Eucarestia
Eucarestia
Religioni

La Sua Vita donata nell'Eucarestia: Gesù vuol fare comunione con me

«Se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita»

Dal Vangelo secondo Giovanni: In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?».

Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

È la quarta domenica consecutiva che leggiamo come pericolo evangelico alcuni versetti del sesto capitolo del Vangelo di Giovanni, dove Gesù, a partire dalla moltiplicazione dei pani e dei pesci, fa una catechesi articolata sull'Eucarestia, presentata oggi come memoriale della sua offerta d'amore al Padre per il bene dell'umanità. Il linguaggio e i termini adoperati sono forti ma tendono a farci comprendere come Gesù non ha risparmiato nulla (carne e sangue) perché l'uomo potesse riavere la vita eterna, di cui si era privato a causa della disobbedienza del peccato. Ma ciò che conta è la sua offerta d'amore perché l'uomo potesse tornare a vivere in comunione con Dio.

Se Lui è il donatore e la sua vita è il dono, si suppone che ci sia qualcuno che riceva questo dono incommensurabilmente grande. E questo sono io, chiamato ad accoglierlo nel Sacramento dell'Amore per entrare nella comunione con Lui e vivere nella comunione con i fratelli. C'è una sorta di circolarità del dono: Lui dona se stesso a me perché io acquisti la sua stessa mentalità e capacità di donazione agli altri; solo così il dono della salvezza si propaga desiderando giungere ad ogni persona che si fa piccola per il Regno dei Cieli. Offerta, dono, comunione: tre parole semplici ma forti e importanti che possono segnare una benefica rivoluzione e rinascita di questo nostro mondo!

Buona domenica a tutti!

[don Vito]
  • Religione
  • Vangelo
Altri contenuti a tema
Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Festa di Santa Lucia: le celebrazioni a Barletta Mercoledì 13 dicembre la tradizionale processione
Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Don Salvatore Mellone, Edizioni San Paolo lo ricorda con un libro postumo Pubblicato il volume “Il sussurro di una brezza leggera” con gli scritti spirituali del sacerdote barlettano scomparso nel 2015
A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna A Barletta i festeggiamenti in onore di Sant'Anna Il programma degli incontri a cura della parrocchia Santa Maria della Vittoria
I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta I festeggiamenti in onore di San Francesco da Paola a Barletta Le celebrazioni della parrocchia Sant'Andrea culminano con la processione del 20 aprile
I Testimoni di Geova celebrano la commemorazione della morte di Cristo I Testimoni di Geova celebrano la commemorazione della morte di Cristo Appuntamento questa sera alle 19
Il viaggio culturale della Quaresima di Barletta: il "Cristo morto" Il viaggio culturale della Quaresima di Barletta: il "Cristo morto" Presente nella Chiesa di Sant’Andrea e frutto di restauro terminato nel 2021
Nella Parrocchia di Santa Lucia si festeggia Sant’Agata Nella Parrocchia di Santa Lucia si festeggia Sant’Agata Da oggi il via al triduo di preparazione per le solenni celebrazioni in onore di Sant’Agata
25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo 25 aprile: festeggiamenti per la Madonna di Canne e S.Ruggero Vescovo Si terrà la messa dalle ore 11.00 alle ore 12.00 a cui seguirà la processione con le effigi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.