Ultras
Ultras
Cronaca

Tra Barletta e Altamura match della discordia, altri DASPO dalla Polizia

I tifosi avevano preso parte ad episodi di violenza

La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria 18 persone, supporter del Barletta e dell'Altamura a seguito del match, tra le rispettive compagini calcistiche, avvenuto lo scorso 20 marzo, irrogando agli stessi anche il DASPO (divieto di ingresso in luoghi ove si svolgono competizioni sportive). I tifosi sono ritenuti responsabili di aver violato gli articoli 6 e 6 Bis comma 1 e 2 legge 401/89, avendo preso parte ad episodi violenti incitando alla violenza la propria tifoseria e per aver utilizzato oggetti contundenti atti ad offendere creando un pericolo per le persone.

Nell'immediatezza dell'incontro il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barletta eseguì in flagranza di reato e in flagranza differita l'arresto di cinque tifosi barlettani; a fronte di tale provvedimento il Questore di Bari ha emesso altrettanti provvedimenti DASPO della durata di tre anni, con la prescrizione dell'obbligo di firma presso il Commissariato di P.S., durante le gare del Barletta e della Nazionale di calcio, convalidati dal Gip del Tribunale di Bari.

La Divisione Anticrimine della Questura di Bari, di seguito all'attività d'indagine e attraverso le immagini della Polizia Scientifica, ha emesso in data 6.04.2016 altri quattro provvedimenti DASPO con obbligo di firma della durata di cinque anni a carico di tifosi barlettani ed altrettanti altamurani.

Inoltre in data 7.04.2016 sono stati emessi altri sei provvedimenti DASPO della durata di due anni, senza obbligo di firma a carico di ultras barlettani e quattro provvedimenti della stessa natura a carico di tifosi altamurani .
  • Polizia di Stato
  • Violenza
  • Tifoseria
  • Daspo
Altri contenuti a tema
In trasferta da Molfetta a Barletta tentano un furto, arrestati dalla Polizia di Stato In trasferta da Molfetta a Barletta tentano un furto, arrestati dalla Polizia di Stato In manette un quarantottene e un ventenne
«Devo legarlo alla sedia, urlasse quanto vuole»: il piano dei sequestratori «Devo legarlo alla sedia, urlasse quanto vuole»: il piano dei sequestratori Nel mirino un imprenditore barlettano. Tra i sette arrestati, anche due barlettani
Pianificarono il sequestro di un facoltoso imprenditore di Barletta, colpo sventato Pianificarono il sequestro di un facoltoso imprenditore di Barletta, colpo sventato All'alba il blitz della Polizia tra Bari e Bat: sette arresti in totale
La Polizia di Stato sventa un sequestro di persona nel Nord-Barese La Polizia di Stato sventa un sequestro di persona nel Nord-Barese Ordinanze nei confronti di sette persone
Le volanti della Questura di Andria dotate di defibrillatore automatico Le volanti della Questura di Andria dotate di defibrillatore automatico Tre defibrillatori sono stati assegnati dalla Direzione Centrale di Sanità della Polizia di Stato ai propri Uffici Sanitari
Barletta-Afragolese, Daspo per un tifoso biancorosso Barletta-Afragolese, Daspo per un tifoso biancorosso Accesi fumogeni prima del match del 6 novembre 2022
Polizia di Stato sui disordini di Manfredonia-Barletta: individuati 9 ultras Polizia di Stato sui disordini di Manfredonia-Barletta: individuati 9 ultras I soggetti tentando il contatto con la contrapposta fazione ultras, avrebbero usato violenza e minaccia nei confronti dei pubblici ufficiali
Polizia di Stato, 11 nuovi agenti per la Questura della Bat Polizia di Stato, 11 nuovi agenti per la Questura della Bat Rinforzi anche per il commissariato di Barletta
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.