Computer
Computer
Speciale

Investire in borsa oggi: quotazioni e previsioni dei principali titoli azionari

Le previsioni degli esperti sul mercato azionario nei prossimi mesi

Prosegue il momento positivo per Borsa Italiana, con Piazza Affari che continua a salire sull'onda dell'onda rialzista delle Borse europee. Uno dei titoli sotto i riflettori è UniCredit, forte di un aumento della quotazione dell'8% nell'ultimo mese. Secondo Deutsche Bank, la banca italiana potrebbe avviare una strategia di acquisizioni incentrata su Mediobanca, potenziando la presenza nei servizi digitali bancari e nell'asset management.

Bene anche Intesa Sanpaolo, in rialzo di oltre il 9% nell'ultimo mese, con la banca reduce dal successo del green bond tra gli investitori con un collocamento di 1,25 miliardi di euro. Positivo anche il titolo Eni, tuttavia dopo una crescita in borsa del 18% in un mese potrebbero esserci delle prospettive ribassiste, con una possibile correzione dopo il rally delle ultime settimane per le azioni del Cane a sei zampe come indicato da molti analisti.

Negli Stati Uniti l'osservato speciale è Tesla, infatti il titolo dell'azienda guidata da Elon Musk ha ceduto oltre il 15% nell'ultimo mese, un crollo che preoccupa gli investitori, soprattutto tenendo conto delle previsioni che vedono Volkswagen guadagnare quote di mercato nei prossimi anni a discapito proprio di Tesla. Intanto JP Morgan rilancia i titoli ciclici, consigliando di puntare su industria, finanza ed energia, riducendo invece l'esposizione sui titoli tech.

Le previsioni degli esperti sul mercato azionario nei prossimi mesi


Nei prossimi mesi il mercato azionario offrirà diverse opportunità, tuttavia sarà necessario fare i conti con una serie di fattori di rischio. Come si evince dalle indicazioni di Insider24, sito con quotazioni e previsioni sui principali titoli della Borsa, nelle ultime settimane gli andamenti in molti settori hanno mostrato il passaggio verso la rotazione settoriale.

Il potenziale miglioramento dello scenario economico nel breve e medio termine, accompagnato dallo spettro dell'inflazione, guiderà le scelte di asset allocation con un focus sui titoli energetici e finanziari. La ripresa dell'economia potrebbe favorire un aumento di fiducia nelle banche, con molti istituti che si stanno muovendo su diversi fronti, dagli investimenti ESG alla digitalizzazione.

Anche il comparto assicurativo sarà un osservato speciale, in quanto diverse aziende potranno offrire margini di profitto interessanti. Lo stesso viene previsto per le azioni delle imprese energetiche, con prospettive di crescita nel breve periodo per le aziende tradizionali, mentre nel lungo periodo ci sarà l'inversione di tendenza con l'economia verde trainata dalla transizione energetica.

I titoli tecnologici, invece, si trovano ancora su prezzi molti elevati, quindi per gli analisti non conviene al momento investire in queste azioni con orizzonti temporali di breve o medio periodo, ma è meglio aspettare un ribasso delle quotazioni che potrebbe avvenire nei prossimi mesi. Dopo il boom del 2020, infatti, il Nasdaq potrebbe correggere al ribasso nel corso del 2021, oppure muoversi con una crescita moderata, con molti titoli che potrebbero offrire più avanti dei prezzi decisamente più favorevoli.

La fine della pandemia potrebbe essere più vicina


La pandemia di Covid-19 continua a rappresentare la variante d'incertezza più forte per gli investimenti, tuttavia il quadro sta cambiando e gli analisti di JP Morgan prevedono la possibile fine dell'emergenza sanitaria entro aprile. La situazione negli Stati Uniti è nettamente migliorata, come del resto nel Regno Unito, con il programma di vaccinazione che inizia a far sentire i primi risultati positivi.

In Europa le condizioni sono ancora gravi, a causa di un forte ritardo nell'approvvigionamento dei vaccini, ad ogni modo i numeri non sono più quelli del 2020. I segnali della ripresa economica ci sono tutti, dall'aumento dell'inflazione registrato a gennaio dall'Eurostat (+0,9% nell'Eurozona) alla crescita del prezzo del petrolio, quindi le stime sulla ripartenza dell'economia nel secondo semestre 2021 potrebbe essere riviste.

Il miglioramento della crisi sanitaria potrebbe penalizzare i Big Tech, con una riduzione dei ricavi per colossi come Amazon, Alphabet (Google), Netflix e Zoom. Al contrario, si accende l'attenzione nei confronti di settori tecnologici più legati alla crescita economica, come quello dei semiconduttori e dei software per l'industria, in grado di fornire prospettive più interessanti per la diversificazione del portafoglio.
  • Economia
Altri contenuti a tema
"Le misure di rilancio dell'economia", al via due webinar sul superbonus "Le misure di rilancio dell'economia", al via due webinar sul superbonus Il primo appuntamento è in programma per oggi pomeriggio
Bitcoin: quali previsioni per la criptovaluta? Bitcoin: quali previsioni per la criptovaluta? L'analisi degli esperti di Tradingonline.io
Contratto Istituzionale di Sviluppo BAT: chiesto incontro al Ministro per il Sud Contratto Istituzionale di Sviluppo BAT: chiesto incontro al Ministro per il Sud «Pensiamo che la Bat possa dare un contributo per l’attuazione dell’ormai famoso Piano Nazionale di Ripresa e Resilenza»
Le migliori piattaforme di trading online 2020 Le migliori piattaforme di trading online 2020 Attività da svolgere comodamente da casa, ma scegliendo attentamente le piattaforme giuste
Comprare azioni in Borsa oggi: conviene farlo nel 2020? Comprare azioni in Borsa oggi: conviene farlo nel 2020? Valutare vantaggi e svantaggi
Gli esperti di Tradingcenter.it: investire in Amazon conviene Gli esperti di Tradingcenter.it: investire in Amazon conviene I possibili scenari per il titolo Amazon in Borsa
La donazione La donazione A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Fiscalità dei neo-residenti in Italia Fiscalità dei neo-residenti in Italia A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.