Ambulatorio popolare di Barletta
Ambulatorio popolare di Barletta
La città

"DiMartedì" su La7, in TV il caso dell'Ambulatorio popolare di Barletta

Interviste a medici e volontari: questa sera alle 23.35 circa il servizio

Questa sera su La7 nel corso della trasmissione DiMartedì, di Giovanni Floris, intorno alle 23:25 circa, andrà in onda un servizio sull'Ambulatorio popolare di Barletta». Ad annunciarlo è Cosimo D. Matteucci, referente della realtà barlettana, che preannuncia il servizio di questa sera con interviste ai medici e ai volontari che da più di 4 mesi e in modo del tutto gratuito stanno prestando aiuto alle persone più povere della comunità barlettana, italiani e stranieri senza nessuna distinzione.

«La povertà, nella nostra comunità è tanta, è assai, sempre che la si voglia vedere, sempre che la si voglia toccare, e le persone stanno progressivamente rinunciando a tutto, anche a soddisfare i propri bisogni primari, anche a curarsi. Ma è tanta anche la solidarietà: la stiamo vivendo, la stiamo toccando, la stiamo organizzando. Oggi, sono oltre 70 i volontari che hanno deciso di donare il proprio tempo e il proprio sapere scientifico per metterlo a disposizione, gratuitamente, delle persone più povere della nostra comunità, tutte, senza alcuna distinzione tra loro. Ci sono medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi, psichiatri, biologi nutrizionisti, counselor, mediatori culturali, assistenti sociali, studenti e specializzandi in medicina, infermieristica, scienze sociali e scienze dell'alimentazione, e ci volontari anche privi di specifiche competenze grazie ai quali l'ambulatorio è stato in grado di estendere le proprie attività ben oltre quelle inizialmente previste, con orari di apertura giornalieri, distribuiti nel corso dell'intera settimana.

Questo è l'Ambulatorio popolare di Barletta: una struttura mutualistica finalizzata ad aiutare, gratuitamente, le persone più povere della comunità a soddisfare i propri bisogni non solo di carattere medico e sanitario, ma anche informativo e culturale, proprio perché la conoscenza e la formazione di una coscienza critica sono fondamentali non solo per curarsi meglio, ma per migliorare le proprie condizioni di vita. Infatti, accanto alle attività tipicamente ambulatoriali è stata avviata la scuola di italiano per i bambini delle famiglie dei migranti e il doposcuola per i figli di tutti, e a breve verrà attivata anche l'università delle terza età, perché la cultura fa bene a tutti, fa stare insieme, fa vivere meglio. Un appuntamento consolidato è ormai quello del mercoledi pomeriggio, giorno in cui distribuiamo tutto ciò che abbiamo raccolto nel corso della settimana, tra generi alimentari e materiale sanitario di vario genere come: garze, protesi, stampelle, carrozzine, pannoloni, traverse e girelli. Raccogliamo e distribuiamo anche abiti usati, libri, giocattoli, lenzuola e coperte, prodotti per la pulizia della casa e per l'igiene della persona. A breve attiveremo anche la sartoria, la barberia e la parrucchiera popolare e stiamo pensando di attrezzare il bagno dell'ambulatorio come un servizio diurno, in modo da consentire alle persone più povere di curare la propria igiene, e di essere belle, sì belle, perchè la discriminazione e l'emarginazione sociale ed economica può e deve essere combattuta anche così».

«Ci vediamo questa sera su La7, con un ringraziamento particolare alla giornalista Nicole Maglio, alla troupe, a Giovanni Floris e a tutta la redazione di DiMartedì» conclude Matteucci.
  • Trasmissione televisiva
  • Ambulatorio popolare
Altri contenuti a tema
L'ambulatorio popolare di Barletta festeggia il primo compleanno L'ambulatorio popolare di Barletta festeggia il primo compleanno Questo pomeriggio saranno presenti anche trenta teoresi tra cui il Sindaco di Teora  
"Le Iene" incastrano pedofilo a Barletta: adescava i ragazzi su Instagram "Le Iene" incastrano pedofilo a Barletta: adescava i ragazzi su Instagram A segnalare le inopportune attenzioni del sessantenne, una coppia di genitori barlettani
Flash mob in carrozzina: l’Ambulatorio Popolare chiede una Barletta accessibile Flash mob in carrozzina: l’Ambulatorio Popolare chiede una Barletta accessibile Matteucci: «Per una volta sono i disabili ad occupare i posti dei normodotati»
L'Ambulatorio itinerante di Barletta riprende le visite L'Ambulatorio itinerante di Barletta riprende le visite Oggi appuntamento in Piazza Divittorio dalle 18 alle 22
Ambulatorio popolare di Barletta, aperte le iscrizioni al doposcuola Ambulatorio popolare di Barletta, aperte le iscrizioni al doposcuola L'appello è rivolto agli insegnanti che volessero aiutarci nell'assistenza scolastica
A Barletta il primo "matrimonio popolare" d'Italia A Barletta il primo "matrimonio popolare" d'Italia Per la festa tutto offerto grazie alla solidarietà di aziende, amici e sconosciuti
1 La CBS a Barletta per scoprire la Cittadella della Musica Concentrazionaria La CBS a Barletta per scoprire la Cittadella della Musica Concentrazionaria Le telecamere della nota emittente americana nella città della Disfida
Oggi e domani a Barletta le telecamere della CBS Oggi e domani a Barletta le telecamere della CBS Sarà realizzato un servizio sulla Cittadella della Musica Concentrazionaria e sul maestro Lotoro
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.