Cimitero di Barletta
Cimitero di Barletta
Scuola e Lavoro

«Dipendenti dei servizi cimiteriali a Barletta senza dispositivi di sicurezza»

La denuncia è della Filcams Cgil Bat che comunica lo stop alle attività da mercoledì 1° aprile

Mancata attuazione delle procedure di tutela della salute per i dipendenti che si occupano dell'espletamento dei servizi cimiteriali a Barletta. La Filcams Cgil Bat scrive alla Prefettura, al Comune e alla Notaro Group (l'azienda che gestisce il servizio) per denunciare "la gravosa situazione di rischio a cui sono sottoposti i dipendenti", spiega il segretario provinciale, Domenico Spera, in una nota in cui sottolinea che "a tutt'ora non sono stati distribuiti i dispositivi di sicurezza e non è stata eseguita la sanificazione dei locali adibiti ai lavoratori".

"Gli operatori effettuano quotidianamente un fondamentale servizio per collettività senza le adeguate tutele per la loro salute e quella dei cittadini. Appare opportuno evidenziare che l'articolo 44 del Dlgs. 81/08, sancisce il diritto dei lavoratori in caso di emergenza e di pericolo grave, ad abbandonare i luoghi lavorativi e sospendere l'attività lavorativa senza conseguenza alcuna. Tali condotte di comprovato pericolo per i lavoratori, associate alle più che evidenti inadempienze del datore di lavoro, sono state avvalorate da sentenze della Corte di Cassazione, nello specifico la n. 6631/2015 e la n.836/2016. Pertanto, appurata la palese violazione degli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro, i lavoratori interromperanno tutte le attività da mercoledì 1° aprile, nel solo ed unico interesse della salute della cittadinanza e dei lavoratori", aggiunge il segretario della Filcams Cgil Bat.

"Inoltre, lavoratori hanno garantito con generosità il massimo livello di efficacia del servizio pubblico essenziale, nonostante non siano ancora state erogate le retribuzioni del mese di febbraio", conclude Spera.
  • Cgil
  • Cimitero
Altri contenuti a tema
25 novembre, Lacerenza (Cgil Bat): «Dove sono le politiche per le donne?» 25 novembre, Lacerenza (Cgil Bat): «Dove sono le politiche per le donne?» «È necessario riflettere sulla condizione delle donne ed impegnarsi per un mondo del lavoro più equo»
4 Covid-19, la proposta: «Test rapidi nella Bat come in Alto Adige» Covid-19, la proposta: «Test rapidi nella Bat come in Alto Adige» Biagio D'Alberto (Cgil Bat): «Lo screening di massa permetterebbe di stanare gli eventuali positivi asintomatici»
Blocco degli straordinari, domani sciopero del personale di E-Distribuzione Blocco degli straordinari, domani sciopero del personale di E-Distribuzione «Anche nelle nostre province di Bat e Foggia servono nuove assunzioni di giovani»
Nessun “Covid-Hotel” nella Bat: «Dimenticanza o scelta?» Nessun “Covid-Hotel” nella Bat: «Dimenticanza o scelta?» A sollevare la questione il segretario generale Cgil Bat Biagio D’Alberto
Contratto non rinnovato, il 13 novembre sciopero dei lavoratori del multiservizi Contratto non rinnovato, il 13 novembre sciopero dei lavoratori del multiservizi Un contratto scaduto da oltre 7 anni, Tina Prasti (Filcams Cgil Bat): «Non si può andare avanti così»
Palazzo delle Poste a Barletta, la Camera del lavoro: «Il Comune lo acquisti» Palazzo delle Poste a Barletta, la Camera del lavoro: «Il Comune lo acquisti» Il coordinatore della Cgil cittadina condivide e rilancia la richiesta dell’Anpi
Cappella Nazareth, ancora una precisazione Cappella Nazareth, ancora una precisazione La nota integrale a firma dell'avvocato Carmine Di Paola
Caso cappella "Nazareth", nota a firma dell'avvocato Peschechera Caso cappella "Nazareth", nota a firma dell'avvocato Peschechera La decisione della Corte di Appello dopo la vicenda giudiziaria
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.