Giuseppe Tupputi
Giuseppe Tupputi
Cronaca

La vedova del barista Tupputi: "Io dimenticata dalle istituzioni"

“Ho dovuto scegliere se far seguire mia figlia o me dalla psicologa"

"Non sono una di quelle persone che si aggrappa, che vuole qualcosa però, essere dimenticata così non è bello e non è giusto". Sono le parole di Giusy Musti vedova del 43enne Giuseppe Tupputi, il barista ucciso esattamente un anno fa a Barletta, all'interno del bar Morrison di cui era titolare. Per il delitto è stato rinviato a giudizio, con le accuse di omicidio volontario, porto abusivo di arma da fuoco e violazione della sorveglianza speciale, il 33enne barlettano reo confesso Pasquale Rutigliano. Il processo inizierà il 12 maggio prossimo dinanzi alla Corte di assise di Trani. Il presunto autore dell'omicidio "ha tutto a sua disposizione - evidenzia la donna -: consulenze, visite specialistiche e psicologiche. Invece noi, siamo rimasti sempre all'angolo senza che nessuno abbia mai alzato il telefono per dire 'Giusy come va ti serve una mano?'".

Aggiunge affranta: "Io, purtroppo, ho dovuto scegliere se far seguire mia figlia o me dalla psicologa, perché certe spese non me le posso permettere. E ho deciso di aiutare la mia bambina". La donna, madre di due figli, ha raccontato di aver "sentito l'affetto della città", ma non "quella delle istituzioni", "che non hanno avuto alcun ruolo", e di chi mi dovrebbe proteggere", se non "nei primi momenti" quando "mi hanno chiamata. Poi, il nulla". Per la famiglia Tupputi è stato "un anno difficile, vuoto, che è passato velocemente tra tristezza e solitudine".

"Ricordo che quel pomeriggio maledetto non ho raggiunto al bar mio marito, perché mio figlio aveva troppi compiti. Gli ho mandato un messaggio per avvisarlo, il solito messaggio a cui non ha risposto, perché gli è stato inviato nell'esatto momento il suo cuore ha smesso di dibattere".
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Enza Angrisano, il Comune concede loculo gratuito per la sepoltura Enza Angrisano, il Comune concede loculo gratuito per la sepoltura Un gesto di "solidarietà e condivisione del dolore corale" dopo l'atroce femminicidio
Femminicidio nella Bat, ad Andria 42enne uccisa a coltellate dall'ex marito Femminicidio nella Bat, ad Andria 42enne uccisa a coltellate dall'ex marito I due vivevano da separati in casa; lui non accettava la separazione
Omicidio Cilli, si va in appello Omicidio Cilli, si va in appello La difesa ha impugnato la sentenza emessa il 30 marzo scorso
1 Omicidio Tupputi, le tremende immagini dell’omicidio in aula di tribunale Omicidio Tupputi, le tremende immagini dell’omicidio in aula di tribunale Si è conclusa l’udienza odierna del processo: ascoltati i testimoni, tra cui il suocero della vittima
Omicidio Lasala, parla l'imputato: «Con la vittima c'erano precedenti attriti» Omicidio Lasala, parla l'imputato: «Con la vittima c'erano precedenti attriti» Ieri udienza a Trani, prossimo appuntamento il 16 giugno
Omicidio Tupputi, parla Rutigliano: «Non avevo intenzione di uccidere, chiedo scusa alla famiglia» Omicidio Tupputi, parla Rutigliano: «Non avevo intenzione di uccidere, chiedo scusa alla famiglia» Il barlettano è accusato di omicidio volontario per la morte di Giuseppe Tupputi
Omicidio Cilli, ecco le motivazioni della sentenza Omicidio Cilli, ecco le motivazioni della sentenza Lo scorso 30 marzo le condanne per Dario Sarcina e Cosimo Damiano Borraccino
Omicidio Tupputi: imputato è capace di intendere e di volere Omicidio Tupputi: imputato è capace di intendere e di volere Il 12 maggio al via il processo
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.