Energia
Energia
Speciale

Energia, la fine del mercato di maggior tutela

Un approfondimento sul tema a cura di NoiEnergia

Il 1° luglio è una data storica per l'energia in Italia, perché inizia ufficialmente a funzionare il meccanismo di fine tutela del mercato dell'energia elettrica, per il momento limitato alle PMI, ovvero le imprese con un numero di dipendenti tra 10 e 50 o un fatturato annuo tra i 2 e i 10 milioni di euro, oppure che abbiano potenza impegnata superiore ai 15 kW. Ma cosa vuol dire "fine tutela"?

La fine del mercato di maggior tutela
Significa che dal 1° luglio non è più previsto il mercato tutelato e, se nel corso di questi mesi non si è scelto un operatore nel mercato libero, in base alle aree territoriali di appartenenza le PMI verranno "affidate", per i prossimi 3 anni, al venditore convenzionato che si è aggiudicato l'asta indetta da ARERA per il servizio nel territorio, che erogherà il Servizio a Tutele Graduali. Nello specifico, i vincitori delle varie aste territoriali sono stati i seguenti fornitori:
  • Lazio, Lombardia, Veneto, Liguria e Trentino-Alto Adige: A2A Energia;
  • Campania, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna: Hera Comm;
  • Friuli-Venezia Giulia, Valle d'Aosta, Puglia, Toscana e Comune di Milano: Iren Mercato;
  • Piemonte ed Emilia-Romagna: Axpo Italia.
Le condizioni contrattuali previste
Le condizioni contrattuali sono quelle previste dalle offerte Placet, quindi a prezzo libero ma a condizioni equiparate di tutela ma le condizioni economiche per la spesa della materia energia saranno basate sui prezzi di aggiudicazione delle aste. In ogni momento, nel corso di questi 3 anni, è possibile scegliere un fornitore che opera nel mercato libero

L'importanza di un fornitore vicino
Il meccanismo delle aste porterà, quindi, automaticamente molte piccole imprese a entrare in fornitura con realtà distanti da loro, senza avere neanche la certezza di un prezzo favorevole e senza la possibilità di avere a portata di mano il proprio fornitore, qualsiasi sia l'esigenza che dovesse verificarsi.

In quest'ottica affidarsi a un fornitore davvero vicino all'attività, sia in termini geografici che in termini operativi, diventa davvero essenziale. Il perché è presto detto: la vicinanza garantisce un servizio di assistenza e consulenza continuativo, la velocità nell'intervento, la possibilità di affidarsi a persone che si conoscono davvero e che, aiutando i clienti e fornendo loro una consulenza professionale e qualificata, li aiutano a non sentirsi solo un altro numero.

Scopri le soluzioni che NoiEnergia ha riservato per le aziende cliccando qui oppure contatta il nostro Servizio Clienti e fissa un appuntamento con uno dei nostri energy advisor.

L'energia è davvero vicina a te!
  • Energia
Altri contenuti a tema
Caro energia: tutta la verità sugli oneri in bolletta Caro energia: tutta la verità sugli oneri in bolletta Una proposta concreta a favore dei cittadini e dell'economia
Caro bollette: «Io non aspetterei il 25 settembre, c'è bisogno di soluzioni nell'immediato» Caro bollette: «Io non aspetterei il 25 settembre, c'è bisogno di soluzioni nell'immediato» «Chiediamo al governo che vengano bloccate le bollette e un decreto legge che ci tuteli»
Le bollette alle stelle esposte in vetrina, proposta di FIPE Confcommercio Bari BAT Le bollette alle stelle esposte in vetrina, proposta di FIPE Confcommercio Bari BAT Gli aumenti sono arrivati al +300%, tante le attività in sofferenza
La certificazione energetica, tutto quello che c’è da sapere La certificazione energetica, tutto quello che c’è da sapere Un approfondimento sul tema
Caro energia, in Puglia 11% dei consumi solo per la produzione del cibo Caro energia, in Puglia 11% dei consumi solo per la produzione del cibo Stretta su aziende a chilometro zero per ridurre i costi
Un parco eolico con 80 turbine in mare potrà sorgere al largo di Barletta Un parco eolico con 80 turbine in mare potrà sorgere al largo di Barletta Pubblicata la richiesta di concessione demaniale: il progetto riguarda il tratto costiero fino a Bari
Autonomia energetica delle imprese: le agevolazioni economiche Autonomia energetica delle imprese: le agevolazioni economiche La svolta green delle misure regionali con aiuti fino al 60% dei costi per la realizzazione di impianti di energia da fonte rinnovabile
Torna l'ora legale, sabato lancette un’ora in avanti tra le 2 e le 3 di notte Torna l'ora legale, sabato lancette un’ora in avanti tra le 2 e le 3 di notte Resterà in vigore fino al 29 ottobre
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.