Salini Impregilo
Salini Impregilo
Territorio

Grandi opere ferme per 150 miliardi, la via d’uscita passa per Salini

Grandi opere in bilico o congelate valgono un investimento complessivo di 36 miliardi di euro

In Italia le grandi opere in bilico o congelate valgono un investimento complessivo di 36 miliardi di euro. Il blocco dei progetti ha determinato un arresto della crescita del settore danneggiando l'intero paese che guadagna sempre più ritardi infrastrutturali e perde competitività registrando malessere diffuso tra imprese e lavoratori.

L'allarme generale degli operatori italiani va dalla scarsità delle risorse per gli investimenti pubblici alla farraginosità delle procedure. Fattori la cui concomitanza ha causato la crisi del settore che ha visto il fallimento di 120 mila aziende e la distruzione di oltre 600 mila posti di lavoro. Realtà storiche quali Astaldi, Condotte, Trevi, Grandi Lavori Fincosit, Toti e Cmc devono inoltre affrontare oggi gravi criticità.

Non è invece stata toccata dalla crisi Salini Impregilo. La solidità di quella che è da sempre la più grande azienda italiana è da ascrivere alla crescente espansione sui mercati internazionali, dagli Stati Uniti all'Australia, dove nell'arco del quinquennio 2017-2022 sono previsti investimenti complessivi per 75 miliardi di euro.

Se l'internalizzazione è, oramai, un obbligo, le dinamiche, tuttavia, non sono semplici. Le aziende italiane, anche quelle più importanti come Salini Impregilo, si trovano di fronte a competitor due, tre, cinque volte maggiori, con patrimonializzazioni elevate, ampie capacità di accedere al mercato dei capitali e, soprattutto, la possibilità di contare su un sistema-Paese propenso a investire nel settore grandi opere in maniera continuativa ponendo le radici per un forte mercato domestico. Da non sottovalutare, poi, che oggi il mercato punta principalmente sui mega progetti: una realtà per la quale nei prossimi tre anni sono previsti lavori dal valore di 520 miliardi di euro, di cui soltanto 390 miliardi per il segmento dei trasporti con progetti di megacities e mobilità sostenibile.

Come fare, allora, se la sfida è su due fronti, in Italia e all'estero? Tra le principali strategie di sviluppo, si sta facendo strada l'idea di dare vita a un operatore di grandi dimensioni che consolidi le principali realtà, singolarmente troppo deboli. Da questo punto di vista, con un giro d'affari di 6,5 miliardi di euro che potrebbero almeno raddoppiare, il catalizzatore non può che essere Salini Impregilo. Il gruppo avrebbe infatti la capacità di investimento - oltre che i talenti, le competenze e l'efficienza - necessarie a sfidare i colossi internazionali, assicurando al tempo stesso un forte impegno per la modernizzazione e lo sviluppo del nostro Paese.
  • Lavori pubblici
Altri contenuti a tema
1 «Gli uffici tecnici controllino le ditte del nostro territorio»: la nota di Rocco Tarantino «Gli uffici tecnici controllino le ditte del nostro territorio»: la nota di Rocco Tarantino «Occorre proporre soluzioni, monitorare ed attivarsi per prevenire situazioni come quelle di martedì»
Lavori al Polo della Legalità, divieti di sosta con rimozione Lavori al Polo della Legalità, divieti di sosta con rimozione Sono interessate via Leopardi, via Manzoni, via Alighieri e via Beccaria
5 La litoranea di Ponente si rifà il look, lavori in corso da lunedì La litoranea di Ponente si rifà il look, lavori in corso da lunedì Verrà utilizzato per la prima volta a Barletta il Cemento in 3D
3 Nuova segnaletica in via Scuro, arriva l’ordinanza dell’ufficio traffico Nuova segnaletica in via Scuro, arriva l’ordinanza dell’ufficio traffico Il provvedimento accoglie la richiesta dalla Buzzi Unicem pronta a modificare la percorribilità dei suoi mezzi
Ripristino del manto stradale, elenco delle vie interessate Ripristino del manto stradale, elenco delle vie interessate Il dirigente Filannino ha disposto l’istituzione del divieto di sosta con rimozione e il divieto di transito
Lavori in via della Repubblica, continuano i disagi per i residenti Lavori in via della Repubblica, continuano i disagi per i residenti Nessun passaggio lungo il nuovo spartitraffico: le automobili sono costrette a interminabili tragitti
2 Mobilità e sicurezza urbana, intervento fra via Girondi e via Stagnì Mobilità e sicurezza urbana, intervento fra via Girondi e via Stagnì Predisposti dei paletti parapedonali per impedire alle auto di sostare nonostante il divieto
4 Lavori in via Foggia, «né bloccati, né rinviati» Lavori in via Foggia, «né bloccati, né rinviati» La rettifica dell'amministrazione comunale
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.