di intrattenimento per i più piccini ma anche per i grandicelli che hanno voglia di fare un tuffo nel passato.

E' sempre bello tornare a fantasticare, ritornare in quei mondi magici e spettacolari, riascoltare quelle storie che hanno scandito la nostra infanzia.

Chi non ha mai sognato di essere quella principessa, quell'orco o quella strega protagonisti delle storie che ci raccontavano da piccini i nostri genitori prima di addormentarci ?!

La redazione di BarlettaLife ha intervistato Ferruccio Filipazzi, protagonista indiscusso di questo festival dell'intrattenimento: autore e voce narrante degli spettacoli "Un treno di storie"(11/08), "...di mare e di amore" (11/08), "Storie di lupi e stelline" (12/08),"Storie fuori dal tempo"(12/08) e "La sposa sirena" (13/07) che stanno registrando un altissimo numero di consensi.

Come ha cominciato a fare teatro?

E' cominciato tutto così,per caso. Eravamo cinque ragazzi accomunati dalla passione per la musica e tra un accordo e l'altro abbiamo deciso di fondare un gruppo musicale chiamato "...e per strada".

Parliamo di tanto tempo fa, siamo nel 1973.

Diventati più grandicelli, abbiamo cominciato con i primi concerti e durante uno di questi siamo stati notati da un regista, Max casti che ci chiese di fare un gioco musicale a Torino.

E una cosa tira l'altra, diversi progetti si sono realizzati e sono finito a Brescia,la patria per eccellenza dell'intrattenimento per bambini e ragazzi, lavorando al Teatro del Buratto prima come attore e poi come autori di testi e delle musiche. E ora mi ritrovo qui a pensare al passato e non mi sembra vero che sia passato così tanto tempo, generazioni sono cresciute con le mie storie senza che me ne sia accorto. Guardare il sorriso di un bambino resta sempre una soddisfazione unica.

I bambini sembravano ipnotizzati quando ascoltano quelle storie dal sapore antico che oggi si stanno dimenticando. Cosa ne pensa della scomparsa delle favole tradizionali?


Le storie aiutano a comprendere il mondo che ci circonda, basti pensare che quando ero piccino la maestra portava in classe la radio,c'era chi raccontava storie e imparavamo così, giocando, aprono nuovi orizzonti spettacolari, sono un modo per evadere dalle tensioni del quotidiano ed è per questo che non si dovrebbero mai abbandonare. Nell'immaginario collettivo la storia è interpretata come lettura ad alta voce per i piccoli...e i grandi? Fa sempre piacere rievocare la propria infanzia riascoltando quelle storie che ci hanno fatto sognare e hanno scandito i momenti più belli della nostra vita.

Non solo: c'è gente che prova a curare raccontando storie e ci riesce!

Come si fa a portare a sé l'attenzione di bambini così piccoli?

Anche se studio teatro da anni, intrattenere un pubblico così piccolo si rivela un'impresa sempre più ardua. Le nuove generazioni crescono sempre più velocemente e non hanno il tempo di comprendere che c'è un tempo per tutto e soprattutto che ogni luogo ha una sua mansione.

Vengono a teatro molto spesso senza sapere cosa sia e ho il compito di insegnargli anche questo, un compito che fino a qualche tempo fa non mi spettava. Per attrarre la loro attenzione bisogna portarli in luoghi magici, sconosciuti; proporgli storie lontane da quelle ripetitive dei cartoni animati che seguono ogni giorno, storie dal sapore lontano...

L'entusiasmo dei bambini cosa le da?

Mi sento molto privilegiato nel sentire che questi bambini grazie alle mie storie crescono e imparano al meglio. Oggi i bambini crescono troppo velocemente assumendo i comportamenti più sbagliati. E poi, come ho già detto, vedere il sorriso di un bambino è una soddisfazione impagabile!

Cosa la spinge a continuare?

Finché mi diverto io vado avanti, è il segreto di Pulcinella!

Anticipazioni sugli spettacoli spettacoli dei prossimi giorni?

Sono tutti da scoprire......


Si ringrazia l'organizzatrice dell'evento Licia Divincenzo e il Sign. Filipazzi per la disponibilità mostrata.
  • Castello di Barletta
Altri contenuti a tema
Niente G7, il Castello riapre domani Niente G7, il Castello riapre domani Inaccessibili al pubblico solo alcune aree interessate da lavori non precisati, aperta al biblioteca
Salterà la tappa del G7 a Barletta? Salterà la tappa del G7 a Barletta? Si rincorrono le indiscrezioni, non si conoscono al momento le motivazioni 
Il castello di Barletta resta chiuso dall'11 aprile sino a fine lavori Il castello di Barletta resta chiuso dall'11 aprile sino a fine lavori Saranno effettuati intervenuti di manutenzione
Pasqua di cultura, aperti i siti culturali di Barletta Pasqua di cultura, aperti i siti culturali di Barletta A Palazzo della Marra sarà possibile visitare anche domenica e lunedì la mostra dedicata a Toulouse – Lautrec
Da oggi sino a mercoledì il Castello resta chiuso Da oggi sino a mercoledì il Castello resta chiuso "Motivi tecnico-organizzativi": chiusi anche museo civico e biblioteca "Loffredo"
G7, Barletta ospiterà l'arrivo dei leader mondiali: siamo pronti? G7, Barletta ospiterà l'arrivo dei leader mondiali: siamo pronti? Trapelano le prime indiscrezioni: cena e concerto per i Capi di Stato e di Governo dei sette Stati membri nel Castello
Ettore Bassi e Lino Pariota presentano a Barletta: "Dio come ti amo…" Ettore Bassi e Lino Pariota presentano a Barletta: "Dio come ti amo…" Lo spettacolo è scritto e interpretato anche da Debora Iannotta
Fossato del Castello, «nessuna organizzazione circa la raccolta pubblicitaria per gli eventi estivi è stata autorizzata» Fossato del Castello, «nessuna organizzazione circa la raccolta pubblicitaria per gli eventi estivi è stata autorizzata» I chiarimenti da parte dell'amministrazione comunale
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.