Messaggio del sindaco Cannito
Messaggio del sindaco Cannito
La città

Centri comunali di raccolta, il sindaco di Barletta risponde a Caracciolo

Il primo cittadino scrive al consigliere regionale

«Le doglianze del consigliere regionale Filippo Caracciolo sulla probabile perdita del finanziamento del centro di raccolta di via Palmitessa, sul piano politico sono giuste, perché a fronte del suo impegno per l'ottenimento del finanziamento, presso la Regione, non ha avuto i dovuti riscontri e di questo sono profondamente dispiaciuto». Lo scrive il sindaco Cosimo Cannito, rivolgendosi al consigliere regionale Filippo Caracciolo.
«Quando il capo di una comunità della quale ha la responsabilità perde, anche se la colpa non è la sua, deve avere il coraggio e l'umiltà di chiedere scusa. È bene ricordare, però, che questa Amministrazione ha fondato il progetto del finanziamento e di costruzione del CCR su quell'area su una proposta della precedente Amministrazione. Era il 28 novembre 2016. Se in quella circostanza il finanziamento fosse andato a buon fine (cosa che purtroppo non avvenne), si sarebbe materializzato allora l'errore tecnico-amministrativo con la "scoperta" che su quell'area esistevano vincoli urbanistici come il contratto di quartiere residenziale.

È bene ricordare ancora, che collocare il CCR in quell'area è stato certamente un errore che sia la precedente Amministrazione che questa non avrebbero commesso se avessero avuto una assistenza tecnica-amministrativa più oculata e attenta. Partendo dal principio, da tutti condiviso, che i centri di raccolta comunali sono utili alla comunità di un quartiere e non solo, nulla è perduto perché parteciperemo al bando di finanziamento che la Regione attiva ogni anno.

È altrettanto ovvio che questo avverrà dopo un confronto partecipato con i cittadini ai quali necessariamente dovremo presentare il progetto del CCR e se questo sarà condiviso, e solo allora, inoltreremo la richiesta di un nuovo finanziamento. Sono sicuro che il consigliere Caracciolo, che ringrazio per la sua attenzione verso Barletta e il territorio della BAT, profonderà lo stesso impegno.

In ultimo voglio dire ai cittadini che la strumentalizzazione della politica è nelle cose della politica stessa per cui questo comunicato può essere interpretato, a seconda della convenienza politica, come giustificativo alla propria capacità o incapacità amministrativa, ma voglio rassicurare che l'impegno e l'amore di questa Amministrazione verso la nostra comunità è massimo».
  • Cosimo Cannito
  • Centro comunale di raccolta rifiuti
Altri contenuti a tema
Nuova giunta Cannito, ancora un passo in avanti Nuova giunta Cannito, ancora un passo in avanti C'è anche il nome di Forza Italia, resa da sciogliere il nodo "Amico"
1 Malore per il sindaco Cosimo Cannito Malore per il sindaco Cosimo Cannito Il primo cittadino è in buone condizioni, “grazie per la vicinanza”
Barletta-Cavese, l’appello dei sindaci Cannito e Servalli Barletta-Cavese, l’appello dei sindaci Cannito e Servalli La nota dei primi cittadini in vista della gara di domani
Giunta Cannito, il rimpasto è (quasi) fatto Giunta Cannito, il rimpasto è (quasi) fatto Torna in giunta Elisa Spera, novità Rosaria Mirabello
1 Cannito su dragaggio: «Una buona notizia per la città di Barletta» Cannito su dragaggio: «Una buona notizia per la città di Barletta» Si sblocca l’iter dei lavori per il porto di Barletta
Vandalizzato distributore automatico di via Duomo, la denuncia del sindaco Cannito Vandalizzato distributore automatico di via Duomo, la denuncia del sindaco Cannito «Cari ragazzi, non è questa la strada giusta»
Parte il progetto “Bat innovation” per la sicurezza nei centri storici Parte il progetto “Bat innovation” per la sicurezza nei centri storici La nota del sindaco Cannito
La lettera del sindaco Cannito all’Ambasciatore iraniano in Italia La lettera del sindaco Cannito all’Ambasciatore iraniano in Italia «Chi è senza peccato al punto da poter uccidere un altro uomo?»
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.