Cosimo Cannito, Amedeo Bottaro
Cosimo Cannito, Amedeo Bottaro
La città

Barletta e Trani rivali per la capitale italiana della cultura

Il sindaco Cannito dichiara che non deve chiedere il permesso a nessuno, né a Lodispoto né a Bottaro

Un botta e risposta serrato si sta avvicendando fra i sindaci delle città di Barletta e Trani. Una miccia accesa a seguito della pubblicazione dell'elenco ufficiale delle città che si contenderanno il titolo di Capitale italiana della cultura 2021, quando invero i nomi dei due Comuni della provincia Bat si sono trovati faccia a faccia. Scaramucce e frecciatine che difficilmente permetteranno un lavoro di squadra. E pensare che parliamo di cultura. Ma avvolgiamo il nastro.

La città di Trani è la prima a comunicare a mezzo stampa la sua candidatura. Il sostegno arriva da più Comuni, compreso Barletta che tuttavia ha deciso di sfidare sé stessa e farsi avanti. Il sindaco Cosimo Cannito invia il 21 novembre una manifestazione scritta di interesse alla partecipazione al bando pubblicato dal Ministero. Non sarà il Comune di Barletta a comunicare l'azione intrapresa, sarà il Mibac stesso a divulgare l'elenco delle 44 città italiane, fra queste: Bari, Barletta, Molfetta, San Severo, Taranto, Unione Comuni Grecia Salentina e Trani. C'è anche la città della Disfida e a molti, sorpresi e confusi per la decisione, non è andata proprio giù.

Il sindaco di Trani Amedeo Bottaro proprio non si capacita all'idea che il suo collega Cannito abbia prima appoggiato, poi candidato la sua città. «Non devo chiedere il permesso a nessuno, né a Lodispoto né a Bottaro – questa la dichiarazione rilasciata dal sindaco Cannito». Ma lo scenario è più complesso, perché quest'ultimo chiarisce che la vicina Trani non ha mai voluto fare sistema con Barletta. Un'osservazione che certamente fa riferimento alla nomina del presidente della Provincia. Il sindaco di Barletta rincara la dose affermando che ognuno può seguire la sua strada e che si lavora a braccetto non solo quando vi è convenienza.

«Bene, il sindaco di Barletta ha spiegato che la sua decisione di rinunciare a fare sistema deriva da una questione del tutto personale, ossia dalla sua mancata elezione a presidente della Provincia quando non riuscì ad ottenere neanche la metà dei voti della sua stessa maggioranza. Ne prendiamo atto con molta serenità rivendicando orgogliosamente un modo diverso di vedere la politica e di amministrare i territori – si legge così sulla pagina Facebook di Amedeo Bottaro».

Adesso la palla torna al centro. E pensare che parliamo di cultura e non di calcio.
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
Pasqua e Pasquetta, negozi e supermercati chiusi a Barletta Pasqua e Pasquetta, negozi e supermercati chiusi a Barletta La comunicazione del sindaco Cosimo Cannito: «I controlli saranno rigidissimi»
5 Barletta commemora le vittime del Coronavirus, Cannito: «Era inimmaginabile» Barletta commemora le vittime del Coronavirus, Cannito: «Era inimmaginabile» Alle ore 12 di questa mattina si è svolto un minuto di silenzio davanti a Palazzo di Città
3 Coronavirus, le ultime ordinanze a Barletta per contenere il contagio Coronavirus, le ultime ordinanze a Barletta per contenere il contagio È stato inoltre interdetto l’accesso alla scala che da via Mura del Carmine porta alla litoranea di Ponente
10 Coronavirus, le ultime comunicazioni del sindaco Cannito Coronavirus, le ultime comunicazioni del sindaco Cannito Si ricorda a tutti che il bar della stazione è consentita l’apertura per i soli viaggiatori
COVID-19, la Polizia locale prosegue i controlli su Barletta COVID-19, la Polizia locale prosegue i controlli su Barletta Il sindaco: «Stiamo presidiando il più possibile il nostro territorio, ma senza la vostra collaborazione sarà tutto più difficile»
COVID-19, le ultime disposizioni comunicate dal sindaco di Barletta COVID-19, le ultime disposizioni comunicate dal sindaco di Barletta Le pasticcerie, così come i bar, sono chiuse e non possono fare servizio a domicilio
2 Il sindaco di Barletta: «Sacrifici importanti, restate a casa» Il sindaco di Barletta: «Sacrifici importanti, restate a casa» Cannito rimprovera i barlettani che si raggruppano: «Vi avviso, sarò spietato se continuerete a non rispettare la legge, chiederò l'arresto»
5 Coronavirus, il sindaco Cannito: «Vi prego, restiamo a casa» Coronavirus, il sindaco Cannito: «Vi prego, restiamo a casa» Ecco i provvedimenti presi dal sindaco di Barletta
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.