Azienda di Barletta dona 150 mascherine ai volontari A.N.P.S.
Azienda di Barletta dona 150 mascherine ai volontari A.N.P.S.
Cronaca

Coronavirus, azienda di Barletta dona 150 mascherine ai volontari A.N.P.S.

«Ho voluto contribuire anche io alla sicurezza di chi vive l’emergenza stando in prima linea»

Dalla creazione di collezioni di abbigliamento alla realizzazione di mascherine chirurgiche per far fronte all'emergenza Covid-19 di questi giorni. È il passo compiuto da Vincenza Lombardi, proprietaria di un'azienda barlettana, che ha utilizzato le proprie materie prime per produrre circa 150 mascherine chirurgiche, donate all'associazione A.N.P.S. (Associazione nazionale della Polizia di Stato), in prima fila nell'attività di controllo a Barletta.
7 fotoAzienda di Barletta dona 150 mascherine ai volontari A.N.P.S.
azienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGazienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGazienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGazienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGazienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGAzienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPGazienda di Barletta dona mascherine ai volontari A N P S JPG
Se da un lato è sempre più difficile reperire mascherine in farmacia, dall'altro non è corretto lucrare su questa necessità. A tal proposito, è sempre più frequente trovare in città mascherine in cotone, vendute come mascherine anti-polvere e prodotte da aziende del territorio. Di certo non sono presidi capaci di assolvere ad una funzione preventiva. Inutile precisare, infatti, che il cotone non è in grado di filtrare il passaggio delle cosiddette goccioline.

«L'unico materiale utilizzabile per confezionare mascherine chirurgiche – spiega Vincenza – è il tessuto non tessuto (T.N.T.), impermeabile e quindi maggiormente protettivo». L'idea, racconta l'imprenditrice barlettana, è nata dalla visione di alcuni infermieri intenti a fabbricarsi autonomamente i dispositivi di protezione: «Ho pensato di poter contribuire anche io a migliorare la sicurezza di chi vive questo stato di emergenza stando in prima linea. Così, ho deciso di consegnare le mascherine realizzate nel mio laboratorio, in tessuto non tessuto, ai volontari dell'A.N.P.S.».

È di questi giorni l'appello che la stessa Regione Puglia ha rivolto alle aziende dotate di un sistema di qualità affinché contribuiscano alla produzione di mascherine, dovendo tuttavia scontare l'iter previsto dalla legge e il vaglio di conformità del prodotto e della produzione dell'Istituto superiore di Sanità.

Solo in questo modo le mascherine possono essere classificate come presidi medici e quindi distribuite per la vendita in farmacie e parafarmacie. In mancanza, si potrebbe optare per la donazione di un prodotto dal costo unitario bassissimo, invece che rivendere scarti di produzione tessile sotto le spoglie di mascherine "anti-polvere".
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

874 contenuti
Altri contenuti a tema
1 Covid-19, chiuso il plesso in via Botticelli del Liceo Classico di Barletta Covid-19, chiuso il plesso in via Botticelli del Liceo Classico di Barletta Le lezioni riprenderanno lunedì 28 settembre dopo l'attività di sanificazione
2 Covid-19 a Barletta: «Gravissimo che il sindaco inviti a non frequentare le nostre scuole di danza» Covid-19 a Barletta: «Gravissimo che il sindaco inviti a non frequentare le nostre scuole di danza» «Non siamo luoghi di assembramento»
Oggi 17 nuovi casi di Covid-19 nella Bat Oggi 17 nuovi casi di Covid-19 nella Bat In Puglia si registrano 90 contagi nelle ultime 24 ore
1 Le scuole di Barletta restano aperte, Cannito: «I genitori devono fare la loro parte» Le scuole di Barletta restano aperte, Cannito: «I genitori devono fare la loro parte» L’appello del primo cittadino è alla collaborazione di tutti per affrontare e superare l’emergenza con la quale siamo chiamati a convivere
Covid-19, anche a Barletta i Point-of-care: processano 36 test all'ora Covid-19, anche a Barletta i Point-of-care: processano 36 test all'ora Possono essere eseguiti 6 test alla volta e il risultato arriva dopo pochi minuti
Covid-19, 100 barlettani in isolamento. Più di 51 positivi in città Covid-19, 100 barlettani in isolamento. Più di 51 positivi in città Massimo riserbo sul numero esatto di cittadini attualmente positivi
2 Coronavirus, a Barletta le scuole non saranno chiuse in caso di contagi Coronavirus, a Barletta le scuole non saranno chiuse in caso di contagi Negativi i tamponi effettuati su 16 docenti della scuola Girondi
1 Ritardi nella fornitura dei banchi scolastici, Cannito: «Ho sollecitato il Ministero» Ritardi nella fornitura dei banchi scolastici, Cannito: «Ho sollecitato il Ministero» «La fornitura dei banchi non è di competenza comunale bensì a totale carico del Ministero della Pubblica Istruzione»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.