Chitarra
Chitarra
Eventi

15 ore di musica al giorno, a Barletta arriva il festival "Capodanze"

La musica pugliese incontra i repertori delle altre regioni d'Italia

Dalla sera del 29 dicembre prossimo fino all'alba del 2 gennaio, Barletta ospiterà il folk festival internazionale Capodanze, giunto quest'anno alla sua 20esima edizione. Si tratta della più importante rassegna "balfolk" del Sud che mescola i repertori musicali e coreutici pugliesi e del meridione in genere con quelli di altre regioni italiane e straniere. E con i balli arriveranno in città anche oltre un centinaio di stagisti per seguire concerti, sessioni di danza, flash mob e jam session per oltre 15 ore al giorno, dalla sera all'alba.

Ad ospitare il festival, patrocinato, fra gli altri, da Regione Puglia, Teatro pubblico pugliese e comune di Barletta, saranno i locali scolastici del VI Circolo Didattico "Girondi", dove si esibiranno musicisti provenienti dalla Francia, Portogallo, dai Paesi Baschi, oltre che dal nord Italia. Se la vedranno con altri gruppi del sud, Paranza mediterranea della Campania e Malamazza del Salento. Oltre agli insegnanti di danze, presenti all'interno di ciascun gruppo di musicisti, ce ne saranno altri che proporranno danze francesi e occitane, come Claudio Cesaroni da Firenze, Roberto Rossi da Milano, Ciro Troise da Nocera Inferiore, Massimo Cerutti e Alessandra Zampelli da Torino.

Il festival rientra nel progetto APULIA BALFOLK, sostenuto anche dalla Regione Puglia con il bando FSC 2014-20 sugli "Spettacoli dal Vivo" oltre che dagli stagisti residenziali.
  • Musica
Altri contenuti a tema
“Da Bach a Rach" il barlettano Frezza racconta i grandi con disincanto “Da Bach a Rach" il barlettano Frezza racconta i grandi con disincanto «Spero di poter presto presentare il mio nuovo progetto in pubblico, per ritrovare finalmente dal vivo i miei lettori»
Primo Maggio con Viva, doppio appuntamento in diretta Primo Maggio con Viva, doppio appuntamento in diretta La mattina musica e approfondimento con “Prima di Maggio - Viva il lavoro”, nel pomeriggio l’inedito show “Mai dire Primo Maggio”
I Moderat tra i vinili: alla scoperta della trilogia metropolitana I Moderat tra i vinili: alla scoperta della trilogia metropolitana Tra le tracce degne di nota per Luigi c'è: "Let in the Light"
"In the end" dei Linkin Park: in un attimo di nuovo il 2000 "In the end" dei Linkin Park: in un attimo di nuovo il 2000 Un "cane nero" pian piano consuma la figura carismatica di Chester Bennington conducendolo all'incontro con una "vecchia amica"
5 aprile 1994: muore Kurt Cobain dei Nirvana 5 aprile 1994: muore Kurt Cobain dei Nirvana Il gruppo diede voce al disagio e all'apatia di un'intera generazione: la generazione X
“La Moldava” di Bedrich Smetana: Come sulle montagne russe “La Moldava” di Bedrich Smetana: Come sulle montagne russe La melodia si fa danzante e immagino sempre delle dame impegnate in un ballo con i loro compagni in una maestosa corte
"La Finestra sul comò": le vostre recensioni condivise su BarlettaViva "La Finestra sul comò": le vostre recensioni condivise su BarlettaViva Un modo per scegliere la prossima stagione Netflix da guardare o il prossimo libro da ordinare
Grace DB di Barletta lancia “Donna 3.0”, l'album d’esordio Grace DB di Barletta lancia “Donna 3.0”, l'album d’esordio Parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.