Regione Puglia
Regione Puglia
Politica

Centri diurni e autismo in Puglia, il PD chiede a Emiliano e agli assessori un incontro risolutivo

La nota del gruppo regionale del Partito Democratico

Un incontro urgente per fare il punto della situazione sui Centri diurni e sui Centri per le persone con autismo in Puglia: è quanto ha chiesto il Gruppo consiliare del Partito Democratico al presidente della Giunta regionale pugliese, Michele Emiliano, e agli assessori competenti alla Sanità e al Welfare.

«Dagli incontri sui territori con i dirigenti delle strutture sanitarie e socio-sanitarie e, soprattutto dai colloqui con le famiglie dei pazienti - spiegano i consiglieri dai diversi territori - sono emerse troppe criticità: incongruenza tra fabbisogno previsto e reale, ritardi nelle procedure di accreditamento e di contrattualizzazione, applicazione delle nuove tariffe, trasporto, sblocco dei fondi».

Nello specifico, per quanto riguarda l'autismo, queste problematiche sono ancora più evidenti. Con conseguenze gravi sulle vite delle persone. «In primo luogo - sottolineano i firmatari della lettera - è necessario aggiornare l'elenco delle fasce di età previste per i disturbi dello spettro autistico (attualmente individuate nella fascia che va dai 6 ai 64 anni). È di fondamentale importanza rivedere il rapporto numerico tra operatore e pazienti trattati, per salvaguardare l'importanza della terapia personalizzata in base al grado gravità della patologia».

Inoltre, si sollecita la Regione Puglia a rideterminare i fondi per l'acquisto di moduli sanitari, laddove fosse necessario, al fine di garantire la continuità dei cicli terapeutici, soprattutto in questo periodo di pandemia.

«I centri diurni non sono solo luoghi indispensabili per la tenuta sanitaria e sociale del nostro territorio - concludono dal gruppo consigliare del PD - ma sono presidi di professionalità, passione e cura che vanno preservati e potenziati, valorizzando l'enorme patrimonio specialistico coinvolto, investendo sulla formazione continua e sull'aggiornamento medico e socio-sanitario, mettendo a disposizione risorse indispensabili per il presente e il futuro. Dal livello dei centri di assistenza e terapia, dipende il livello della vita di tante persone oggi. E la qualità del domani di tutta la comunità pugliese».
  • Regione Puglia
  • Partito Democratico
Altri contenuti a tema
Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Nella provincia Bat il 50% ha completato il ciclo vaccinale
Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Si rialza la curva del contagio, ma non si registrano decessi
In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia Adesso si lavorerà sulle modalità di somministrazione
Amministrazione di Barletta a rischio, 4 consiglieri Pd voteranno "contro" Amministrazione di Barletta a rischio, 4 consiglieri Pd voteranno "contro" La nota firmata dal gruppo del Partito democratico. Manca Ruggiero Mennea
Covid, 164 contagi in Puglia in un giorno Covid, 164 contagi in Puglia in un giorno Sono 15 i casi registrati nella provincia Batt
In Puglia 138 nuovi contagi da Covid-19 In Puglia 138 nuovi contagi da Covid-19 Nella provincia Bat se ne contano 14 nelle ultime 24 ore
Vaccini anti-Covid, verso i 4 milioni e mezzo di somministrazioni in Puglia Vaccini anti-Covid, verso i 4 milioni e mezzo di somministrazioni in Puglia Aggiornamenti sulla campagna vaccinale
Più di 150mila cittadini della Bat hanno completato la vaccinazione contro il Covid Più di 150mila cittadini della Bat hanno completato la vaccinazione contro il Covid L'aggiornamento della campagna vaccinale
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.