Trabucco Barletta
Trabucco Barletta
La città

Aggiudicato il servizio di sorveglianza del Trabucco

Dopo la moda di questa estate dei tuffi liberi, arriva la tutela del bene

«Sorveglianza temporanea del Trabucco sul braccio di Levante: finalmente c'è l'aggiudicazione del servizio. Dopo poco più di un anno dall'avvenuta ultimazione a luglio 2020 (costo finale euro 72.661,47 oltre Iva 10%), l'amministrazione comunale – sempre con tre assessori dimissionari in meno rispetto alla squadra completa - ha approvato la delibera di giunta n. 146 del 26/08/2021 (pubblicata in data 29/08/2021) inerente per l'appunto "temporanea sorveglianza e controllo del Trabucco ai fini della salvaguardia del bene storico e culturale del manufatto - è quanto si legge nella nota divulgata da Nino Vinella, giornalista, in qualità di portavoce ed amministratore dei Gruppi Facebook "SALVIAMO IL NOSTRO ULTIMO TRABUCCO! TUTTI INSIEME..." (210 membri) e "RICOSTRUIAMO IL TRABUCCO DI BARLETTA! TUTTI INSIEME..." (123 amici e 254 membri).

Continua: «Approvazione schema di convenzione per la sorveglianza temporanea del trabucco al soggetto selezionato tramite avviso pubblico". Ovvero la società "Pandalevante Snc di Antonio Ricatti e c." risultata la prima nell'apposita graduatoria sulla seconda candidata "Metroklang" appartenente ad un altro ramo della stessa famiglia d'origine.

Nella delibera si riassume tutto l'iter maturato fino ad oggi, specialmente con riferimento all'istanza dello scorso mese di marzo dove il Comune, in qualità di stazione appaltante, ha chiesto in concessione il Trabucco all'Autorità del Sistema Portuale al fine di poterlo destinare a "Museo del mare diffuso". Storia che incrocia i lavori da eseguire sul braccio, laddove sempre il Comune con altra istanza sempre dello scorso marzo, in qualità di stazione appaltante ha chiesto in consegna l'area demaniale marittima denominata Diga foranea-Molo di levante, alla Capitaneria di Porto ai fini delle relative opere di riqualificazione.

Così stando le cose, e dopo le numerose (quanto vibranti) proteste pervenute a mezzo stampa nei giorni scorsi da chi scrive e dalla Lega Navale tramite il suo presidente Giuseppe Gammarrota, i tempi si sono ristretti fino all'approvazione. Ma con un dettaglio tutt'altro che secondario: il broker assicurativo interpellato dal Comune per la polizza contro i danni vari ed eventuali "verificate le caratteristiche specifiche dei beni oggetto di copertura assicurative abbiamo riscontrato una indisponibilità del mercato assicurativo ad assumere il rischio. Rischio classificato come non assicurabile. Ne consegue che, contrariamente a quanto stabilito dal punto 3 della determina dirigenziale nr. 1406 del 04.10.2020, l'amministrazione non è in grado di assolvere all'onere di onere di stipulare specifica polizza assicurativa sul manufatto ligneo del Trabucco per coprire i danni da furto, incendio, atti vandalici, eventi naturali o altri danni".

A carico dell'aggiudicatario del servizio di vigilanza, dunque, lo schema di convenzione da sottoscrivere prevede una lista di obblighi decisamente impegnativa riassumibile in undici punti. E cioè:
  • I. Sorveglianza giornaliera del manufatto, assicurata dai collaboratori dell'esercizio commerciale a gestione familiare ubicato in viale Regina Elena n. 5 denominato "Bar Levante", durante le ore di apertura dello stesso;
  • II. Installazione di un impianto di video sorveglianza diurna e notturna a raggi infrarossi controllato h24 in remoto da smartphone;
  • III. Creazione di un'area wifi;
  • IV. Controllo iniziale e finale giornaliero per l'accertamento delle condizioni del trabucco anche all'interno del manufatto;
  • V. Pulizia periodica del manufatto in caso di accumulo di polvere, foglie, sabbia, ecc.;
  • VI. Assistenza di primo soccorso in caso di incidenti o danni a persone che transitano sulla diga foranea o vi sostano per motivi istituzionali o di cantiere con attestato regolarmente riconosciuto;
  • VII. Segnalazione alla polizia locale del comune di barletta o altro organo indicato dallo stesso, di ogni situazione di potenziale rischio o di eventuale danno riscontrato sul manufatto ligneo del Trabucco;
  • VIII. Programmazione di una o più giornate al mese (sabato/domenica) organizzate presso il chiosco "bar levante" debitamente concordata ed autorizzata dall'Ente per l'occupazione temporanea dell'area ad uso gratuito, sino al termine della collaborazione per la sorveglianza del Trabucco, dedicate ai bambini/cittadini che intendono ascoltare "I Racconti del Trabucco", all'aperto senza posti a sedere né sbigliettamento, mettendo a disposizione una voce narrante ed eventuali musicisti cantanti, con servizio luce fornito dalla società "Pandalevante snc di Ricatti Antonio & C" nel rispetto delle vigenti normative di sicurezza e quant'altro previsto per legge;
  • IX. Pulizia e sistemazione dell'area in cui si svolgeranno gli intrattenimenti de "I Racconti del Trabucco";
  • X. Diffusione de "i racconti del trabucco" utilizzando mass media, pagina facebook, twitter, Instagram, numero dedicato Whatsapp per prenotazioni, distribuzione in alberghi, hotel e B&B di brochure, avvisi, programmi ed informazioni;
  • XI. Programmazione de "i racconti del trabucco" a tutti gli alunni di ogni scuola e grado
E se proprio in questi giorni, a Trani sta avviandosi velocemente a conclusione la rinascita del loro Trabucco ricostruendolo pari pari a com'era settant'anni fa, stessa impresa e stesso progettista di quello realizzato a Barletta nel 2019, dove sta la differenza? Che quello di Trani sarà riedificato su quella zona concessa dal demanio all'attuale proprietario (che lo sta finanziando di tasca propria con mentalità manageriale) e destinato ad attività di educazione alla pesca.

