Confraternita di Misericordia di Barletta
Confraternita di Misericordia di Barletta
Servizi sociali

La storia di Pasqualino riunisce Barletta nel segno della solidarietà

I volontari della Misericordia lo hanno accompagnano alla "casa" a Serracapriola

"In un mondo in cui si pensa solo a sé, è difficile trovare qualcuno disposto a tendere una mano all'altro". Pasqualino era lì solo, sotto gli occhi discriminanti dei passanti, e rifiutava ogni tipo di aiuto. Ieri intorno alle ore 10 è giunta la chiamata al responsabile della Confraternita di Misericordia di Barletta. Ad interfacciarsi alla nostra associazione di volontariato sono stati il sindaco di Barletta, dott. Cosimo Damiano Cannito, e il Comandante della Polizia municipale, Savino Filannino, i quali hanno richiesto la collaborazione dei volontari della Misericordia, affinché venisse portato "a casa", sita a Serracapriola, in provincia di Foggia.

«Ma chi è Pasqualino? - scrivono i referenti della Misericordia - Pasqualino è una persona, un uomo come tutti quanti noi, che purtroppo ha scelto di colmare la sua solitudine col vino, non sempre un ottimo compagno, perché l'ha privato della sua lucidità, portandolo anche a compiere atti nocivi a sé. Tutti lo vedono come un alcolista senzatetto, ma è e resta un uomo, un uomo bisognoso di aiuto, che ha dovuto mandare avanti la sua vita per due anni tra le fredde panchine della stazione di Barletta e le abitazioni abbandonate sulla controvia di via Callano.

Nonostante i molti tentativi nel volerlo aiutare, Pasqualino ha sempre posto resistenza, rifiutando persino il ritorno nella sua città natale. Oggi, invece, per Pasqualino è stato un giorno nuovo, dove ha apprezzato l'aiuto di tante persone che erano lì per lui. Sul posto si sono recati anche i volontari della Misericordia, pronti a tendere una mano, una coperta e il loro calore.

Finalmente Pasqualino ha abbandonato il freddo ferro delle panchine della stazione e si è seduto sul sedile della nostra ambulanza. Ha lasciato i suoi vecchi indumenti, ormai deturpati dal tempo, e ne ha indossati nuovi, grazie alla collaborazione dell'azienda ospedaliera "Mons. Raffaele Dimiccoli". Al termine, i volontari unitamente alla sicurezza postagli dalla pattuglia della Polizia Municipale di Barletta, lo hanno trasportato sino a Serracapriola. Un giorno che per Pasqualino profuma di nuovo e che ha portato una nuova esperienza nei cuori dei volontari e dei ragazzi del Servizio Civile».

«Un'esperienza forte,ma al contempo positiva, grazie ad essa abbiamo riscontrato il vero significato della parola "servizio"» queste le parole di una ragazza del servizio civile. «Bisogna custodire la gente,aver cura di ogni persona , di coloro che sono più fragili e che spesso risiedono nella periferia del nostro cuore».
  • solidarietà
  • Confraternita di Misericordia di Barletta
Altri contenuti a tema
"Aiutiamo Chiara", una lezione di yoga per raccogliere fondi "Aiutiamo Chiara", una lezione di yoga per raccogliere fondi Il club "Il suono della risata" e il gruppo "Gli amici di Chiara" aspettano tutti giovedì 5 settembre
1 Un gesto di solidarietà per la bambina ustionata a Barletta Un gesto di solidarietà per la bambina ustionata a Barletta Il subacqueo Binetti: «Sarò lieto di offrirgli una giornata all inclusive in un lido attrezzato e regalargli una maschera sub»
Integrazione diventa lavoro, l’esperienza del mastro pastaio Savino Maffei per il progetto “A mano libera” Integrazione diventa lavoro, l’esperienza del mastro pastaio Savino Maffei per il progetto “A mano libera” L'azienda ha donato i macchinari per la preparazione della pasta
IV Piano sociale di Zona, un incontro a Barletta per fissare gli interventi  IV Piano sociale di Zona, un incontro a Barletta per fissare gli interventi  L'assemblea è aperta alla cittadinanza, ai rappresentanti degli enti pubblici, privati e al terzo settore
“RestituiAMO il Sociale”: una tavola rotonda per L’Albero della Vita “RestituiAMO il Sociale”: una tavola rotonda per L’Albero della Vita Il Consigliere regionale Mennea: «Per la città di Barletta rappresentano un esempio di grande umiltà»
Cena gourmet di solidarietà alla mensa Caritas di Barletta Cena gourmet di solidarietà alla mensa Caritas di Barletta «Condividiamo un bellissimo ideale: la compassione e l’amore incondizionato»
Calcio e solidarietà, Barletta scende in campo per Chiara Calcio e solidarietà, Barletta scende in campo per Chiara Partite tra i vari corpi rappresentativi della città, tutti insieme per Chiara
Emma Marrone: «Chiara, devi combattere, tieni duro!» Emma Marrone: «Chiara, devi combattere, tieni duro!» Dopo tanti mesi continua la lotta della giovane studentessa di Barletta
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.