Moda
Moda
Scuola e Lavoro

Barletta, l’eccellenza barlettana alla conquista della moda italiana

Salvatore Dargenio, un successo nato dal nulla. Il giusto mix tra barlettanità e napoletanità

Un mix tra barlettanità e napoletanità, un marchio ed una linea di abbigliamento ispirati all'ironia e allo spirito napoletano, ma ideati nella città della disfida.

Stiamo parlando dei capi sportswear realizzati nelle migliori aziende di Puglia e d'Italia, capi che si contraddistinguono per la qualità impeccabile e destinati a una clientela di alto livello tra cui calciatori e imprenditori di successo. Una delle strade per combattere la crisi, imboccata con successo dall'imprenditore barlettano Salvatore Dargenio, 45 anni non ancora compiuti, inventore di uno dei marchi cult dello sportswear nazionale: «Cooperativa Pescatori di Posillipo».

Il marchio famoso per il suo cornetto rosso ricamato sulle magliette o applicato ai cursori delle chiusure lampo è da cinque anni sul mercato, con un volume di affari di sei milioni di euro l'anno e capi per uomo, donna e bambini venduti in 800 negozi di tutta Italia, «Cooperativa Pescatori di Posillipo» resiste bene appunto ai contraccolpi della crisi, anche se il suo inventore ammette: «Non è facile nemmeno per noi».

Salvatore Dargenio ha il suo centro creativo in via Callano, nella zona industriale di Barletta, è uno di quegli imprenditori nati dal nulla. Operaio da quando aveva 13 anni, ha creato nel 1990 l'azienda «Momenti srl» dove produceva capi di qualità ma con marchi destinati alla grande diffusione. Poi nasce la Cooperativa Pescatori di Posillipo, un marchio con dietro una sua filosofia che esprime l'ironia del Sud e non c'è nulla di più ironico di Napoli.

Tutto però viene pensato, ideato e disegnato a Barletta dove lavorano circa venti dipendenti, poi la realizzazione di ogni capo viene affidato a una specifica azienda, ma sotto la costante attenzione dell'azienda madre. Dargenio non nasconde che persegue l'ideale di produrre tutto a Barletta e dintorni, anche se 'indotto genera lavoro per 200 persone.
  • Barlettanità
  • moda
Altri contenuti a tema
Alessandra Dimiccoli, una promessa barlettana della moda italiana all'estero Alessandra Dimiccoli, una promessa barlettana della moda italiana all'estero Tenacia e talento sono le chiavi del successo, necessarie per far parte di una realtà dinamica e innovativa
1 Sanremo 2018: dietro le quinte dell’Ariston Angelo Calò, hair stylist barlettano Sanremo 2018: dietro le quinte dell’Ariston Angelo Calò, hair stylist barlettano Intervista all’hair stylist Angelo Calò: «porterò la mia terra nella città dei fiori»
3 Come sarebbe la “City Edition” per la serie A secondo Luigi Cascella Come sarebbe la “City Edition” per la serie A secondo Luigi Cascella Il designer barlettano disegna le maglie delle squadre di serie A ispirandosi ad un'iniziativa della Nike
6 “Despatrio”, come un video amatoriale ha cambiato le sorti di tre amici barlettani “Despatrio”, come un video amatoriale ha cambiato le sorti di tre amici barlettani Con un piano, un violino e un cajòn ripropongono le hit più ballate e cantate del momento
2 "Pitti Immagine", a Firenze approda il fashion made in Barletta "Pitti Immagine", a Firenze approda il fashion made in Barletta Le collezioni curate dallo stilista Francesco Rasola saranno in vetrina per quattro giorni
4 Tutta Barletta abbraccia il fuoco dell'Immacolata Tutta Barletta abbraccia il fuoco dell'Immacolata I cittadini si sono riversati in massa sul lungomare di Ponente per assistere allo spettacolo del falò
3 «Dietro ogni pizza che vince c’è una storia», premiato Giovanni Cristallo di Barletta «Dietro ogni pizza che vince c’è una storia», premiato Giovanni Cristallo di Barletta Si riconferma sul podio il pizzaiolo barlettano: «La mia "Sasà" nasce dalla sinergia padre-figlio»
4 Giuseppe Borraccino: «A “Tu Si Que Vales” per far rivivere il varietà storico» Giuseppe Borraccino: «A “Tu Si Que Vales” per far rivivere il varietà storico» Il giovane barlettano alla corte dei più famosi giudici di Canale 5
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.