Liceo Classico
Liceo Classico
Scuola e Lavoro

I migliori istituti superiori della Bat sono andriesi. E le scuole barlettane?

Eduscopio.it valuta la qualità delle scuole superiori italiane su 1.100.000 diplomati italiani

Si sa, a conclusione delle scuole medie, i ragazzi sono chiamati a fare una scelta consapevole, che sia adeguata alle proprie esigenze e soprattutto diversa a seconda dei progetti lavorativi futuri. Si affollano perciò i numerosi incontri con i vari licei e istituti superiori e alle volte l'indecisione regna sovrana, specie a quell'età. Ci si sente troppo giovani per una scelta che possa dirsi davvero rispondente al proprio futuro, ai propri interessi. Si consultano decine di siti alla ricerca di maggiore chiarezza non solo sull'indirizzo ma anche sull'istituto o liceo tra quelli della propria provincia. Viene incontro alle domande dei giovani studenti Eduscopio.it, un portale che analizza e compara i vari istituti superiori d'Italia.

La Fondazione Agnelli, che ha realizzato questo utile motore di ricerca, l'ha pensato a misura di studente perciò il suo utilizzo è semplice e intuitivo: basta scegliere tra una scuola (che prepari per l'università) o un istituto che permetta l'inserimento nel mondo del lavoro e inserire il proprio nome, indirizzo scolastico e città di residenza. Poi è possibile scegliere tra vari indirizzi: classico, scientifico, scienze umane, artistico, tecnico settore economico o tecnologico.

Pensando ad una scelta liceale, se si opta per un indirizzo classico il motore di ricerca mostra sul podio rispettivamente Liceo Alfredo Casardi, Carlo Troya di Andria e Scipione Staffa. A seguire il Francesco De Sanctis. Il liceo A. Casardi svetta per indice FGA (69.29), medie dei voti (26.06) e numero di crediti (71.44) rispetto agli altri sopracitati. Va peggio il liceo scientifico della nostra città, al terzo posto dopo il liceo Nuzzi e il Vecchi. Scegliendo l'indirizzo scienze umane, svettano il liceo Francesco De Sanctis e Carlo Troya mentre il Casardi si colloca al terzo posto seguito da Scipione Staffa e Bethancourt.

Se uno studente sta pensando ad una scuola con indirizzo linguistico, il motore di ricerca colloca Il liceo scientifico Carlo Cafiero al secondo posto dopo l'andriese Carlo Troya. Tra gli indirizzi, per quello tecnico con settore economico il portale suggerisce il Carafa - al primo posto - il Fermi-Nervi-Cassandro di Barletta al secondo (Indice FGA 47.58, media dei voti 22.7 e 56 crediti) seguiti da Istituto Aldo Moro e Suore Salesiane dei sacri cuori (Indice FGA 22.94, MEDIA DEI VOTI 20.35 e crediti ottenuti 26.31).
Optando per una scuola che formi al meglio per il mondo del lavoro Eduscopio.it valuta positivamente per l'istituto tecnico con settore economico l'istituto Fermi-Nervi-Cassandro seguito da quello delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori. Nel settore servizi svetta l'istituto Archimede con un indice di occupazione 36.36 post studi. L'istituto Garrone si attesta al sesto posto con un indice di occupazione pari al 18.11.

La valutazione fatta da Eduscopio.it riguarda la qualità delle scuole superiori italiane analizzando i dati di circa 1 milione e 100 mila diplomati italiani negli anni scolastici 2011/12 2012/13 2013/14 in oltre 6 mila istituti superiori italiani, sulla base della capacità di questi ultimi di orientare e preparare gli studenti al futuro sia esso indirizzato al proseguimento universitario o il mondo del lavoro. Sul podio per ciò che riguarda i migliori istituti della nostra provincia si pongono quelli andriesi ma vediamo invece come si posizionano quelli della città di Barletta.

È possibile inserire la propria ricerca consultando il sito www.eduscopio.it aggiornato all'edizione 2017/18.
  • Liceo Classico "A. Casardi"
  • Scuola
  • Liceo Scientifico "C. Cafiero"
  • Istituto tecnico per geometri "Nervi"
  • Istituto Tecnico Industriale «E. Fermi»
Altri contenuti a tema
Al liceo Cafiero di Barletta arriva la "Primavera dell'Europa" Al liceo Cafiero di Barletta arriva la "Primavera dell'Europa" L'incontro coinvolgerà gli studenti "first voters" delle quinte classi
Nel segno della cultura, gemellaggio tra gli studenti di Barletta e del Friuli Nel segno della cultura, gemellaggio tra gli studenti di Barletta e del Friuli Domani la presentazione del libro dal titolo “Come le foglie che cambiano colore” a Matera
1 Razionalizzazione scolastica a Barletta, le domande di Rosa Cascella Razionalizzazione scolastica a Barletta, le domande di Rosa Cascella La consigliera comunale presenta un'interrogazione su scelte e spese per una maggiore trasparenza
Refezione scolastica, il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Barletta Refezione scolastica, il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Barletta Filcams e Cgil Bat: «Siamo soddisfatti, accolte nei fatti tutte le nostre perplessità e denunce»
Finanziamenti per strade e scuole della provincia Barletta-Andria-Trani Finanziamenti per strade e scuole della provincia Barletta-Andria-Trani In arrivo dal Governo 16 milioni annui fino al 2033
Iscrizioni per il prossimo anno scolastico, c’è tempo fino al 31 gennaio Iscrizioni per il prossimo anno scolastico, c’è tempo fino al 31 gennaio Obbligatorie le iscrizioni online per scuole primarie, medie e superiori
Notte Nazionale del Liceo Classico, partecipa anche Barletta Notte Nazionale del Liceo Classico, partecipa anche Barletta Gli studenti avranno modo di esibirsi in svariate performance guidati dal tema "Libertà"
Da lunedì parte la razionalizzazione scolastica per alcune scuole di Barletta Da lunedì parte la razionalizzazione scolastica per alcune scuole di Barletta Quattro classi della scuola “D’Azeglio–De Nittis” al Monastero di San Ruggiero
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.