Onorificenze Prefettura
Onorificenze Prefettura
Istituzionale

Consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana

La cerimonia questa mattina in Prefettura


​Si è svolta questa mattina, nella sede del Palazzo del Governo a Barletta, la cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana, conferite dal Presidente della Repubblica a nove cittadini del territorio, distintisi per "benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari".
​La giornata, introdotta dall'Inno di Mameli, eseguito per l'occasione dal Tenore Aldo Caputo, che collabora da 16 anni con la Banda Musicale della Polizia di Stato per conto del Ministero dell'Interno, è stata introdotta dai saluti istituzionali del Prefetto di Barletta Andria Trani Rossana Riflesso, che ha ricordato come ormai sia "sempre più difficile ottenere l'onorificenza dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, che viene conferita per riconoscere il lavoro svolto e le attività benefiche e sociali. Per questo - ha spiegato il Prefetto - sono davvero orgogliosa dei cittadini insigniti appartenenti a questo territorio, tra i quali figurano tre medici che si sono distinti nelle più delicate fasi dell'emergenza pandemica da Covid ma anche rappresentanti della Prefettura, del Tribunale di Trani, dell'Arma dei Carabinieri e della Direzione Investigativa Antimafia, della Capitaneria di Porto, della Polizia Locale e del mondo della scuola. Tra tutti loro mi piace ricordare il dott. Andrea Sinigaglia, un professionista esemplare prematuramente sottratto all'affetto dei propri cari ed all'intera comunità, al quale oggi abbiamo tributato un doveroso e sentito ringraziamento".

​A seguire, il Prefetto e le altre autorità intervenute hanno consegnato le seguenti distinzioni onorifiche:

1. Onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana a Cosimo Sciannamea, Maggiore di Polizia Locale in quiescenza, di Canosa di Puglia.
2. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana alla dr.ssa Patrizia Albrizio, dirigente medico della Asl Bt, di Trani.
3. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al Primo Luogotenente della Capitaneria di Porto di Barletta Luigi De Ceglie, di Trani.
4. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al professor Vincenzo Digiovinazzo, docente di Barletta
5. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al Ten. Col. dell'Arma dei Carabinieri Dott. Antonio Palmiotti di Trani.
6. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana alla dr.ssa Maria Ilenia Piazzolla, Viceprefetto Aggiunto in servizio presso la Prefettura di Barletta Andria Trani, di Barletta
7. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al sig. Pietro Sciascia, dipendente del Tribunale di Trani, di Bisceglie.
8. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana alla memoria del dr. Andrea Sinigaglia, dirigente medico, di Bisceglie.
9. Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al Dott. Emanuele Tatò, dirigente medico, di Barletta

​Sempre nel corso della cerimonia è stata consegnatal'Onorificenza Pontificia di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro, Ordine religioso-militare della Chiesa Cattolica fondato nel 1099 subito dopo la liberazione di Gerusalemme e la formazione del Regno Latino, al sig. Pasquale Ciciriello di Andria.


L'onorificenza di CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA al professorVincenzo Digiovinazzo, docente di Barletta.
Docente di Educazione Musicale presso la Scuola Media Statale "Alessandro Manzoni" di Barletta ed esperto in Musicoterapia ed Educazione Musicale di base, è stato coordinatore di Corsi Musicali annessi all'Accademia di Musica ACLI (Associazione Italiana Lavoratori Italiani) dal 2000 al 2010 e responsabile del Corso di Musicoterapia AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici) di Barletta dal 1980 al 2000.
È consigliere e Vice Presidente, nonché socio donatore,dell'Avis Sezione Comunale di Barletta dal 2010.
Per la dedizione volontaria gratuita e anonima alla vita associativa ha ricevuto diverse benemerenze Avis secondo lo Statuto Avis Nazionale, quali il diploma di Benemerenza con distintivo in Rame, il Diploma di Benemerenza con medaglia di Bronzo ed il Diploma di Benemerenza con medaglia di Argento dorato.
Sempre in ambito associativo, ha partecipato attivamente a manifestazioni e cerimonie, promosso, in qualità di Maestro di Musica, l'organizzazione di concerti ed eventi, nonché contribuito a raccolte esterne dal Centro Trasfusionale con l'ausilio dell'autoemoteca Asl e Gazebo Avis presso Ditte, Istituti Scolastici, la Caserma Stella di Barletta, le Maratone "Corri Avis", piazze cittadine per la cultura del dono della donazione di sangue gratuite, anonima e volontaria.
L'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana al prof. Vincenzo Digiovinazzo è consegnata dal Prefetto di Barletta Andria Trani, dal Sindaco di Barletta dr. Cosimo Damiano Cannito e dal Questore di Barletta Andria Trani Dott. Roberto Pellicone.

