bambino triste
bambino triste
Cronaca

Bambini maltrattati dalla maestra a Barletta, in arrivo il risarcimento

Ammonterebbe a 100mila euro per bambino la somma che l'ex maestra dovrà versare alle famiglie

E' stato infine deciso, dal Tribunale Civile di Bari, il risarcimento che l'ex maestra 47enne Mariangela Tupputi dovrà versare alle quattro famiglie di altrettanti bambini da lei maltrattati - tra cui due gemelli di quattro anni - nel 2013 presso la scuola materna "De Nicola" di Barletta. L'ammontare della somma si aggirerebbe attorno ai 100.000 euro per bambino.

Già arrestata il 27 maggio 2013 con l'accusa di maltrattamenti aggravati, la donna nel dicembre dello stesso anno, aveva patteggiato dinanzi al Tribunale di Trani un anno e sei mesi di reclusione col beneficio di sospensione della pena. Subito dopo, le famiglie delle vittime di violenza, avevano avviato un procedimento civile a suo discapito. Una più recente consulenza medico-legale disposta dal Tribunale sulla donna, avrebbe riconosciuto definitivamente la gravità dei comportamenti nei confronti dei suoi ex alunni, riscontrando danni biologici di natura psichica aggravati da disturbi post-traumatici da stress, quantificabili dall'11 al 25 per cento.

La causa si chiuderà il 3 luglio quando il Tribunale Civile rivelerà l'ammontare esatto del risarcimento che la maltrattatrice dovrà versare alle famiglie. Soddisfatto il legale Antonio Moretti dell'associazione "La Via dei Colori" che assiste le famiglie nella loro battaglia giudiziaria contro l'ex maestra: «Si è finalmente accertata la gravità dei comportamenti adottati dall'imputata - ha riferito l'avvocato - stabilendo che i danni subiti potrebbero comportare problemi nell'età evolutiva dei quattro minori».
  • Tribunale
  • Scuola materna
Altri contenuti a tema
Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il magistrato barlettano è stato scelto dal Consiglio superiore della magistratura
1 Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Savasta avrebbe favorito l'imprenditore barlettano Luigi d'Agostino evitando di coinvolgerlo in un'indagine per fatture false
Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Si insedierà il prossimo 17 dicembre in sostituzione della collega Valentina Botti
Delitto di via Brescia a Barletta nel 2012, sentenza ribaltata Delitto di via Brescia a Barletta nel 2012, sentenza ribaltata Assolti "per non aver commesso il fatto" i due imputati condannati all'ergastolo
Slitta a martedì l’apertura della scuola materna “Collodi” di Barletta Slitta a martedì l’apertura della scuola materna “Collodi” di Barletta Si rende necessario consentire il trasloco degli arredi e delle attrezzature scolastiche
2 La Timac di Barletta riottiene la facoltà d'uso La Timac di Barletta riottiene la facoltà d'uso «Rispetterà gli impegni ambientali presi col sindaco Cannito e col pm Curione»
Non aveva usato il registro elettronico: non ha colpe la docente di Barletta Non aveva usato il registro elettronico: non ha colpe la docente di Barletta La Federazione Gilda Unams comunica l'esito della storia avvenuta nell'aprile 2015
1 Crollo di Barletta, conclusa la requisitoria del processo di secondo grado Crollo di Barletta, conclusa la requisitoria del processo di secondo grado Per alcuni reati è maturata la prescrizione: ecco le richieste di condanna
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.