Cosimo Cannito. <span>Foto Cosimo Campanella</span>
Cosimo Cannito. Foto Cosimo Campanella
La città

Deiezioni canine per strada, il duro sfogo del sindaco Cannito

Arringa contro i padroni incivili: «Dovreste provare vergogna per quello che fate»

«Sono tante e quotidiane le segnalazioni di cittadini infuriati per l'inciviltà di alcuni, troppi, che con prepotenza e assoluta mancanza di rispetto per gli altri, lasciano per strada gli escrementi dei propri cani» scrive in una nota il sindaco Cosimo Cannito.

«Come si può pensare di usare la strada come una pattumiera, consentendo al proprio animale di fare i sui bisogni per poi voltarsi dall'altra parte e andare via senza pulire? Il cane non è della comunità e la città non è casa vostra. Le strade devono essere pulite, i marciapiedi devono essere percorribili e non ridotti a un porcile. In molti casi i luoghi prediletti da questi incivili si trovano nelle vicinanze delle scuole, vedi la "Musti" o la "Modugno", come pure la "Dimiccoli", solo per fare alcuni esempi. I bambini sono costretti a fare le gincane per non pestare quello che lasciano questi signori. E quando accade portano in classe, dove restano per tutta la mattinata, sporcizia e germi. Genitori e insegnanti sono giustamente arrabbiati.

Prima di qualsiasi controllo, prima delle sanzioni, che pure servono e sono necessari, ci vuole senso di responsabilità e rispetto per gli altri. Non si può andare avanti con le minacce o con i compromessi "educativi" come con i bambini, "se non ti comporti bene ti multo". Anche perché questi sedicenti amanti degli animali, da veri vigliacchi, scelgono orari in cui è difficile essere colti sul fatto. Se ne infischiano di tutto, comprese le sanzioni, si tratta di grandissimi maleducati, incivili e sporcaccioni. Dovreste provare vergogna per quello che fate, la gente non vi sopporta e purtroppo finisce col non tollerare anche i vostri incolpevoli animali che hanno la sfortuna di avervi accanto. Sappiate che continuando così disonorate voi stessi e la nostra città.
  • Degrado
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
3 Alle spalle della Lega navale di Barletta, "terra di nessuno" fra degrado e abbandono Alle spalle della Lega navale di Barletta, "terra di nessuno" fra degrado e abbandono Una brulla e desertica distesa, forse dimenticata dall’amministrazione comunale
Atto intimidatorio al sindaco di Trani, la solidarietà di Cannito Atto intimidatorio al sindaco di Trani, la solidarietà di Cannito «Nulla giustifica la violenza, le minacce e gli insulti»
Il sindaco Cannito alla senatrice barlettana: «Cara Assuntela, siamo orgogliosi» Il sindaco Cannito alla senatrice barlettana: «Cara Assuntela, siamo orgogliosi» Gli auguri di buon lavoro del primo cittadino
5 Cade in strada a Barletta, il sindaco Cannito lo soccorre Cade in strada a Barletta, il sindaco Cannito lo soccorre L'accaduto questa mattina nei pressi del Sepolcro
7 Disperazione e tragedia, il sindaco commenta il ritrovamento dell'uomo senza vita Disperazione e tragedia, il sindaco commenta il ritrovamento dell'uomo senza vita L'amministrazione comunale proverà a mettersi in contatto con i familiari e si occuperà della sepoltura
Degrado continuo in via Mura del Carmine: tutte le foto Degrado continuo in via Mura del Carmine: tutte le foto Preoccupazione per un eventuale pericolo di crollo
Il rudere fantasma su viale Reichlin nell'area dell'ex distilleria di Barletta Il rudere fantasma su viale Reichlin nell'area dell'ex distilleria di Barletta La struttura abbandonata nel degrado a pochi passi dagli uffici dell'orto botanico
3 Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» L'intervento del primo cittadino dopo la revoca della concessione dell'area verde
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.