Pietro Mennea
Pietro Mennea
La città

Cinquant'anni dai primi record mondiali di Pietro Paolo Mennea

Nel pomeriggio del 21 luglio verrà inaugurata la nuova pista in taflex dello Stadio comunale Cosimo Puttilli

Uno Nove Sette Due. Come un mantra questi quattro numeri diversamente scanditi hanno segnato la vita e le imprese di Pietro Paolo Mennea da Barletta. Tutti pensano al 19"72 del suo record mondiale imbattuto per diciassette anni da quel 12 settembre 1979 a Città del Messico quando l'uomo bianco più veloce del mondo abbassò il tempo a quei quattro numeri sulla distanza dei 200 metri, tuttora primato di sempre a livello europeo.

Ma è il 1972 del calendario a segnare l'anno d'inizio della carriera più esaltante e longeva per il ragazzo di Barletta. Il 4 settembre a Monaco di Baviera avrebbe conquistato la sua prima medaglia di bronzo olimpica, in quei Giochi tedeschi insanguinati dal terrorismo, in quelle Olimpiadi che avrebbe vissuto per le successive quattro edizioni (Montreal 1976, Mosca 1980 con l'oro, Los Angeles 1984, Seul 1988) in un totale di partecipazioni mai più eguagliato da nessun altro.

E fu proprio in quell'anno magico 1972 che Pietro Paolo Mennea, appena ventenne e fresco diplomato ragioniere un anno prima al Cassandro, fece registrare i suoi primissimi record mondiale.

Cinquant'anni fa, venerdì 21 luglio 1972, quella giornata memorabile voluta dal presidente dell'Avis Barletta professor Ruggiero Lattanzio per il decennale dell'AICS (Associazione Italiana Circoli Sportivi), con il meeting "Coppa Città di Barletta". Al mattina nel Castello un convegno di studi diretto da Mario Gismondi direttore del Corriere dello Sport con la partecipazione di personalità nazionali (fra cui Primo Nebiolo, presidente nazionale della Fidal) sulle tematiche dello Sport come fattore di crescita sociale.

Nel pomeriggio, l'inaugurazione della nuova pista in taflex (un materiale allora ritenuto rivoluzionario per consentire prestazioni nella velocità) nel nuovo Stadio comunale di Via Vittorio Veneto oggi conosciuto col nome di Cosimo Puttilli, due volte campione italiano di marcia sui 50 kilometri.

Fu l'amministrazione di sinistra guidata dal sindaco comunista Domenico Borraccino a prendersi cura della preparazione in ogni suo aspetto (compreso l'acquisto delle attrezzature sportive) ma fu la giunta successiva, sempre a guida comunista col sindaco Giuseppe Rizzi, a "battezzare" l'evento che si fa ricordare proprio grazie agli exploit del giovanissimo Mennea davanti al pubblico di casa. Primo record sulla distanza dei 150 metri con il primato, tuttora imbattuto, di 15"7.Secondo ed ancor più spettacolare record nella staffetta 4x200 quando corsero gli azzurri della squadra olimpica in preparazione a Monaco di Baviera. Pasqualino Abeti da Correggio, Luigi Benedetti da Massa Carrara, Franco Ossola (figlio omonimo del calciatore del grande Torino morto nel 1949 nella tragedia aerea di Superga) da Torino. Ed ultimo frazionista Pietro Paolo Mennea da Barletta, il più giovane di tutti, che fece bloccare il tempo su 1'21"5. Ma nessuno gioì subito, ma solo il giorno appresso si fece grande festa: perché la specialità non era omologata e solo ventiquattr'ore dopo la notizia fece il giro dei giornali…
4 fotoCinquant'anni dei primi due record mondiali di Pietro Paolo Mennea
VolantinoMenneaIntlocandinaVolantinoLocandina
  • Pietro Mennea
Altri contenuti a tema
«Dieci anni dopo Pietro Mennea, ci lascia Gianluca Vialli» «Dieci anni dopo Pietro Mennea, ci lascia Gianluca Vialli» Il ricordo di Nino Vinella nella sua nota stampa a nome del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia
6 “Barletta Città della Disfida e di Pietro Mennea”: le promesse dell’amministrazione comunale “Barletta Città della Disfida e di Pietro Mennea”: le promesse dell’amministrazione comunale La nota del presidente del Comitato Pro Canne della Battaglia
"Mennea 1980, Pietrograd" da stasera in tv il documentario di Matteo Marani "Mennea 1980, Pietrograd" da stasera in tv il documentario di Matteo Marani In onda su Sky il racconto dell'oro olimpico del campione barlettano
Un'azienda di Barletta realizza "Le piste di Pietro" con materiale riciclato Un'azienda di Barletta realizza "Le piste di Pietro" con materiale riciclato Sarà installata a Barletta nell’area esterna della scuola elementare Giovanni Modugno
Filippo Tortu indossa la maglia originale di Pietro Mennea per un nuovo progetto Filippo Tortu indossa la maglia originale di Pietro Mennea per un nuovo progetto Andrà in onda su Sky Sport un approfondimento televisivo dedicato al campione barlettano
Grande successo per il Mennea Day: «Barletta ora è pronta per i grandi eventi» Grande successo per il Mennea Day: «Barletta ora è pronta per i grandi eventi» Il Mennea day rievoca la figura dell’indimenticabile sprinter dell’atletica italiana e mondiale, nel giorno della sua leggendaria impresa
Ritorna il Mennea Day: le attività sportive al "Cosimo Puttili" di Barletta Ritorna il Mennea Day: le attività sportive al "Cosimo Puttili" di Barletta «Svolgerlo nella sua pista è molto più bello. Siamo felicissimi di esserci riusciti»
Barletta celebra il "nuovo" Puttilli con il Mennea Day Barletta celebra il "nuovo" Puttilli con il Mennea Day Sabato l’AVIS Barletta tributa il suo abbraccio alla Freccia del Sud con le gare del Mennea Day e del Trofeo di Marcia “Puttilli”
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.