Falò
Falò
La città

Il falò: un’antichissima tradizione barlettana

Tra leggende e credenze cristiane

Anche quest'anno, come da tradizione, Barletta è pronta a radunarsi attorno ai caratteristici falò dislocati in diversi punti della città. Da diversi giorni ormai, in alcuni casi addirittura da svariati mesi, i ragazzi di ogni quartiere lavorano alla preparazione dei falò, radunando il maggior numero di legna possibile. Per loro è un momento di unione e di condivisione; un giusto approccio, considerata la vicinanza al Natale.

Questo particolare rito, legato alla festività dell'Immacolata Concezione, in realtà è una festa molto antica, che viene celebrata soprattutto nei comuni dell'Italia del sud. Secondo una credenza popolare, l'accensione del falò sembrerebbe ricordare la Madonna intenta ad asciugare i panni del suo piccolo Gesù. Ma la simbologia del fuoco è in vero ancor più antica. In età primitiva esso veniva infatti adoperato per scacciare le bestie feroci e per riscaldarsi durante le notti fredde. Durante il Medioevo il rito dell'accensione era legato alla fertilità della terra, come una grande forza, il fuoco si pensava avesse il potere di purificare la terra, solo in tal modo si sarebbe ottenuto un ottimo raccolto. Per la tradizione cristiana, invece, il falò indica l'eliminazione del peccato originale, la purificazione. Come il fuoco arde la legna fino a trasformarla in cenere, allo stesso modo la fede, con l'ausilio della preghiera, riduce il peccato al nulla. Il fuoco, tuttavia, non rappresenta solo la liberazione da ogni male, esso è fonte di luce, dunque utile a illuminare la giusta via e a rischiare le fitte tenebre causate dal peccato.

Qualunque sia la religione di appartenenza e il proprio credo, il momento in cui si assiste all'accensione del tradizionale falò dovrebbe essere un istante di condivisione; un momento in cui il calore della legna che arde unisce tutti: grandi e piccoli.
  • Tradizione
  • Barlettanità
  • Festività
Altri contenuti a tema
13 Il falò, un’antichissima tradizione barlettana - FOTO Il falò, un’antichissima tradizione barlettana - FOTO Tra leggende e credenze cristiane: ieri l'imponente "fanova" sul lungomare Mennea
3 Alboreo e Dipietro: «La fanova si farà» Alboreo e Dipietro: «La fanova si farà» L'annuncio del presidente dell'associazione "Barlett e avest"
100 anni per nonna Concetta Cafagna di Barletta 100 anni per nonna Concetta Cafagna di Barletta Il sindaco ha festeggiato con la famiglia l'invidiabile traguardo
“Nostalgia di Barletta”, quell’opera incompiuta scritta con amore per la città “Nostalgia di Barletta”, quell’opera incompiuta scritta con amore per la città L’appello dei figli di Pietro Digaeta, autore della collana: «Sarebbe bello completare il progetto di nostro padre»
L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi L’inizio della Quaresima con la tradizione dei 40 rintocchi Dal racconto di Don Sabino Lattanzio il perché di questo momento
Nonna Rosa Leone compie 105 anni Nonna Rosa Leone compie 105 anni I festeggiamenti per il felice traguardo con i familiari e il sindaco
1 La barlettana Nietta Borgia compie 90 anni La barlettana Nietta Borgia compie 90 anni Gli auguri alla donna che ha tramandato storia e tradizioni di Barletta
8 Notte di San Lorenzo a Barletta: ritorno all’inciviltà Notte di San Lorenzo a Barletta: ritorno all’inciviltà Dal successo del Jova Beach al solito scempio dei carrelli della spesa rubati e delle pedane di legno abbandonate
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.