Agenzia Entrate
Agenzia Entrate
Territorio

Agenzia delle Entrate, protestano i dipendenti di Trani e Barletta

«L’immobile scelto costerà alle tasche della collettività molto più dell’attuale». Al momento gli uffici provinciali sono allocati in un condominio

Scendono in campo i lavoratori della Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate di Barletta e dell'Ufficio Territoriale di Trani per chiedere solo di poter svolgere il proprio lavoro in ambienti funzionali alle loro attività. Al momento gli uffici provinciali sono allocati in un condominio: appartamenti al piano terra ed al primo piano di una zona centrale di Barletta. La Direzione Regionale avrebbe individuato un immobile per il loro trasferimento che, però, non convince per nulla i lavoratori. Secondo i dipendenti, infatti, i nuovi spazi indicati non sono corrispondenti agli standard previsti per gli uffici pubblici. Per i lavoratori l'immobile scelto per ospitare la Direzione Provinciale delle Entrate è ubicato in una zona periferica, difficilmente raggiungibile dai dipendenti che arrivano dai comuni viciniori in quanto distante dalla Stazione Ferroviaria e non collegata da mezzi pubblici. Non solo, gli uffici non sono dotati di parcheggio ad uso esclusivo, c'è solo qualche posto auto per strada utilizzato anche dai residenti e quindi non riservato ai 134 dipendenti ed agli utenti di un ufficio pubblico. Nello stabile a sei piani, inoltre, c'è un solo vano ascensore che dovrebbe soddisfare il bisogno di centinaia di lavoratori e utenti che ogni giorno si recano presso gli uffici.

A lasciare perplessi i lavoratori non solo i problemi di carattere logistico ma anche le conseguenze economiche del trasferimento: «l'immobile scelto costerà alle tasche della collettività molto più dell'attuale. L'Amministrazione centrale – si legge nell'ordine del giorno approvato nelle assemblee indette dalla Funzione Pubblica Cgil Bat presso l'Ufficio Territoriale di Trani e la DPE di Barletta – prima blocca il contratto dei lavoratori pubblici per tre anni e riduce drasticamente il premio di produttività a seguito della sfavorevole congiuntura economica e poi si disinteressa dei conti pubblici quando firma contratti di locazione con i privati con canoni più onerosi degli attuali».

«Per tutte queste ragioni i lavoratori – riferisce Massimo Marcone, Segretario Funzione Pubblica Cgil Bat – vogliono vederci chiaro sulla vicenda e quindi chiedono l'accesso agli atti e successivamente l'interessamento degli organi deputati al controllo di congruità, in prima istanza l'Agenzia del Demanio ed eventualmente la Corte dei Conti. Ciò che ci preoccupa è che – conclude Marcone – i dipendenti della Direzione Provinciale delle Entrate dovranno lavorare ancora in una sede progettata e costruita con standard abitativi e quindi non adatti alle esigenze di un ufficio pubblico, oltre al fatto che le Organizzazioni Sindacali non sono state affatto tenute in considerazione nelle sedi dove le decisioni sul trasferimento sono state prese».
  • Disagio per i cittadini
  • Protesta
  • Agenzia delle entrate
Altri contenuti a tema
Sciopero al "Casardi", freddo in aula e disagi. Gli studenti: «Vogliamo i nostri spazi» Sciopero al "Casardi", freddo in aula e disagi. Gli studenti: «Vogliamo i nostri spazi» Questa mattina la protesta dei ragazzi: «Quando interverrà la Provincia? Siamo stanchi»
4 Buio in via Libertà, «la sera costretti a camminare con le torce del telefonino» Buio in via Libertà, «la sera costretti a camminare con le torce del telefonino» Segnalazione dei residenti per una situazione che si protrae da tempo
1 Via Galvani: «Nessuno ha dato spiegazioni sulla situazione vergognosa di questa strada» Via Galvani: «Nessuno ha dato spiegazioni sulla situazione vergognosa di questa strada» Ratti, insetti, scarafaggi, la testimonianza di una cittadina
Caro benzina, prezzo del carburante alle stelle: superati i 2 euro al litro Caro benzina, prezzo del carburante alle stelle: superati i 2 euro al litro L’allarme dei gestori: «Stiamo guardando al futuro con apprensione»
Protesta autotrasportatori, camion anche a Barletta su via Trani Protesta autotrasportatori, camion anche a Barletta su via Trani La mobilitazione continua sulle strade della provincia, senza intralci alla mobilità
1 Protesta autotrasportatori, coda di tir su via Andria Protesta autotrasportatori, coda di tir su via Andria La categoria colpita da rincari carburante e pedaggi: chiedono al Governo provvedimenti chiari, urgenti e risolutivi
16 Emissioni nella zona industriale di Barletta, allerta per la qualità dell’aria Emissioni nella zona industriale di Barletta, allerta per la qualità dell’aria Cianci, Operazione Aria Pulita: «L’azienda dovrebbe rispondere alle segnalazioni e chiarire la natura di questi fumi»
4 «Bisogna garantire la privacy», segnalazione dall’ex ospedale di Barletta «Bisogna garantire la privacy», segnalazione dall’ex ospedale di Barletta Utenti del Servizio Protesi ricevuti in un corridoio
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.