cacciatore
cacciatore
Territorio

Eccellente operato della Polizia Provinciale, fermato un bracconiere

Prioritario difendere il ricco patrimonio faunistico del territorio. Sequestrata l'arma e due lepri abbattute

Brillante operazione condotta dal Comando di Polizia Provinciale di Barletta - Andria - Trani nella lotta all'annoso fenomeno del bracconaggio. Domenica 10 luglio, attorno alle ore 21, in una contrada dell'agro di Margherita di Savoia, in seguito ad un'attenta pianificazione delle attività notturne finalizzate alla prevenzione ed alla repressione degli illeciti commessi a danno della fauna selvatica (oggetto di recente ripopolamento effettuato dagli Ambiti Territoriali di Caccia di Foggia e Bari), alcune pattuglie in forza alla Polizia Provinciale hanno proceduto al fermo di un bracconiere che aveva abbattuto due lepri.

Dopo aver identificato il soggetto, gli Agenti di Polizia Provinciale di Barletta - Andria - Trani hanno sequestrato l'arma (un fucile da caccia tipo sovrapposto, calibro 12) e i due capi di selvaggina abbattuta. Nella giornata di ieri il soggetto sanzionato è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria competente (Procura della Repubblica di Foggia), l'arma è stata depositata presso l'Ufficio reperti della medesima Procura, mentre i capi di selvaggina sequestrata sono stati donati in beneficenza alla Parrocchia Convento Santa Maria Vetere di Andria. Un plauso all'operazione è giunta dall'Assessore provinciale alle Politiche Agricole e Forestali Domenico Campana, il quale ha voluto «ringraziare la Polizia Provinciale di Barletta - Andria - Trani, diretta dal Comandante Francesco Paolo Greco, per il suo eccellente operato, reso certamente meno semplice dalla carenza di risorse umane, strumentali e finanziarie cui è costretto a far fronte.

La tutela ed il controllo di un ricco patrimonio faunistico e venatorio quale il nostro rappresentano un'assoluta priorità - ha proseguito Campana - e la presenza sempre più tangibile sul territorio del Comando di Polizia Provinciale risulta fondamentale proprio in quest'ottica. Ma è altresì un nostro obiettivo prioritario - ha poi concluso l'Assessore provinciale alle Politiche Agricole e Forestali - quello di salvaguardare i diritti di una parte di utenza, rappresentata dai cacciatori che osservano le leggi, esercitando l'attività venatoria nei tempi e nelle modalità previste dalla normativa vigente e dal calendario venatorio».
  • Polizia provinciale
  • Bracconaggio
Altri contenuti a tema
La Polizia provinciale resta ad Andria La Polizia provinciale resta ad Andria Alcuni chiarimenti dopo la notizia del trasferimento a Barletta
Il distaccamento della Polizia provinciale avrà sede nell’Orto botanico di Barletta Il distaccamento della Polizia provinciale avrà sede nell’Orto botanico di Barletta «Obiettivo importante sul tema ambientale» dichiara il consigliere Caracciolo
Sangue sulla SS16bis, perde la vita un giovane barlettano Sangue sulla SS16bis, perde la vita un giovane barlettano Al primo impatto contro guard rail, l'uomo viene sbalzato fuori dal veicolo
Prevenzione e sorveglianza ambientale: firmato stamattina il protocollo d’intesa Prevenzione e sorveglianza ambientale: firmato stamattina il protocollo d’intesa Ciappetta-Camaggio e discariche abusive i punti sotto osservazione
Presentato in Prefettura il piano di controllo del territorio della Bat Presentato in Prefettura il piano di controllo del territorio della Bat 185 forze e 85 mezzi impiegati; 1069 persone e 821 mezzi controllati in 3 ore
Operazione antibracconaggio nelle campagne tra Barletta, Margherita e Trinitapoli Operazione antibracconaggio nelle campagne tra Barletta, Margherita e Trinitapoli L'azione del Nucleo IFAE di Barletta. Sequestrati 6 richiami acustici elettromagnetici
Le operazioni della Polizia Provinciale durante il maltempo Le operazioni della Polizia Provinciale durante il maltempo Nella giornata di martedì, gli interventi nel territorio della Bat
Operazione antibracconaggio del Nucleo di Vigilanza I.F.A.E. di Barletta Operazione antibracconaggio del Nucleo di Vigilanza I.F.A.E. di Barletta Sequestrati altri quattro richiami acustici elettromagnetici
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.