Piazza Caduti
Piazza Caduti
La città

Barletta commemora le vittime dell'eccidio del 12 settembre 1943

La cerimonia in programma sabato alle ore 10:30

Sarà una cerimonia sobria e simbolica quella con la quale sabato prossimo, 12 settembre, nel 77esimo anniversario della Resistenza all'occupazione nazista del 1943, saranno commemorati i vigili urbani e i netturbini trucidati dai tedeschi nello stesso giorno del 1943 e, in quei giorni, dopo l'armistizio, la città rispose all'occupazione anche grazie alla resistenza dei soldati del presidio militare.

Sabato, alle 10.30, il prefetto della provincia di Barletta – Andria – Trani Maurizio Valiante, con il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito e il comandante della Polizia locale, Savino Filannino, deporranno una corona di alloro al monumento ai Caduti e alla lapide dedicata ai vigili e netturbini sulla parete del palazzo delle poste.

La decisione di non prevedere cortei e altre deposizioni in altrettanti luoghi simbolo della Resistenza, è avvenuta in coerenza con le norme anti Covid vigenti e in considerazione del preoccupante andamento dei contagi in città.
  • 12 settembre 1943
Altri contenuti a tema
2 Resistenza all'occupazione tedesca, Barletta ricorda le vittime Resistenza all'occupazione tedesca, Barletta ricorda le vittime Questa mattina, in occasione del 77esimo anniversario dal 12 settembre 1943
Il 12 settembre 1943 di Barletta: l'eccidio di piazza Caduti e le sue vittime Il 12 settembre 1943 di Barletta: l'eccidio di piazza Caduti e le sue vittime L'intervento di Michele Grimaldi
1 Barletta e la Resistenza, ANPI BAT: «Oltre duecento i partigiani barlettani» Barletta e la Resistenza, ANPI BAT: «Oltre duecento i partigiani barlettani» Non solo l'eccidio di piazza Caduti, Tarantino: «Sarebbe stato proprio impossibile ricordare anche gli altri protagonisti di quegli eventi?»
2 L'eccidio di Barletta del 1943 diventa un cortometraggio L'eccidio di Barletta del 1943 diventa un cortometraggio Riprese in corso con il regista Daniele Cascella e i ragazzi dell'istituto "Dell'Aquila" di San Ferdinando
«Un barlettano strappò la fede nuziale al nazista ucciso» «Un barlettano strappò la fede nuziale al nazista ucciso» Maria Peschechera, testimone dell’occupazione nazista a Barletta
«Non dimentico quei vigili urbani massacrati» «Non dimentico quei vigili urbani massacrati» Giuseppe Turi, testimone della strage nazista a Barletta
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.