Mentre quello di Barletta, da destinare originariamente a sede del (molto) cosiddetto "Museo diffuso del Mare", sorge su di una parte del molo di Levante che il Comune si è fatto affidare in concessione pubblica dall'Autorità portuale, senza scopo di lucro, durante l'amministrazione Cascella sotto la spinta emotiva – all'apparenza genuina ma rivelatasi finora effimera e propagandistica - che dalle travi annerite dell'ex storico trabucco (pensate che ve n'erano cinque in tutto il porto barlettano…, con un richiamo nella fiction 2015 "La Freccia del Sud" di Rai Uno dove si vede Pietro Mennea bambino in compagnia della sua amichetta) lo ha fatto risorgere. Ma solo grazie ai contributi regionali strombazzati e relative passerelle di consiglieri e codazzi politici fino all'attuale giunta Cannito.

La conclusione burocratico-amministrativa con l'aggiudicazione del servizio di sorveglianza rappresenta solo la fine di un tempo nel film sul Trabucco barlettano animato con il tam tam sui social a Ferragosto sulla "moda" dei tuffi liberi dal palco del Trabucco la moda fra i giovanissimi di questa estate 2021: una tendenza che ora dovrebbe (dovrà?) trovare un freno definitivo nella vigilanza come descritta».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Trabucco
Altri contenuti a tema
1 Il trabucco di Barletta resta un'opera incompiuta Il trabucco di Barletta resta un'opera incompiuta Gammarota (Lega navale) parla di incapacità di chi avrebbe dovuto provvedere al suo recupero sociale
In visita al trabucco di Barletta, protagonisti i ragazzi della "Modugno-Moro" In visita al trabucco di Barletta, protagonisti i ragazzi della "Modugno-Moro" Raccontata anche la storia della famiglia Ricatti, storici custodi del trabucco
Gli ospiti della Comunità Riabilitativa Psichiatrica Epasss Asl Bt al Trabucco di Barletta Gli ospiti della Comunità Riabilitativa Psichiatrica Epasss Asl Bt al Trabucco di Barletta Una giornata ricca di emozioni ed entusiasmo per gli ospiti
29 A Barletta ci si tuffa anche dal trabucco a ferragosto A Barletta ci si tuffa anche dal trabucco a ferragosto La segnalazione è partita dai social
1 «Mentre si demoliscono i silos, il Comune di Barletta pensa a come vigilare sul Trabucco» «Mentre si demoliscono i silos, il Comune di Barletta pensa a come vigilare sul Trabucco» L'avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per la sorveglianza temporanea del Trabucco
Trabucco di Barletta, Mennea: «Recuperiamo la storia, ma guardando al futuro» Trabucco di Barletta, Mennea: «Recuperiamo la storia, ma guardando al futuro» «Il recupero della nostra storia non ci fa perdere di vista il futuro, che è rappresentato dal nostro porto»
1 Riqualificazione del Molo di Levante: il Trabucco di Barletta tornerà fruibile Riqualificazione del Molo di Levante: il Trabucco di Barletta tornerà fruibile Sottoscritto questa mattina il protocollo d'intesa tra Comune di Barletta ed Autorità Portuale
1 Trabucco, tra un mese l’antica macchina da pesca sarà restituita alla città Trabucco, tra un mese l’antica macchina da pesca sarà restituita alla città L’opera restituirà alla città della Disfida la sua identità marinara
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.