L'onorificenza di CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA al Dott. EMANUELE TATO', dirigente medico, di Barletta.
Specializzato in Microbiologia e Virologia, dopo numerose esperienze lavorative in campo sanitario, dal 2009 è stato Direttore della Struttura Complessa Direzione Medica di Presidio ASL Taranto diCastellaneta "San Pio di Pietrelcina", fino all'aprile scorso quando è diventato Direttore Sanitario dell'Ospedale Dimiccoli di Barletta.
È stato nominato componente del tavolo di Coordinamento Aziendale di supporto al registro Tumori della ASL BT, nonché referente per la prevenzione della corruzione per la direzione sanitaria di Barletta e risulta componente del Gruppo di lavoro per la redazione del Protocollo Aziendale "Prevenzione della morte o danno grave conseguente ad un malfunzionamento del sistema di trasporto".
Inoltre, ha fatto parte a numerosi staff medici operanti nel distretto della Provincia di Barletta Andria Trani nell'ambito di alcuni progetti quali quello istitutivo del servizio di radiologia, di un laboratorio distrettuale di analisi, potenziamento CUP, potenziamento di strutture specialistiche ambulatoriali e numerosissimi altri interventi progettuali, ricevendo varie attestazioni di collaborazione ed un encomio per le attività presso la Direzione Sanitaria Aziendale.
Nel corso degli anni ha anche sviluppato numerose esperienze di perfezionamento, formazione ed aggiornamento presso varie Università degli Studi del meridione, svolgendo anche attività sindacali in campo sanitario ed addestramenti per l'uso di apparecchiature di diretta responsabilità svolgendo anche docenze in corsi di laurea, di formazione specifica e teorico pratici, rivestendo altresì, incarichi presso varie Commissioni Sanitarie per il riconoscimento delle invalidità civili presso numerosi comuni delle province di Bari e BAT.
Numerosissime sono, infine, le pubblicazioni curate dal dott. Tatò che hanno contribuito in maniera determinante alla divulgazione delle conoscenze in campo medico scientifico.
Nella sua ventennale attività in campo medico e sanitario, il dottor Tatò ha maturato una notevole esperienza volta a condurre e coordinare i vari processi legati all'assistenza ospedaliera ed al miglioramento dei servizi sanitari.
Consegnano il Prefetto di Barletta Andria Trani, il Sindaco di Barletta Dott. Cosimo Damiano Cannito ed il Direttore Generale della Asl Bt Avv. Tiziana Di Matteo.
  • Prefettura
Altri contenuti a tema
"Nati disuguali", il mondo giovanile tra complessità e opportunità "Nati disuguali", il mondo giovanile tra complessità e opportunità Cianci (Save the Children): "Nella Bat gli adolescenti sono penalizzati"
“Nati Disuguali”, in prefettura un convegno sul mondo giovanile “Nati Disuguali”, in prefettura un convegno sul mondo giovanile L'evento è promosso in collaborazione con “Save The Children”
Nasce Libera Barletta, sottoscritto il patto di Presidio Nasce Libera Barletta, sottoscritto il patto di Presidio Il nuovo referente è Giorgio Carpagnano
Criminalità giovanile all’attenzione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica Criminalità giovanile all’attenzione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica Un incontro in Prefettura presieduto dal Prefetto Rossana Riflesso
L'ambasciatore della Slovenia visita la Prefettura della Bat L'ambasciatore della Slovenia visita la Prefettura della Bat Matjaz Longar ricevuto da Rossana Riflesso
Accoglienza stranieri, avviso pubblico indetto dalla Prefettura Accoglienza stranieri, avviso pubblico indetto dalla Prefettura Servirà a individuare strutture idonee che possano diventare centri di accoglienza a livello provinciale
3 Festività di fine anno, intense attività di controllo su articoli pirotecnici Festività di fine anno, intense attività di controllo su articoli pirotecnici All’opera la commissione Tecnica Territoriale in materia di Sostanze Esplodenti
Sicurezza nelle farmacie, firmato il protocollo d’intesa in prefettura Sicurezza nelle farmacie, firmato il protocollo d’intesa in prefettura «Mettere in rete le telecamere di sicurezza delle farmacie con le Forze di Polizia avrà un importante effetto deterrente»
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.