Farmacia
Farmacia
La città

«Di notte le farmacie di Barletta sono esposte a molti pericoli»

L’appello di una farmacista: «Facciamo subito qualcosa prima di eventi irrimediabili»

Le farmacie rappresentano per una città il luogo di presidio della salute, a cui rivolgersi per un aiuto o un'emergenza quando si sta male. Desta preoccupazione la segnalazione giunta da una farmacista di Barletta, che vorrebbe divulgare un appello a tutta la cittadinanza a seguito di un brutto episodio accaduto questa notte, per sensibilizzare tutti alla necessità di maggiori controlli a tutela della vivibilità della nostra città.

«Stanotte abbiamo vissuto un vero incubo: con atteggiamento molesto e insistente sono arrivati in farmacia due uomini di nazionalità marocchina in evidente stato di alterazione che pretendevano psicofarmaci, assolutamente non vendibili senza prescrizione medica. Non riuscivamo a mandarli via. Abbiamo chiamato i Carabinieri e il 118 per risolvere la situazione, ma abbiamo avuto davvero paura».

«Le farmacie che fanno il turno di notte sono esposte a molti pericoli – racconta ancora la farmacista - considerando che c'è molta gente beatamente in giro in piena notte che si rivolge a noi come se fossimo normalmente in pieno giorno, persino per un pacchetto di caramelle. È intollerabile e preoccupante, soprattutto di notte, vedere che girano in città questi uomini che si stonano, comprano vino a pochi centesimi e pretendono farmaci, diventando così incoscienti dei gesti che fanno o potrebbero fare. Sarebbe meglio non dare a queste persone quei soldi che chiedono al di fuori dei supermercati e delle attività, perché così alimentiamo ancora di più questo pericolo».

«Non viviamo in una grossa metropoli, siamo a Barletta, una città di 100mila anime: conosciamo la nostra città e dovremmo fare subito qualcosa per prevenire eventi irrimediabili. Come possiamo risolvere questo problema prima che diventi sempre più pericoloso?».
  • Situazione di pericolo
Altri contenuti a tema
Esplosione in via Boggiano, paura per i residenti Esplosione in via Boggiano, paura per i residenti Sventrate le pareti di un vano tecnico a ridosso delle abitazioni
1 «Non potrò cancellare il terrore che ho provato», la lettera dopo il ferimento dell’operatrice Bar.S.A. «Non potrò cancellare il terrore che ho provato», la lettera dopo il ferimento dell’operatrice Bar.S.A. Nella busta c'erano garze usate e più di 30 siringhe senza cappuccio di protezione
7 Siringhe sporche di sangue tra i rifiuti, ferita operatrice Bar.S.A. Siringhe sporche di sangue tra i rifiuti, ferita operatrice Bar.S.A. Visibilmente scossa, la dipendente è sotto osservazione in ospedale: attivati protocolli sanitari di profilassi
Tragedia evitata nel mare di Barletta, salvato 65enne in difficoltà Tragedia evitata nel mare di Barletta, salvato 65enne in difficoltà È accaduto questa mattina, nelle acque antistanti il lido "ANMI"
Violenza e criminalità, cosa ne pensano i giovani barlettani? Violenza e criminalità, cosa ne pensano i giovani barlettani? «Viviamo una vita di timore, ansia e preoccupazione ed abbiamo paura anche ad uscire»
Barletta a "Chi l'ha visto", denunciati atti di bullismo Barletta a "Chi l'ha visto", denunciati atti di bullismo Pietre contro l'abitazione dei fratelli Monteverde
Alcolisti senza tetto, un problema reale a Barletta Alcolisti senza tetto, un problema reale a Barletta Il responsabile della Caritas Lorenzo Chieppa: «Chiediamo la convocazione di un tavolo permanente con ASL, Prefettura e Servizi Sociali»
2 Via Don Luigi Filannino, furti e paura. I residenti: «Siamo preoccupati» Via Don Luigi Filannino, furti e paura. I residenti: «Siamo preoccupati» Sta nascendo un comitato di quartiere per affrontare la situazione
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.