Canne della Battaglia
Canne della Battaglia
Associazioni

Canne della Battaglia, da sempre trascurata dall’amministrazione comunale

Nessun segnale per il sito anche dalla Provincia. Altresì ci sono ben 25 milioni di euro dedicati all’area archeologica di Canosa di Puglia

Sono qui a scrivervi, in quanto molteplici sono stati gli impegni presi durante la campagna elettorale per l'elezione degli organi politici della Sesta Provincia che oggi vi vede governare questo Territorio. Tra essi, indubbiamente, vi era il rilancio turistico culturale di quest'area.

Indiscusso, il valore intrinseco e potenziale del sito archeologico di Canne della Battaglia, da sempre trascurato dall'amministrazione comunale di Centro Sinistra barlettana, se si escludono piccole manifestazioni che hanno attirato l'attenzione di alcuni residenti locali.

All'amministrazione barlettana e' mancata da sempre la capacità di prendere un'iniziativa seria, attraverso una pianificazione progettuale che prevedi il drenaggio di fondi comunitari, con la partecipazione del Governo e dell'Ente Regione. Questo è il passato, è rappresenta un dato di fatto, ma se guardiamo al futuro le cose non migliorano.

Ho analizzato il bilancio comunale e Canne della Battaglia non è citata; ho fatto altrettanto con quello dell'Ente Provincia e con rammarico ho notato la totale assenza di un segnale significativo verso il nostro Sito archeologico. Altresì ci sono ben 25 milioni di euro dedicati all'area archeologica di Canosa di Puglia per la realizzazione di un Museo...

L'area ha bisogno di attenzione a tutti i livelli istituzionali: se il Governo centrale di stampo nordista pensa che l'importanza di un Sito archeologico dipenda dal numero dei visitatori, dimostra ampiamente la pochezza culturale di certi ministri (oramai orientati dalla bussola nordista e dal bilancino del rigore finanziario), ma l'errore più grave continuano a commetterlo le Istituzioni locali che pur essendo di fronte ad una ricchezza di importanza internazionale continuano a trattarlo come un rudere fuori porta.

Noi tutti, a partire dal Presidente Ventola abbiamo partecipato alle manifestazioni organizzate dal Comitato Pro Canne e non posso smentirmi nell'affermare che sono stati presi dei precisi impegni verso il Comitato stesso che tiene accesa l'unica fiammella attorno all'annoso problema.

Non ho nessuna voglia di rientrare nella categoria dei tanti Pinocchio della politica locale (bravi a promettere quando si tratta di acquisire voti, e poco propensi ad assecondare la cultura del Fare, una volta al potere), Vi chiedo alla prima variazione di bilancio di porre rimedio a tale mancanza.

Al Sindaco di Barletta e al Suo Assessore al ramo, chiedo di farsi promotore di una forte iniziativa che attraverso un
crono programma definisca le risorse economiche da inserire a bilancio con la partecipazione di tutti gli Enti locali.
Plaudo all'iniziativa e alla volontà del Consigliere Regionale Mennea di occuparsi finalmente del problema, ma saprà il Consigliere (ancora Comunale) fare alla Regione ciò che per anni ha dimenticato di promuovere a livello comunale? Ai posteri l'ardua sentenza…

Al Comitato ed al suo Presidente Vinella che in diversi articoli e convegni ha tracciato un percorso innovativo e corretto da intraprendere, voglio rammentargli (ahimè !!!) che tutte le iniziative sul De Nittis sono subite dall'amministrazione comunale e non promosse, sostanzialmente sono altri Enti e soggetti a carattere internazionale a richiederci le Opere, non certo il Comune di Barletta a farsene promotore.

Ritorno all'annoso problema della classe dirigente politica locale, facciamoci protagonisti e non meri spettatori.


Il Coordinatore dell'Associazione Politico Culturale Nuova Generazione di Barletta

Michele Dibenedetto
  • Amministrazione Comunale
  • Provincia Barletta-Andria-Trani
  • Canne della battaglia
  • Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia
Altri contenuti a tema
15 Barletta capoluogo unico di provincia, «Noi non ci ritiriamo» Barletta capoluogo unico di provincia, «Noi non ci ritiriamo» Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso per la "Provincia di Barletta". Interviene la Base del Comitato di Lotta Barletta Provincia
Il presidente della Bat Bernardo Lodispoto saluta il questore uscente Roberto Pellicone Il presidente della Bat Bernardo Lodispoto saluta il questore uscente Roberto Pellicone «Lascia un segno tangibile nella nostra comunità»
Cozzoli: «Ringrazio Lodispoto ma rinuncio per rispetto dei consiglieri» Cozzoli: «Ringrazio Lodispoto ma rinuncio per rispetto dei consiglieri» Rimessa la delega a Patrimonio e Bilancio
Polemiche, fibrillazioni, colpi di scena: il 2023 della politica barlettana Polemiche, fibrillazioni, colpi di scena: il 2023 della politica barlettana Cronaca di un anno trascorso tra rimpasti, riposizionamenti e anime della maggioranza (ma l’opposizione non scherza) a guardarsi in cagnesco
Marchio Rossi e Di Noia nominati vicepresidenti della Bat Marchio Rossi e Di Noia nominati vicepresidenti della Bat La comunicazione del presidente Lodispoto
Lodispoto: «Grazie per la fiducia, proseguiamo sulla strada intrapresa» Lodispoto: «Grazie per la fiducia, proseguiamo sulla strada intrapresa» La nota del rieletto presidente della provincia Bat
Rielezione Lodispoto, Marchio Rossi: “Grazie ai sindaci e ai consiglieri del centrosinistra che, unito, vince” Rielezione Lodispoto, Marchio Rossi: “Grazie ai sindaci e ai consiglieri del centrosinistra che, unito, vince” La nota del segretario provinciale dem
Rielezione Lodispoto, CON Bat: «Segnale di unità e coesione» Rielezione Lodispoto, CON Bat: «Segnale di unità e coesione» La nota del commento provinciale della civica di riferimento del presidente Emiliano
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.